Botox allevia il dolore plantare di fasciitis

Da Lynda Williams, Reporter Senior dei medwireNews

La Tossina botulinica (BTX) A può essere più efficace degli steroidi per il trattamento del fasciitis plantare, la ricerca suggerisce.

I 19 pazienti dati complessivamente 250 U della spaccatura di BTX-A fra due mediali e siti laterali del muscolo del vitello e il soleus hanno avuti miglioramento significativamente più veloce e maggior che i 17 pazienti curati con il dexamethasone intralesional (8 mg) più la lidocaina di 2% (2 ml).

Sebbene non ci sia differenza significativa fra il BTX-A ed i gruppi steroidi del trattamento al riferimento per il disgaggio di analogo visivo (VAS) per dolore (7,1 contro 7,7), i pazienti dati BTX-A hanno avuti un punteggio medio significativamente più basso di quanto i pazienti steroide-trattati all'assegno di un mese su (1,9 contro 3,4 punti). I Punteggi erano egualmente significativamente più bassi a 2 (1,6 contro 3,6), 4 (1,5 contro 3,7) e 6 (1,1 contro 3,8) mesi.

Similmente, malgrado i punteggi comparabili del Piede e della Caviglia di Maryland al riferimento, i pazienti BTX-UN-trattati hanno avuti miglioramento significativamente maggior sopra lo studio di tutto di quanto i pazienti steroide-trattati.

Sebbene entrambi i gruppi pazienti avvertano i miglioramenti significativi del Piede Ortopedico Americano ed Inabilità dei punteggi e del Piede e della Caviglia della Società della Caviglia Indicizzi i punteggi ai 15 giorni dopo il trattamento, BTX-A è stato associato con una risposta più veloce e più continua del trattamento che gli steroidi.

I ricercatori notano che tutti i pazienti sono stati indicati il dorsiflexion e il plantarflexion che allungano gli esercizi per cominciare in una settimana del trattamento.

“È importante notare che i pazienti devono eseguire la fascia plantare che allunga gli esercizi per ottenere una rapida e un miglioramento continuo del fasciitis plantare,„ dice Carlos Acosta-Olivo (Ospedale Universitario “Dott. Jose E Gonzalez,„ Universidad Autonomade Nuevo Leon, Monterrey, Messico) e colleghe.

dovuto la piccola dimensione di studio, il gruppo non poteva valutare l'impatto di alto indice di massa corporea su risultato del trattamento ma nota che l'obesità è un fattore di rischio significativo per lo sviluppo del fasciitis plantare.

Acosta-Olivo ed altri quindi concludono nell'Internazionale della Caviglia e del Piede che questo fattore dovrebbe essere considerato quando valuta i pazienti.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.