I ricercatori identificano le sorgenti potenziali delle medicine derivate dagli impianti contro il diabete

Le nuove droghe per trattare il diabete stanno sviluppande dagli scienziati all'università di Greenwich.

Un gruppo di ricercatori dal banco dell'università di scienza, piombo dal Dott. Solomon Habtemariam, crede che abbiano identificato le sorgenti potenziali delle medicine derivate dagli impianti che possono avere meno effetti collaterali avversi per le vittime del diabete.

Gli scienziati stanno studiando i beni di due impianti trovati in Sud-est asiatico che pensano potrebbero avere i beni che sono non solo antidiabetici, ma anche il lipido o grasso-abbassamento ed in modo da possono aiutare l'obesità dell'attrezzatura.

Il Dott. Habtemariam, un esperto principale sulla scoperta della droga ricerca dalle sorgenti naturali, dice che il lavoro potrebbe provare un'innovazione cruciale nel trattamento del diabete, che descrive “un'epidemia globale crescente„.

“Il diabete è un carico enorme alla società in generale. La ricerca dei trattamenti sta rendendo NHS fallimento e questo problema è probabile peggiorare nella decade prossima. Non c'è droga conosciuta della maturazione e così, tutto considerato, è un incentivo enorme affinchè noi effettui la ricerca in materia,„ dice.

La malattia, un risultato cronicamente degli alti livelli di glucosio nel sangue, pregiudica più di 300 milione di persone nel mondo. È divisa in due classi principali: digiti la I e digiti - 2. Il precedente pregiudica normalmente i bambini, mentre tipo - 2, il tipo più comune, sono diagnosticati spesso più successivamente nella vita e possono essere gestiti in alcuni casi dalla dieta, dall'esercizio e dalla perdita di peso.

I ricercatori a Greenwich mirano ad isolare ed identificare determinati estratti dal auriculata della cassia degli impianti e dal alata della cassia, in grado di avere “principi attivi per il trattamento del diabete. Hanno scoperto che uno dei composti isolati dall'impianto, kaempferol 3-O-rutinoside, è risultato essere più di otto volte più potente della droga antidiabetica standard, acarbose.

Il gruppo egualmente ha trovato gli impianti per avere beni antiossidanti, che è utile quando tratta il diabete.

“La nostra altra individuazione più interessante è che molti dei principi attivi dal lavoro dell'impianto di auriculata della cassia con un trattamento chiamato “sinergismo„ - cioè funzionano insieme per produrre un effetto maggior della somma dei loro diversi effetti,„ il Dott. Habtemariam dice. “In generale, questo suggerisce che l'estratto grezzo dell'impianto abbia lotti di potenziale di essere usato clinicamente per il trattamento il diabete e delle malattie associate.„

La ricerca è in corso e richiede l'ulteriori studio e convalida, ma il Dott. Habtemariam dice che il banco dell'università di scienza è un posto ideale per condurre il suo lavoro. “Abbiamo sia gli impianti che la competenza per effettuare questa ricerca: per isolare i prodotti chimici di interesse biologico e poi identificare che cosa sono. Siamo soltanto nella fase di scoperta della droga ma muoversi verso la fase di test clinico è uno scopo molto definito.„