Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La cannabis medica può migliorare l'appetito, facilita il dolore cronico, dice i ricercatori

Sebbene discutibile, la cannabis medica stia guadagnando terreno come terapia valida, offrente il sollievo a soffre delle malattie quale cancro, il disordine post - traumatico di sforzo, ALS e più. La sostanza è conosciuta per lenire il dolore severo, aumentare l'appetito e l'insonnia di facilità dove altri farmaci comuni vengono a mancare.

Nel 2009, Zach Klein, un laureato del dipartimento dell'università di Tel Aviv della pellicola e degli studi della televisione, ha diretto l'erba prescritta documentaria. Con il trattamento, ha sviluppato un interesse nella ricerca scientifica dietro marijuana medica ed ora, come specialista in cannabis medica circostante che fa politica ed in uno studente di mA al banco del portatore della tau degli studi ambientali, sta conducendo la sua propria ricerca sui vantaggi delle cannabis mediche.

Facendo uso di marijuana da un'azienda agricola ha chiamato Tikkun Olam - un riferimento al concetto ebreo di guarigione del mondo - Klein ed i suoi colleghi ricercatori hanno verificato l'impatto del trattamento su 19 residenti della casa di cura di Hadarim nell'Israele. I risultati, Klein dice, sono stati eccezionali. Non solo i partecipanti hanno avvertito i risultati fisici drammatici, compreso obesità sana e la riduzione di dolore e dei tremiti, ma il personale di Hadarim ha veduto un miglioramento immediato negli atteggiamenti dei partecipanti e nelle abilità di comunicazione. L'uso dei farmaci cronici egualmente è stato diminuito significativamente, riferisce.

Il gruppo di ricerca di Klein include il Dott. Dror Avisar del laboratorio del Hydrochemistry della tau al dipartimento di geografia e dell'ambiente umano; Prof. Naama Friedmann e Rakefet Keider del banco di Jaime e di Joan Constantiner della tau di formazione; Dott. Yehuda Baruch della facoltà del Sackler della tau di medicina e di Direttore del centro di salute mentale di Abarbanel; e Dott. Moshe Geitzen e Inbal Sikorin di Hadarim.

Riducendo i farmaci cronici

L'Israele è un leader mondiale nella ricerca medica della cannabis, Klein dice. Il principio attivo in marijuana, THC, in primo luogo è stato scoperto là da Profs. Raphael Mechoulam e Yechiel Gaoni. Prof. Mechoulam egualmente è accreditato per la definizione del sistema del endocannabinoid, che imita gli effetti delle cannabis e svolge un ruolo nell'appetito, nella sensazione di dolore, nell'umore e nella memoria.

Nella casa di cura di Hadarim, 19 pazienti fra le età di 69 e 101 sono stati curati con la cannabis medica sotto forma di polvere, il petrolio, vapore o fumano tre volte giornalmente nel corso di un anno per i termini quale dolore, mancanza di appetito e spasmi e tremiti del muscolo. I ricercatori ed il personale della casa di cura hanno riflesso i partecipanti per i segni di miglioramento come pure di miglioramento nella qualità globale di vita, quali l'umore e la facilità nel completamento delle attività viventi del quotidiano.

Durante lo studio, 17 pazienti hanno raggiunto un peso sano, un guadagno o le libbre perdenti come state necessarie. Muscle gli spasmi, la rigidezza, i tremiti ed il dolore diminuiti significativamente. Quasi tutti i pazienti hanno riferito un aumento nelle ore di sonno e una diminuzione negli incubi e nei ritorni di fiamma in relazione con PTSD.

C'era un declino notevole nella quantità di farmaci prescritti catturati dai pazienti, quali gli antipsicotici, il trattamento di Parkinson, stabilizzatori dell'umore e gli analgesici, Klein hanno trovato, notando che queste droghe hanno effetti secondari severi. Per la fine dello studio, 72 per cento dei partecipanti potevano diminuire la loro assunzione della droga da una media di 1,7 farmaci un il giorno.

Cannabis connettente ed inghiottire

Questo anno, Klein sta cominciando un nuovo studio al centro medico del Reuth dell'Israele con il DRS. Jean-Jacques Vatine e Aviah Gvion, in cui spera di stabilire una connessione fra la cannabis medica ed inghiottire migliore. Una di più grandi preoccupazioni per i pazienti cronicamente malati è ingestione di cibo, dice Klein. La disfagia, o la difficoltà nell'inghiottire, può piombo ad un declino nella nutrizione e perfino nella morte. Crede che la cannabis, che è stata trovata per stimolare le regioni del cervello connesso con i riflessi della deglutizione, abbia un impatto positivo.

In generale, Klein crede che le potenze curative delle cannabis siano vicine a miracoloso e lungamente ha supportato una revisione nella polizza governativa che circonda la droga. Da quando la sua pellicola è stata rilasciata nel 2009, il numero dei permessi per le cannabis mediche nell'Israele è aumentato da 400 a 11.000. La sua ricerca è circa il miglioramento della qualità di vita, lui conclude, particolarmente per coloro che non ha altra speranza.