I vasi sanguigni svolgono un ruolo importante nell'impedire la diffusione delle cellule tumorali

Una mancanza del endoglin della proteina nei vasi sanguigni dei mouse del tumore-cuscinetto permette alla diffusione dei tumori della figlia, secondo i ricercatori a Karolinska Institutet ed all'università di Lund in Svezia in uno studio pubblicato nel periodico scientifico il giornale di medicina sperimentale. Poichè il sistema vascolare del tumore costituisce una barriera importante alla diffusione delle cellule tumorali, il gruppo suggerisce che le droghe dovrebbero essere sviluppate per rinforzare la funzione protettiva dei vasi sanguigni.

Gli studi sul trattamento della metastasi (la diffusione dei tumori della figlia) pricipalmente hanno messo a fuoco su come i beni delle cellule tumorali stessi promuovono la loro diffusione. Per lo studio presente, tuttavia, i ricercatori hanno studiato la funzione di una via specifica del segnale che consiste del endoglin della proteina nel sistema vascolare dei mouse del tumore-cuscinetto. Hanno scoperto che quando il gene che codificano per il endoglin mancava nei vasi sanguigni in tumori nel petto, nel polmone o nel pancreas, piombo alla diffusione metastatica aumentata ad altri organi.

“Lo studio indica che i vasi sanguigni svolgono un ruolo importante nell'impedire la diffusione delle cellule tumorali attraverso la circolazione sanguigna,„ dice Kristian Pietras, professore all'università di Lund ed anche affiliato a Karolinska Institutet. “Questo è perché i vasi sanguigni che mancano nel endoglin cambiano in un modo che lo rende più facile affinchè le cellule tumorali entri nella circolazione sanguigna e spargersi ad altri organi. Così a tal fine, suggeriamo che le droghe dovrebbero essere sviluppate per rinforzare la funzione della barriera dei vasi sanguigni per impedire la diffusione di cancro.„

I risultati dello studio sono egualmente di importanza ai pazienti con la sindrome congenita rara Telangiectasia emorragico ereditario (HHT), che in alcuni pazienti è causata dalla mancanza di onecopy del gene di endoglin. HHT causa le deformità dei capillari di sangue ed aumenta il rischio di emorragia. I ricercatori ritengono che i pazienti di HHT afflitti da cancro dovrebbero essere riflessi particolarmente molto attentamente poiché la loro barriera vascolare contro la diffusione metastatica potrebbe essere difettosa.

“Allo stesso tempo, egualmente indichiamo che tumori che si sono sviluppati in mouse che mancano del gene di endoglin sono considerevolmente più sensibili al trattamento con un determinato genere di droghe antiangiogenic che mirano al fattore di crescita VEGF,„ dice il professor Pietras. “I pazienti di HHT con cancro possono quindi trarre giovamento corrente notevolmente dagli stampi di VEGF nell'uso clinico.„

“Andando tramite i risultati del nostro studio, egualmente suggeriamo, paradossalmente, che una combinazione di droghe che bloccano il endoglin e VEGF dovrebbe essere provata come efficace terapia del cancro; thatis di una soluzione già che sono provati negli studi clinici in U.S.A.,„ aggiunge.