Bumetanide ha potuto curare i bambini con autismo severo o la sindrome di Asperger

Sebbene questa terapia non sia curativa, tuttavia ha diminuito la severità dei disordini autistici in tre quarti dei bambini. I ricercatori file una richiesta affinchè l'autorizzazione eseguano un test clinico europeo multicentrato per determinare più precisamente la popolazione responsabile tramite questa terapia.

I dettagli di questo lavoro sono stati pubblicati nell'esame di traduzione della psichiatria dell'11 dicembre 2012.

Contributo dato tramite la ricerca fondamentale sul cloruro di un neurone

Il lavoro precedente effettuato dal gruppo dei ricercatori piombo da Yehezkel Ben-Ari nell'unità 901, la La M-diterran-e (INMED) di INSERM di Institut de Neurobiologie de a Marsiglia, sulle concentrazioni intracellulari nel cloruro ha dimostrato che sono anormalmente alti in neuroni acerbi o neuroni precedentemente influenzati dagli attacchi epilettici o da altre lesioni cerebrali. Molti ansiolitici, analgesici e antiepilettici agiscono aumentando gli effetti di GABA - il mediatore chimico principale del cervello - che inibisce normalmente i neuroni. Quando le celle contengono una concentrazione molto alta nel cloruro, tuttavia, gli effetti di GABA sono invertiti. GABA più non inibisce i neuroni; le molecole dell'ansiolitico accentuano questi effetti invece. Queste molecole hanno un effetto eccitante, aggravante il disordine piuttosto che alleviandolo. Ciò è che cosa è stato osservato nel caso dell'epilessia: il diazepam, un ansiolitico, realmente ha aggravato gli attacchi in determinate situazioni. Il gruppo di ricerca poi ha mostrato i vantaggi di un diuretico nell'attenuazione del questo effetto.

Da ricerca fondamentale a ricerca clinica

I dati sperimentali indiretti suggeriscono che l'atto del trasmettitore il GABA inibitorio sia modificato nell'autismo. Eric Lemonnier, un clinico al CHRU di Brest, precisato a Yehezkel Ben-Ari che il valium non è prescritto ai bambini che soffrono dall'autismo perché i loro genitori dicono sono agitati di conseguenza, suggerendo che, come in epilessia ed altre patologie del cervello, la loro concentrazione intracellulare nel cloruro sia aumentata. Questo incontro piombo all'idea di prove del diuretico - come per l'epilessia - per determinare se questo potrebbe alleviare i disordini autistici. Uno studio pilota in 5 bambini è stato installato rapido nel 2010 perché il bumetanide, provata diuretica, è d'uso comune, specialmente nel trattamento dell'ipertensione. La cattura di queste molecole può, tuttavia, abbassare il livello del potassio, significante che un supplemento del potassio è richiesto. I ricercatori poi hanno cominciato un test clinico ripartito con scelta casuale della prova alla cieca in 60 bambini fra 3 e 11 anno con autismo o la sindrome di Asperger.

Riduzione della severità dei disordini autistici

I bambini sono stati riflessi per 4 mesi. Un gruppo è stato curato con il diuretico (1 mg di bumetanide) mentre un placebo è stato amministrato al secondo gruppo per 3 mesi. Nessun trattamento è stato amministrato nel mese definitivo. La severità dei disordini autistici dei bambini era stimata all'inizio della prova, la conclusione del trattamento, cioè dopo i 90 giorni ed un mese dopo che la prova ha cessato.

Dopo i 90 giorni del trattamento, la valutazione del test media delle AUTOMOBILI (scala di valutazione di autismo di infanzia) dei bambini curati con il bumetanide era migliorato significativamente. La severità dei disordini autistici del gruppo curato si è spostata dal livello (> 36,5) al media (< 36,5). Nessuna differenza significativa è stata osservata nel punteggio del gruppo curato con il placebo, tuttavia. Nel totale, la diagnosi clinica di 77% dei bambini che hanno ricevuto il trattamento è migliorato nella prova globale clinica (CGI) delle impressioni. Quando il trattamento è stato terminato, alcuni disordini hanno riapparso. Il trattamento con il bumetanide è quindi reversibile.

Vari criteri per la valutazione della severità dei disordini: AUTOMOBILI, cgi e DIFFICOLTÀ G

Il disgaggio comportamentistico ampio-applicato della scala di valutazione (CARS) di autismo di infanzia è stato usato per valutare la severità dei disordini, in base ai video del comportamento dei bambini durante l'attività piombo da un badante. Le pellicole sono state analizzate con l'assistenza dei loro genitori. Una classificazione è ottenuta dall'analisi come segue: se la classificazione è fra 30 e 36, il bambino soffre da un disordine moderato o medio; se la classificazione è superiore a 36, il bambino è severamente autistico.

Altri due indicatori sono stati usati per valutare la severità dei disordini: la diagnosi clinica delle impressioni (CGI) globali cliniche ed il programma di osservazione diagnostica di autismo - indicatore generico (ADOS-G) che combina i criteri di valutazione quali interazione e la comunicazione sociali.

Il Dott. Lemonnier ha spiegato il caso di un ragazzo di 6 anni: “Prima del trattamento, il bambino presentato con le abilità di linguaggio basse e piccola interazione sociale, era il comportamento costante-combattivo iperattivo ed esibito. Dopo tre mesi del trattamento, i suoi genitori, gli insegnanti, il personale infermieristico dell'ospedale ed i suoi amici al banco interamente hanno detto che è stato partecipato di più, specialmente nei giochi proposti dallo psicologo. La suoi attenzione e contatto oculare anche migliori.„

“Anche se non è curativo, il diuretico ha diminuito la severità della maggior parte dei disordini autistici dei bambini. Secondo i genitori dei bambini, sono più “"" attuale, Yehezkel aggiunto Ben-Ari.

Dato l'eterogeneità della popolazione, i ricercatori suppongono che il trattamento potrebbe agire diversamente secondo la severità dei disordini autistici. Formando i gruppi basati sulla severità, i risultati indicano che il trattamento sarebbe più efficace nei meno bambini serio-commoventi.

Di conseguenza, i ricercatori file una richiesta di autorizzazione per un test clinico europeo multicentrato per determinare più precisamente la popolazione responsabile da questo trattamento ed infine ottenere un'autorizzazione di vendita per questa terapia. Questa prova è sorvegliata da una società creata da prof. Ben-Ari e dal Dott. Lemonnier (Neurochlore). Le analisi sono egualmente essenziali per valutare gli effetti a lungo termine di cattura queste molecole e della dose richiesta. Infine, i ricercatori sottolineano la necessità di continuare il lavoro sui modelli sperimentali per determinare come il cloruro è regolamentato e come è diregolarizzato nelle reti neurali dei pazienti autistici.

Una richiesta di brevetto file per questo lavoro e un'autorizzazione è stata rilasciata alla partenza di Neurochlore. Neurochlore ha ricevuto il finanziamento dall'agenzia nazionale francese della ricerca (ANR) (nell'innovazione biomedica nel progetto di autismo della maturazione„ di associazione di ricerca “(BIRP)) pubblico -privato.