Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Natalizumab può essere opzione del secondo line per i pazienti pediatrici del ms

Natalizumab può essere un efficace ed il trattamento bene tollerato del secondo line per i pazienti pediatrici con la sclerosi a placche dirimessa altamente attiva (MS), dice i ricercatori.

In un gruppo di 20 pazienti (età media 16,7 anni) che ha avuto una risposta insufficiente alla terapia prima linea, l'attività di malattia è stata repressa forte dopo avere iniziato il natalizumab.

Come riportato nella neurologia di JAMA, i pazienti hanno avuti riduzioni significative delle tariffe annuali di ricaduta, dei punteggi in espansione del disgaggio di stato (EDSS) di inabilità e dei numeri di nuove lesioni del T2 durante il trattamento.

“Natalizumab è una di droghe più efficaci una volta usato per curare il ms in adulti che hanno avuti una risposta insufficiente alla terapia prima linea ma non è ancora approvata per uso in pazienti pediatrici con la malattia,„ spiega Barbara Kornek (università medica di Vienna, di Austria) e colleghi.

Nello studio corrente, 14 pazienti (di 70%) sono rimanere ricaduta libera dopo il trattamento mensile con mg del natalizumab 300 su un periodo medio del trattamento di 20 mesi. Dieci (67%) di 15 pazienti che hanno ricevuto il trattamento per 1 anno e quattro (57%) di sette curati per 2 anni sono rimanere senza ricaduta.

Per 18 pazienti, la tariffa annualizzata di ricaduta era significativamente più bassa durante la terapia che prima della terapia, con una riduzione media degli eventi di ricaduta di 3,4 all'anno.

Inoltre, tutti e 20 i pazienti hanno avuti miglioramenti significativi nei punteggi di EDSS, 13 hanno avuti una diminuzione significativa nel numero delle lesioni dimiglioramento e 10 hanno avuti un numero all'anno significativamente in diminuzione di nuove lesioni del T2.

Di 13 pazienti esaminati ad anticorpi del virus di John (JCV) Cunningham, cinque sono risultati sieropositivi, piombo alla sospensione del trattamento per tre di questi pazienti a 3,5, 1,8 e 3,5 anni.

Otto pazienti avevano interrotto la terapia prima di ultimo seguito (42 mesi) dovuto le complicazioni compreso la reazione anafilattica connessa con gli anticorpi di neutralizzazione di alto-titolo, la presenza di anticorpi di JCV, o l'astenia severa. Sei di questi pazienti ha sperimentato uno o più ricade entro 6 mesi dell'interruzione della terapia.

L'uso di natalizumab deve essere indicato rigorosamente a causa del rischio associato con JCV - leukoencephalopathy multifocale progressivo indotto, un rischio che sembra aumentare con l'età e la durata del trattamento. Tuttavia, un'istruzione recente di consenso del gruppo di studio pediatrico internazionale di sclerosi a placche raccomanda che le opzioni del trattamento per i pazienti pediatrici dovrebbero comprendere il natalizumab.

“I nostri dati indicano che il natalizumab può essere sicuro ed efficace contro il ms in pazienti pediatrici con la malattia dell'innovazione,„ dicono Kornek et al. “le nostre sottolineature di studio l'esigenza degli studi controllati sull'uso di natalizumab e di altri agenti del secondo line per i bambini e gli adolescenti con la malattia dell'innovazione.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2018, August 23). Natalizumab può essere opzione del secondo line per i pazienti pediatrici del ms. News-Medical. Retrieved on January 21, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20130226/Natalizumab-may-be-second-line-option-for-pediatric-MS-patients.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Natalizumab può essere opzione del secondo line per i pazienti pediatrici del ms". News-Medical. 21 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20130226/Natalizumab-may-be-second-line-option-for-pediatric-MS-patients.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Natalizumab può essere opzione del secondo line per i pazienti pediatrici del ms". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20130226/Natalizumab-may-be-second-line-option-for-pediatric-MS-patients.aspx. (accessed January 21, 2022).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2018. Natalizumab può essere opzione del secondo line per i pazienti pediatrici del ms. News-Medical, viewed 21 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20130226/Natalizumab-may-be-second-line-option-for-pediatric-MS-patients.aspx.