L'esposizione a petrolio essenziale per 1 ora sarebbe efficace nella diminuzione la frequenza cardiaca e della pressione sanguigna

I profumi che pervadono le nostre stazioni termali di salubrità dai petroli essenziali aromatici possono fornire più vantaggi che appena un senso di resto e di benessere.

Per secondo un nuovo studio nel giornale europeo della cardiologia preventiva, i petroli essenziali che costituiscono la base dell'aromaterapia per scarico egualmente sono riferiti per avere un effetto benefico sulla frequenza cardiaca e pressione sanguigna che segue l'esposizione a breve termine - e possono quindi diminuire il rischio di malattia cardiovascolare. Tuttavia, in basso, quegli effetti benefici sono stati invertiti quando l'esposizione ai petroli essenziali ha durato più di un'ora.

Lo studio è stato svolto negli uomini ed in donne che lavorano in vari centri della stazione termale nella città di Taipei in Taiwan, in cui le tradizioni delle civilizzazioni cinesi antiche sono mantenute nelle cerimonie religiose e nelle terapie curative. L'aromaterapia, come praticata oggi, ancora è presentata come guarigione naturale con i petroli essenziali estratti dall'infusione dagli impianti aromatici.

Cento giovani, lavoratori di fumo in buona salute della stazione termale che partecipano allo studio hanno visualizzato il centro di studio in tre occasioni (circa una volta alla settimana), quando ogni volontario è stato esposto ai vapori dei petroli essenziali rilasciati da uno ioniser ultrasonico per due ore. Durante questo tempo e su ogni visita tre ha ripetuto le misure - frequenza cardiaca di riposo, pressione sanguigna sistolica (SBP) e pressione sanguigna diastolica (DBP) - sono stati catturati da ogni lavoratore della stazione termale nella stanza di studio, un piccolo spazio che misura 4 metri dell'altezza da 3,5 m. di lunghezza e da 3,2 m. di larghezza. Prima che ogni partecipante entri nella stanza di studio, il petrolio essenziale del bergamotto puro di 100% è stato vaporizzato per 1 ora.

I petroli essenziali sono composti organici volatili (VOCs) composti di centinaia di prodotti chimici aromatici ed i livelli del COV nella stanza egualmente sono stati misurati durante il periodo di studio.

I risultati hanno mostrato (dopo avere registrato per ottenere l'età, il sesso, BMI, il giorno della settimana e l'ordine di visita) che il livello del COV della sala è stato associato significativamente con pressione sanguigna e la frequenza cardiaca diminuite per fra 15 e 60 minuti dopo l'inizio dell'esposizione. Queste associazioni erano statisticamente significative. Per esempio, dopo l'esposizione 15 SBP minuto di 45 minuti aveva diminuito da una media di 2,10 mmHg e dalla frequenza cardiaca da 2,21 battiti per minuto.

Tuttavia, dopo l'esposizione per più di 1 ora - 75 - 120 minuti dopo l'inizio di esposizione - i livelli del COV sono stato associati con una pressione sanguigna di 15 minuti e una frequenza cardiaca medie aumentate. Dopo 120 minuti, per esempio, SBP medio era aumentato dal riferimento di 2,19 mmHg e dalla frequenza cardiaca di 1,70 battimenti ai minuti. Quindi, dica gli autori, “l'esposizione prolungata per più lungamente di 1 ora ai petroli essenziali può essere nociva alla salute cardiovascolare nei giovani, individui sani„.

Poichè lo sfondo allo studio gli autori nota che l'aromaterapia lungamente è stata usata per scarico ed è stata associata con alcuni beni curativi. Anche l'esposizione ai vapori del petrolio essenziale dalle candele fragranti è stata trovata per diminuire prova-catturare l'ansia fra gli studenti del banco di professione d'infermiera in U.S.A.

Tuttavia, dice il Dott. Kai-Jen Chuang del ricercatore dall'università medica di Taipei in Taiwan, è ancora sconosciuta se l'esposizione a petrolio essenziale aumenta il rischio di eventi cardiovascolari con un effetto parziale su pressione sanguigna e sulla frequenza cardiaca.

“I nostri risultati indicano che l'esposizione a petrolio essenziale per 1 ora sarebbe efficace nella diminuzione la frequenza cardiaca e della pressione sanguigna,„ hanno detto il Dott. Chuang. “Tuttavia, l'individuazione più interessante del nostro studio è che l'esposizione a petrolio essenziale per più un'ora è stata associata con pressione sanguigna e la frequenza cardiaca elevate.„

Il Dott. Chuang ha spiegato che, sebbene l'effetto dei petroli essenziali su riduzione di sforzo fosse stato ben documentato, gli studi epidemiologici hanno riferito un'associazione fra VOCs ed effetti cardiopolmonari - asma fra i parrucchieri, per esempio. Gli studi dal proprio gruppo di Chuang in Taiwan già hanno indicato che l'esposizione a VOCs per più un'ora nei saloni di capelli può piombo ai livelli aumentati del siero di proteina C-reattiva (un indicatore di infiammazione) e di 8-OHdG (un indicatore dello sforzo ossidativo). La sovresposizione ai petroli essenziali, ha suggerito, può in tali modi essere nociva alla salute cardiovascolare nei giovani, individui sani.

Egualmente ha notato l'opinione dell'associazione americana del cuore su inquinamento atmosferico nello sviluppo della malattia cardiovascolare. Ciò riconosce gli effetti diretti di inquinamento atmosferico sul polmone e sull'apparato cardiovascolare attraverso i meccanismi neurali e centrali per causare una risposta infiammatoria sistematica. “Questi trattamenti biologici potenziali possono anche applicarsi agli effetti contrari dell'esposizione del COV su salubrità cardiovascolare, sebbene attualmente non ci sia prova disponibile per questa ipotesi,„ hanno detto il Dott. Chuang.