Due fattori genetici si sono associati forte con il craniosynostosis sagittale non-syndromic

Un gruppo internazionale dei genetisti, dei pediatri, dei chirurghi e degli epidemiologi da 23 istituzioni attraverso tre continenti ha identificato due aree del genoma umano connesso con il modulo più comune del craniosynostosis non-syndromic - chiusura prematura delle lastre grosse ossute del cranio.

“Abbiamo scoperto due fattori genetici che sono associati forte con il modulo più comune di chiusura prematura del cranio,„ abbiamo detto Simeon Boyadjiev, professore della pediatria e della genetica, ricercatore principale per lo studio e guida del consorzio internazionale di Craniosynostosis.

“Questi risultati possono l'un giorno piombo a selezione prenatale ed i test diagnostici per questo condizionano o interventi iniziali per impedirlo,„ ha detto Boyadjiev, che è un ricercatore affiliato con l'istituto di MENTE di Uc Davis.

Lo studio, “uno studio genoma di ampiezza di associazione identifica i luoghi di predisposizione per il craniosynostosis sagittale non-syndromic vicino a BMP2 ed all'interno di BBS9,„ è pubblicato oggi online nel giornale, la genetica della natura.

Durante lo sviluppo di bambino fetale ed iniziale, il cranio è fatto delle lastre grosse ossute separate che tengono conto la crescita della testa. I confini fra le lastre grosse non fondono normalmente completamente finché un bambino non abbia circa 2 anni, lasciando “i punti molli„ temporanei all'intersezione degli strati.

Se le ossa fondono troppo presto - la circostanza chiamata craniosynostosis - un bambino svilupperà una testa anormalmente a forma di. Non trattato sinistro, il disordine causa le complicazioni dovuto compressione del cervello, quali i problemi neurologici e visivi e le difficoltà di apprendimento. Tipicamente, il craniosynostosis richiede l'estesa correzione neurochirurgica.

Circa 20 per cento dei casi del craniosynostosis precedentemente sono stati collegati ad una serie di sindromi genetiche differenti, ma la vasta maggioranza dei casi (connessi con una sindrome che comprende altri difetti di nascita) sorge senza alcuna storia della famiglia o causa conosciuta. Il modulo più comune del craniosynostosis non-syndromic - pregiudicando circa 1 in 5.000 neonati - comprende la sutura sagittale, lo strato principale che funziona giù il centro della cima del cranio. Questi casi erano l'argomento di ricerca.

Sebbene la circostanza lungamente probabilmente parzialmente sia stata determinata dai geni - è tre volte più comune in ragazzi che in ragazze ed i gemelli monozigoti sono molto più probabili ad entrambi sono commoventi che i gemelli non identici - la base esatta era poco chiara.

Per contribuire a determinare la causa, i ricercatori hanno intrapreso i primi studi genoma di ampiezza di associazione per il disordine, che comprende scandire l'intero genoma di un gruppo di persone con il craniosynostosis e confrontarlo ad un gruppo di persone di controllo senza la circostanza. Lo studio ha cercato i singoli polimorfismi del nucleotide (abbreviati come SNPs e “colpi di forbici„ chiamati) che sono associati con il craniosynostosis. SNPs è cambiamenti del DNA in cui un singolo nucleotide differisce da quello usuale a quella posizione. Ci sono circa tre miliardo nucleotidi, gli elementi di base di DNA, nel genoma umano.

Lo studio in primo luogo ha valutato il DNA - estratto da intero sangue o dai campioni orali - di 214 bambini ed entrambi i loro genitori, che non hanno avuti la circostanza ed ha limitato la loro analisi definitiva ad un gruppo di 130 trii bianchi del bambino genitore del non Latino-americano. Questo approccio riduce la variabilità genetica inerente alle persone dalle origini etniche differenti. I loro risultati hanno identificato le associazioni molto forti a SNPs in due aree del genoma, codificanti per la proteina morfogenetica della proteina 2 (BMP2) dell'osso e di sindrome 9 di Bardet-Biedl (BBS9). Entrambe le proteine sono conosciute per svolgere un ruolo nello sviluppo scheletrico.

I risultati sono stati ripiegati in un'altra popolazione di 172 casi dei bambini con la circostanza e 548 comandi indipendenti. L'estesa collaborazione internazionale è succeduto a causa del desiderio di includere altrettanti casi come possibili universalmente rinforzare i risultati.

“Non importa come abbiamo analizzato i dati - se abbiamo incluso insieme i casi familiari, i casi con altre anomalie secondarie, o i bambini misti dei gruppi etnici differenti, questi due fattori genetici erano altamente significativi,„ ha detto Boyadjiev. “Questo fornisce la prova ben fondata che il craniosynostosis sagittale non-syndromic ha una componente genetica importante ed identifica dove il problema è probabile nascere.„

Boyadjiev ha aggiunto che le differenze genetiche completamente non spiegano lo sviluppo della circostanza e che altri geni e fattori ambientali sono egualmente importante probabile. Ha paragonato la circostanza alla spina bifida: Gli infanti che sviluppano questo difetto nella loro spina dorsale sono conosciuti per avere una tendenza genetica, ma completamento della vitamina con acido folico delle donne incinte possono impedire molti casi. Pianificazione estendere la ricerca per trovare le varianti genetiche malattia-causanti esatte e per studiare altri tipi di craniosynostosis in vari gruppi etnici. Boyadjiev egualmente cercherà un indicatore nel sangue delle donne incinte per identificare i feti a rischio del craniosynostosis, quale il giorno può piombo ad un intervento durante la gravidanza per impedire il craniosynostosis.

“L'identificazione del candidato che biologicamente plausibile due i geni che pregiudicano la predisposizione al craniosynostosis sagittale non-syndromic fornisce i cavi di promessa nella ricerca per la comprensione come queste circostanze si sviluppano,„ ha detto Emily Harris, capo del ramo di traduzione della ricerca di genomica agli istituti nazionali dell'istituto della salubrità della ricerca dentaria e Craniofacial.