Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Standard cosmetici BRITANNICI di procedure annunciati

Da Lynda Williams, Reporter Senior dei medwireNews

L'Istituto Universitario Reale dei Chirurghi ha pubblicato un rapporto sugli standard, sulle competenze e sui comportamenti professionali preveduti per i medici, gli infermieri ed i dentisti che eseguono le procedure cosmetiche nel REGNO UNITO.

Gli Standard Professionali per il rapporto Cosmetico di Pratica è stato rilasciato davanti al Dipartimento del governo BRITANNICO della critica cosmetica di Salubrità, preveduto per essere pubblicato nel marzo 2013.

Il rapporto è stato scritto dal Gruppo Di Lavoro Chirurgico Cosmetico di Pratica, composto dei membri da 13 organismi professionali. Questi includono l'Istituto Universitario Reale dei Chirurghi dell'Inghilterra, l'Associazione Britannica dei Chirurghi Plastici Estetici (BAAPS), della Facoltà di Ambulatorio Dentario, dell'Istituto Universitario Reale degli Ostetrici e dei Ginecologi e dell'Associazione Britannica dei Dermatologi.

Raccomanda che tutti i trattamenti cosmetici, compresi il trattamento del laser e cosmetici iniettabili quale Botox, dovrebbero essere forniti soltanto da medici autorizzati e infermieri diplomati e dentisti.

Le procedure Dilaganti dovrebbero essere eseguite soltanto da medici sul registro Medico Generale dello specialista del Consiglio, mentre come minimo le procedure dilaganti possono essere effettuate da medici, dai dentisti e dagli infermieri qualificati.

I Professionisti dovrebbero anche avere addestramento di abilità di vita completa in conformità con le linee guida del Consiglio BRITANNICO della Rianimazione ed assicurare i pazienti abbia accesso da aiutare sempre, gli stati di rapporto. L'Assicurazione danni dovrebbe essere adeguata riguardare tutte le procedure eseguite.

Inoltre, il gruppo di lavoro raccomanda che i professionisti cosmetici debbano essere aperti circa le loro qualifiche professionali ai loro pazienti e vendita dei prodotti che è “onesta e responsabile.„

I Professionisti dovrebbero anche essere sicuri che i pazienti hanno comprensione completa delle implicazioni finanziarie del trattamento prima che firmino un modulo di consenso e forniscono una procedura di reclami per i loro pazienti.

“I Professionisti dovrebbero aderire ai trattamenti di cura paziente descritti in questo documento, che evidenzia l'importanza di preparazione del paziente prima della procedura, assicurandosi che il paziente abbia una comprensione completa dei rischi coinvolgere nella procedura, considerazione dell'esigenza di una valutazione psicologica e pre e dei requisiti postoperatori della procedura,„ gli stati del gruppo di lavoro.

Presidente di BAAPS Rajiv Grover ha accolto favorevolmente il rapporto in un comunicato stampa. Tuttavia, commentando il consiglio sulle consultazioni pazienti, ha detto che “BAAPS sarebbe andato una fase più ulteriormente di questo rapporto e senza ambiguità avrebbe specificato che le consultazioni devono soltanto mai essere con il chirurgo che realmente effettuerà la procedura.„

Rajiv ha aggiunto che BAAPs egualmente ha raccomandato il più forte regolamento sulla pubblicità delle procedure cosmetiche, che sono destinate per raggiungere le vendite piuttosto o informano dei pazienti potenziali.

“Sebbene [Istituto Universitario Reale del Chirurgo] il rapporto suggerisca il controllo più stretto dell'introduzione sul mercato in questa area con un divieto di tali strategie come le offerte limitate nel tempo, al BAAPS riteniamo ancora che ci sia una necessità di andare ancora ulteriore - il solo modo completamente proteggere il pubblico è di avere un divieto autentico di pubblicità, come si vede in alcuni Paesi europei e che è egualmente applicabile alle medicine di prescrizione,„ ha detto.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.