Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio trova la ragione per la quale i pazienti con dolore cronico soffrono spesso dalla memoria a breve termine alterata

Un gruppo di ricercatori portoghesi da IBMC e di FMUP all'università di Oporto ha trovato la ragione per la quale i pazienti con dolore cronico soffrono spesso dalla memoria a breve termine alterata. Lo studio, essere pubblicato nel giornale della neuroscienza, mostra come il dolore persistente interrompe il flusso di informazione fra due regioni del cervello cruciali conservare le memorie temporanee.

Il dolore cronico soffre spesso si lamenta dei problemi della memoria a breve termine. I meccanismi neurali perché questo accade tuttavia non sono capiti. Gli studi recenti in animali hanno indicato che il dolore può disturbare parecchi processi conoscitivi come pure cambiare le vie del cervello per come pensiamo e riteniamo. Delle molte perturbazioni conoscitive ha osservato il più importante comprendere i problemi nella memoria spaziale, nella memoria di riconoscimento, nell'attenzione e nelle perfino decisioni emozionali e non emozionali.

Nel nuovo articolo che il gruppo dei ricercatori dall'università di Oporto piombo da Vasco Gallardo descrive in un modello del ratto di dolore neuropatico come un circuito di un neurone cruciale per il trattamento della memoria a breve termine è influenzato da dolore. Il circuito, stabilito fra la corteccia prefrontale e l'ippocampo, è essenziale per la codifica e la conservazione delle memorie temporanee su informazioni spaziali. I ricercatori hanno utilizzato gli multi-elettrodi impiantati nel cervello per registrare l'attività di un neurone durante il dipendente di comportamento della memoria spaziale - gli animali sono stati preparati in un labirinto in cui hanno dovuto scegliere fra due percorsi alternativi e poi sono stati chiesti di richiamare il loro percorso scelto.

I risultati indicano che dopo che una lesione dolorosa là è una riduzione significativa della quantità di informazioni che attraversano il circuito. Ciò potrebbe significare una perdita di abilità ad informazioni trattate sulla memoria spaziale della localizzazione, o che quelle regioni critiche alla memoria ora “sono sopraffatte„ dagli stimoli dolorosi che interrompono il flusso di informazione per la memoria.

Secondo Vasco Gallardo, il gruppo “già ha dimostrato che la lesione periferica del nervo induce un'instabilità nella capacità di codifica spaziale dei neuroni dell'ippocampo„, dove è veduto “una chiara riduzione della loro capacità di codificare le informazioni sulla posizione dell'animale.„

 Così all'autore “questo lavoro recente contribuisce alla dimostrazione che il dolore cronico induce le alterazioni nella funzione dei circuiti del cervello che direttamente non sono connessi ai trattamenti tattili o dolorosi„.  Per un risultato di dolore cronico è veduto che “sono i circuiti di un neurone anche influenzati collegati al trattamento delle memorie e delle emozioni, che cosa potrebbe significare un'esigenza di più grandi e strategie più integranti nel trattamento delle patologie dolorose„, dice il ricercatore.