Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

la tecnica Senza iniezione della vaccinazione mostra la promessa

Da Helen Albert, Reporter Senior dei medwireNews

I risultati di Studio indicano che una nuova tecnica senza iniezione della vaccinazione, applicata attraverso una toppa sull'interfaccia, può indurre lo stesso livello di risposta immunitaria come iniezione vaccino standard una volta data ai mouse.

I ricercatori hanno usato una versione secca di un vaccino in tensione del HIV del candidato, un tipo vaccino che avrebbe richiesto normalmente il trasporto e l'archiviazione in un ambiente freddo (tipicamente un massimo di 8°C, sebbene generalmente più fresco). Tuttavia, il vaccino secco è sembrato rimanere stabile ed efficace una volta tenuto alla temperatura ambiente.

“Questo lavoro apre la possibilità emozionante di potere consegnare i vaccini vivi in un contesto globale, senza l'esigenza di refrigerazione,„ ha detto lo studio l'autore Linda Klavinskis (Re College Londra, REGNO UNITO) in un'istruzione della stampa.

“Potrebbe potenzialmente diminuire il costo di fabbricazione e di trasporto, migliora la sicurezza (poichè non ci sarebbe stato perdita nella potenza) ed evita il bisogno dell'iniezione del ago di stampa ipodermico, diminuente il rischio di trasmissione della malattia sangue-sopportata dai aghi di stampa contaminati e siringhe,„ ha aggiunto.

Come riportato negli Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze, Klavinskis ed i colleghi hanno usato una muffa del silicio per creare una schiera del microneedle fatta di una versione secca al del vaccino basato a adenovirus del HIV del candidato combinato con saccarosio.

Una Volta provato in mouse del laboratorio, il gruppo ha trovato che il vaccino si è dissolto efficacemente nell'interfaccia ed ha avviato una risposta immunitaria di natura molto simile a quella stimolata dalla consegna vaccino convenzionale. Più specificamente, l'espansione A Cellula T di CD8+ è stata osservata, oltre alle risposte multifunzionali di citochina.

Il grado ed il tipo di reazione immune avviati dalla tecnica della vaccinazione di schiera del microneedle erano equivalenti a quello prodotto dalla stessa dose del vaccino iniettato al modo standard e memorizzato a -80°C.

I ricercatori hanno indicato che il vaccino si è distribuito sia nel derma che in epidermide, con le celle dentritiche di CD11c+ che svolgono un ruolo chiave nell'acquisto e nella distribuzione del vaccino più ulteriormente intorno all'organismo.

“Questa nuova tecnica rappresenta un salto enorme in avanti nel superamento delle sfide di consegna del programma di vaccinazione per le malattie quali il HIV e la malaria,„ Klavinskis commentato.

“Ma questi risultati possono anche avere più ampie implicazioni per altri programmi di vaccinazione della malattia infettiva, per esempio le vaccinazioni infantili, o persino altri termini infiammatori ed autoimmuni quale il diabete,„ ha concluso.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.