Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'oscillazione di attività di gene può essere alla base di come gli embrioni si sviluppano nella proporzione

Da un uovo unicellulare di a all'ente funzionale completamente -: mentre gli embrioni si sviluppano e si sviluppano, devono formare gli organi che sono proporzionalmente alla dimensione globale dell'embrione. Il meccanismo esatto che è alla base di questo caratteristico fondamentale, chiamato operazione di disgaggio, è ancora poco chiaro. Tuttavia, un gruppo dei ricercatori da EMBL Heidelberg ora è un punto più vicino a capirlo. Hanno scoperto che la operazione di disgaggio delle vertebre future in un embrione del mouse è gestita da come l'espressione di alcuni geni specifici oscilla, in un modo coordinato, fra le celle vicine. Pubblicato oggi in natura, i loro risultati evidenziano quanto importante questo reticolo oscillatorio ed il suo regolamento, è di assicurarsi che gli embrioni crescano per trasformarsi in in animali ben proporzionato.

Colonna vertebrale vicina delle cellule in futuro di una coordinata dell'embrione per girare i geni specifici in funzione e a riposo a loro volta, così generando un'ondata di espressione genica simile “alla diapositiva per aprire„ animazione sul vostro Smart Phone. Per studiare questo trattamento e per determinare il suo impatto su come le dimensioni relative delle vertebre future sono mantenute, i ricercatori hanno sviluppato una nuova tecnica.

“Facendo uso di questa nuova analisi, potevamo filmare questa onda di espressione genica in tempo reale con alta precisione ed identificare se questo reticolo potrebbe cambiare secondo la dimensione globale,„ spiega Alexander Aulehla che ha coordinato lo studio a EMBL Heidelberg. “C'è un chiaro collegamento: quando l'embrione è più piccolo, il numero dei segmenti formati rimane lo stesso, ma ogni segmento è più piccolo e le onde di espressione sono proporzionalmente più lente.„

La velocità dell'onda sembra essere la caratteristica essenziale per prevedere la dimensione della vertebra futura: più veloce l'onda, più grande la vertebra. Le simili onde di espressione sono state osservate in parecchi vertebrati ed anche in specie dell'insetto, in modo da questo reticolo di comunicazione fra le celle embrionali sembra essere molto diffuso. Tuttavia, gli scienziati ancora non hanno delucidato come la velocità dell'onda è controllata ad un livello molecolare.

La tecnica sviluppata in questo studio ha potuto essere il tasto ad aiutare il gruppo capisce questo meccanismo complesso e fondamentale. Per rendere l'osservazione più facile, gli scienziati hanno coltivato soltanto un livello di cellule staminali embrionali a cui un indicatore specifico si è aggiunto, per seguire l'espressione dei geni della tacca. La combinazione dello strato monomolecolare e della marcatura ha permesso l'osservazione in tempo reale di espressione genica. In futuro questa nuova tecnica ha potuto aiutare i ricercatori a capire i dettagli come di sincronizzazione delle cellule embrionali svilupparsi.