I ricercatori caratterizzano la proteina lysosomal novella di PQ collegata al cystinosis

I ricercatori al Université Parigi Descartes/CNRS e il libre de Bruxelles di Université hanno fatto un'innovazione importante nello studio del cystinosis, una malattia genetica che può piombo ai disordini seri, insufficienza renale considerevolmente interna.

Cystinosis è una malattia genetica caratterizzata da una capitalizzazione anormale della cistina dell'amminoacido in vari organi dell'organismo del paziente (reni, occhi, muscoli, pancreas ed il cervello), alle età differenti della sua vita. Cystinosis accade quando il cystinosin della proteina, situato sulla membrana lysosomal, non riesce a trasportare la cistina dal lisosoma. Il trasporto difettoso di cistina può piombo ad una concentrazione tossica di questo amminoacido nel lisosoma, causante il danno severo, considerevolmente nei reni.

Cystinosin è considerare come il prototipo di una famiglia novella della proteina della membrana: Proteine di motivo “di PQ„, l'argomento di studio da Dott. Bruno Gasnier ed il suo gruppo dei ricercatori al Université Parigi Descartes/CNRS. La molecola è stata identificata nel 1998 dal Dott. Corinne Antignac, dall'università di Parigi Cartesio e sua “dall'unità di ricerca ereditaria dello sviluppo del rene e di Nephropathies„.

Lavorando in collaborazione con Bruno André, il Direttore del laboratorio di fisiologia cellulare molecolare al libre il de Bruxelles (ULB), il Dott. Gasnier di Université ha rotto un nuovo terreno nello studio del cystinosis. I ricercatori potevano caratterizzare una proteina lysosomal novella di PQ di cui il ruolo è di catalizzare il trasporto degli amminoacidi di base (arginina, lisina ed istidina) nel citoplasma.

La loro ricerca è pubblicata nell'edizione del 19-23 novembre di PNAS

Sebbene gli scienziati abbiano scoperto l'esistenza di una tal proteina che possiede una funzione metabolica nell'uomo due decadi fa, identificarla biochimicamente e clonare il suo gene avevano fallito ripetutamente, finora.

Il primo sperimenta sul modello del lievito, condotto dal Dott. André ed il suo gruppo di ricerca (ULB), ha scoperto tre proteine di motivo di PQ che sono presenti nella membrana vacuolar (il lisosoma del lievito) e sono comprese nel trasporto degli amminoacidi di base. L'analisi di bioinformatica successivamente ha rivelato che queste proteine del lievito hanno un equivalente mammifero e la collaborazione con il Dott. Agnès Journet dalla Commissione di energia atomica, dall'istituto nazionale di salubrità e di ricerca medica e dall'università di Joseph Fournier (Grenoble), ha stabilito la sua presenza nella membrana lysosomal.

Bruno Gasnier ed il suo gruppo dei ricercatori al Université Parigi Descartes/CNRS poi ha intrapreso lo studio di questa proteina, definito PQLC2. I loro esperimenti hanno rivelato che PQLC2 trasporta i tre amminoacidi di base, una funzione cruciale a metabolismo cellulare.

Che cosa il collegamento fra questi trasportatore della proteina e cystinosis lysosomal recentemente identificati, la malattia genetica è causato da un difetto nel trasporto della cistina? I pazienti con il cystinosis corrente sono curati da una molecola terapeutica, cisteamina, che condensa con la cistina presente nel lisosoma e lo converte in composto chimicamente vicino ad un amminoacido di base, lisina. Il nuovo composto poi diventa capace di lasciare il lisosoma.

Gli studi intrapresi dagli scienziati francesi e belgi indicano che la proteina novella del trasportatore, PQLC2, è responsabile dell'espulsione della questa molecola “di salvataggio„ dal lisosoma. I loro risultati forniscono le comprensioni apprezzate nel meccanismo del trattamento di cystinosis, quindi aprente le nuove prospettive per la ricerca nella comprensione della malattia e nell'individuazione dei più modi efficaci di trattamento.

Questo lavoro è stato permesso attraverso il supporto delle fondamenta di ricerca di Cystinosis