I livelli elevati di vitamina D si sono associati con la protezione contro il cancro di vescica

Gli alti livelli della vitamina D sono associati con la protezione contro il cancro di vescica, secondo uno studio pluridisciplinare coordinato dai biologi molecolari e dagli epidemiologi dal centro nazionale spagnolo di ricerca sul cancro (CNIO), le conclusioni di cui stanno pubblicande oggi nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro (JNCI).

Lo studio piombo da N-ria Malats, testa del gruppo genetico e molecolare dell'epidemiologia e Francisco X. Reale, dal gruppo epiteliale di carcinogenesi, al CNIO.

Gli autori dello studio hanno prelevato i campioni di sangue più di 2.000 persona-compreso i pazienti con gli oggetti del cancro e di controllo di vescica da liberamente dal malattia-in 18 ospedali spagnoli, facenti di questo il più grande studio effettuato fin qui in materia. “Abbiamo veduto che quegli oggetti con i livelli elevati di 25 (l'OH) D3, un modulo stabile della vitamina D nel sangue, sono coloro che ha mostrato il più a basso rischio del cancro di vescica di sofferenza. Questi risultati indicano che gli alti livelli di questa vitamina sono associati con la protezione dalla malattia o, che i bassi livelli sono associati con un elevato rischio di sofferenza da„, dice similmente Malats.

“Egualmente abbiamo indicato, facendo uso dell'analisi molecolare in vitro, che la vitamina D regolamenta l'espressione di un protein-FGFR3-that partecipa allo sviluppo del cancro di vescica„, aggiunge reale.

Secondo lo studio, questo effetto protettivo è più ovvio in quei pazienti con i cancri più aggressivi. “Osserviamo che gli alti livelli della vitamina D diminuiscono, soprattutto, il rischio di sviluppare il cancro di vescica dilagante con i bassi livelli di FGFR3; quale è di dire quei cancri con il più alta probabilità di metastizing„, dice Andr- FS Amaral, primo autore dello studio.

I risultati della ricerca suggeriscono che un aumento nell'assunzione dietetica o supplementare di questa vitamina, o via un aumento controllato nell'esposizione del sole, potrebbe essere utile per il paziente in termini di prevenzione e trattamento.

PIÙ DI 11.000 NUOVI CASI OGNI ANNO IN SPAGNA

Il cancro di vescica rappresenta un problema sanitario di salute pubblica serio in molti paesi, particolarmente Spagna, in cui 11.000 nuovi casi sono registrati ogni anno, una di più alte tariffe dovunque nel mondo. Infatti, è il quarto la maggior parte di frequente tipo di tumore fra i maschi spagnoli, dopo la prostata, il polmone ed i cancri colorettali.

A seguito della diagnosi, i pazienti sono osservati continuamente con differenti tecniche di seguito, fra loro cistoscopia, che richiede l'introduzione di piccola macchina fotografica tramite uretra di osservare il rivestimento della vescica.

Questo tipo di seguito pregiudica la qualità di vita dei pazienti ed impone i costi pesanti alle autorità di sanità, così ulteriormente aumentando la necessità di migliorare le strategie di prevenzione state minacciate da questo tipo di cancro.

Gli studi recenti collegano i livelli di vitamina D con altri tipi di cancri come il petto o il tumore del colon. Malgrado questa ricerca, ancora non è capito chiaramente quali itinerari molecolari sono usati da questa vitamina per esercitare il suo effetto protettivo, o il ruolo gioca in altri tipi di tumori.