Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il movimento di Consenso promuove l'accesso radiale per intervento coronario

Da Eleonor McDermid, Reporter Senior dei medwireNews

Un documento Europeo di consenso mira ad incoraggiare i interventionalists a scegliere l'arteria radiale sopra accesso dell'arteria femorale nel possibile quando realizza l'intervento coronario percutaneo (PCI).

L'accesso Radiale presenta i chiari vantaggi sopra accesso femorale, secondo l'istruzione dall'Associazione Europea degli Interventi Cardiovascolari Percutanei, dall'Associazione Cardiovascolare Acuta di Cura e dalla Società Europea del Gruppo Di Lavoro Della Cardiologia su Trombosi.

Questi comprendono il ambulation paziente più veloce, meno accedono alle complicazioni del sito e ad una riduzione probabile dei costi. Tuttavia, gli autori dell'istruzione sollecitano che l'accesso radiale non può essere sempre è appropriato.

“In una piccola percentuale dei pazienti che l'approccio radiale non funziona, per esempio se le arterie nel braccio sono troppo piccole, se le situazioni anatomiche rare ostacolano l'approccio radiale, o se le strategie interventional specifiche sono necessarie,„ dicessero il co-author Kurt Huber (Ospedale di Wilhelminen, Vienna, Austria) in un'istruzione della stampa. “Così i interventionalists dovrebbero anche conoscere l'approccio femorale.„

Il documento di consenso nota che la tariffa dell'errore di accesso con l'arteria radiale è sceso nel corso degli anni come la strumentazione è migliorato e gli operatori hanno acquisito l'esperienza ed è ora alla pari di accesso femorale. È egualmente la strategia meno rischiosa, con un grande organismo di prova che mostra una profonda riduzione dello spurgo di maggiore del Access-sito senza l'aumento nello spurgo del non Access sito. Ciò è particolarmente pertinente nei gruppi ad ad alto rischio per le complicazioni d'emorraggia, vale a dire pazienti con le sindromi coronariche acute, donne e gli anziani.

La riduzione delle complicazioni può provocare i risultati più a lungo termine migliori, compreso la sopravvivenza. Sebbene la prova descritta nell'istruzione rimanga ambigua, supporta la possibilità dei risultati migliori con la parte radiale contro accesso femorale, specificamente in pazienti con infarto miocardico di St-elevazione ed in quelli curati dagli operatori radiali più con esperienza.

Inoltre, i pazienti preferiscono forte l'accesso radiale, pricipalmente perché possono essere mobili subito dopo della procedura. E “non ha sottoposto mai alla ricerca, ma, “il discreteness„ del sito di foratura lontano dall'area pubica egualmente contribuisce alla preferenza paziente,„ dica Hamon (Centro Marziale Hospitalier Universitaire de Caen, Francia comunemente citate) ed i colleghi in EuroIntervention.

Oltre a descrivere la spiegazione razionale per un movimento concordato verso accesso radiale, l'istruzione egualmente offre il consiglio sull'applicare un programma radiale di accesso e dà le raccomandazioni tecniche. In particolare, gli autori evidenziano l'importanza di raggiungimento dei volumi alti dell'operatore e del centro, del mantenimento della competenza con l'approccio femorale e di gestione della curva di apprendimento.

Relativamente alla curva di apprendimento, attirano l'attenzione sul rischio per il colpo periprocedural e l'infarto cerebrale silenzioso, che è pensato per aumentare in conformità con la durata di procedura ed il periodo di manipolazione del catetere.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.