Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'antagonismo del ricevitore di ETA diminuisce i fattori di rischio cardiovascolari novelli in pazienti con il CKD

Il Blocco del ricevitore per le proteine che restringono i vasi sanguigni diminuisce gli indicatori dei problemi in relazione con il cuore in pazienti con la malattia renale cronica (CKD), secondo uno studio che compare in un'edizione imminente del Giornale della Società Americana della Nefrologia (JASN). I risultati potrebbero essere usati per migliorare la salubrità dei pazienti con il CKD, che muoiono il spesso dalla malattia cardiovascolare.

I Pazienti con il CKD hanno un rischio aumentato di sviluppare i problemi del cuore, in parte perché la malattia renale può indurre le loro arterie a irrigidirsi. Ciò è pensata per accadere dovuto una disponibilità alterata di un ossido vasodilatatore-nitrico (NO) - nel sangue. La proteina endothelin-1 è un vasocostrittore e si oppone agli atti del NESSUN, suggerenti che le droghe che bloccano i sui effetti possano contribuire a proteggere la salubrità del cuore dei pazienti del CKD. Una tale droga è chiamata sitaxentan, che blocca il ricevitore di endothelin-1 (chiamato ETA ricevitore).

Neeraj Dhaun, MD, PhD (Università di Edimburgo, in Scozia) ed i suoi colleghi ha condotto uno studio di prova alla cieca e ripartita le probabilità su in 27 pazienti con il CKD per confrontare gli effetti di sitaxentan, una nifedipina (un farmaco rilassante del vaso sanguigno) e un placebo sulla funzione del rene, sulla pressione sanguigna, sulla rigidezza arteriosa e sui vari indicatori in relazione con il cuore.

Fra i risultati principali dopo sei settimane del trattamento:
•Il Placebo e la nifedipina non hanno pregiudicato tre indicatori dei problemi in relazione con il cuore: livelli di sangue di acido urico; livelli di sangue di dimethylarginine asimmetrico (ADMA), uno stampo di NESSUNA produzione; e livelli dell'urina di endothelin-1.
•Trattamento di Sitaxentan piombo alle riduzioni statisticamente significative di tutti e tre le di questi indicatori.
•Sitaxentan ha ridotto il proteinuria (un'escrezione in eccesso di proteina nell'urina) alle dimensioni significativamente maggiori che la nifedipina. Il Proteinuria è un indicatore di disfunzione del rene.
•Nifedpine e sitaxentan entrambi hanno ridotto la pressione sanguigna alle simili dimensioni.

“Lo studio corrente mostra, per la prima volta, quello ETA l'antagonismo del ricevitore abbassa selettivamente i fattori di rischio cardiovascolari novelli in pazienti con l'indipendente della malattia renale da pressione sanguigna. Questi effetti sono stati veduti in pazienti già che ricevono il trattamento ottimale,„ ha detto il Dott. Dhaun. “Questi risultati suggeriscono un ruolo potenziale per ETA antagonismo del ricevitore nei vantaggi cardiovascolari e renali più a lungo termine supplementari di conferimento in pazienti con la malattia renale,„ ha aggiunto.

Sorgente: Giornale della Società Americana di Nefrologia