Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il componente del cardo selvatico di Latte mostra i beni di promessa della protezione di interfaccia

Da Helen Albert, Reporter Senior dei medwireNews

Silibinin, una componente chiave dei semi del cardo selvatico di latte, può contribuire a proteggere da danno dell'interfaccia causato tramite radiazione ultravioletta di B (UVB), risultati di studio di manifestazione pubblicati nella Carcinogenesi Molecolare.

Questi risultati supportano i risultati precedenti dagli stessi ricercatori che indicano che il silibinin promuove la distruzione delle celle nocive tramite radiazione di ultravioletto A (UVA), ma celle non in buona salute.

“Quando fate influenzare una cella tramite radiazione UV, volete ripararlo o ucciderlo in moda da non poterla continuare a causare il cancro. Mostriamo che il silibinin fa entrambi,„ l'autore senior commentato di entrambi gli studi Rajesh Agarwal (Università di Colorado, Aurora, U.S.A.) in un'istruzione della stampa.

Lo studio precedente, pubblicato nella Fotochimica e nel Photobiology, ha indicato che le cellule epiteliali umane che sono state curate con silibinin prima dell'esposizione a UVA erano più probabili autodistruggersi dopo il danno che quelle che non erano, potenzialmente sostituto come meccanismo anticancro in anticipo. I ricercatori ritengono che questo sia stato dovuto un aumento nella versione delle specie reattive dell'ossigeno.

Il secondo, studio più recente indica che il silibinin protegge le cellule epiteliali umane dal danno tramite l'esposizione di UVB aumentando la quantità (IL) di interleukin-12 che producono, così permettente li di riparare più facilmente il danno. IL-12 può indurre le risposte immunitarie ed ha attività anti-angiogenica potente, che piombo ai suggerimenti che può essere un agente anticancro utile.

Questi risultati sono stati convalidati in vivo in uno studio del mouse. Il gruppo ha trovato che il silibinin attuale applicato ha aumentato la quantità di IL-12 in interfaccia con danno di UVB, ma non in interfaccia non esposta sana.

“Tenendo Conto del fatto che milioni di persone ottengono ha esposto costantemente a UVB solare… l'uso di post-danno di silibinin poichè un induttore di IL-12 endogeno in interfaccia umana UVB-nociva per la riparazione di danno del DNA potrebbe essere un pratico e l'approccio di traduzione nella diminuzione luce-ha causato i danni in interfaccia umana che finalmente piombo al cancro di interfaccia,„ suggerisce gli autori dello studio Molecolare di Carcinogenesi.

“È stato di 20 anni di lavoro con questo composto, silibinin,„ Agarwal ha detto la stampa. “In primo luogo abbiamo notato la sua efficacia nella cura sia i cancri del solido che dell'interfaccia e noi ora abbiamo una maschera molto più completa dei meccanismi che permettono che questo composto lavori.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.