Droghi per alleviare il dolore dell'osteoartrite felina identificato

Dal Tipo di Sara, Reporter dei medwireNews

Il meloxicam di anti-infiammatorio non steroideo migliora significativamente l'attività fisica di notte in caponi con l'osteoartrite (OA), indicante il suo potenziale come analgesico in questa popolazione felina, ricercatori del Canadese di rapporto.

“Il dolore cronico di Unalleviated induce le limitazioni funzionali, contribuisce alle difficoltà di comportamento e perdita dell'obbligazione dell'umano-animale che piombo potenzialmente per pet eutanasia o resa,„ ha detto il ricercatore Eric Troncy (Università del cavo di Montreal, di Quebec, di Canada) in un'istruzione della stampa.

“Lo sviluppo dei protocolli adattati di terapia per trattare correttamente il dolore cronico artrite-associato fornirà una migliore qualità di vita specialmente in più vecchi caponi ed a sua volta avrà un impatto diretto sui proprietari, poichè il loro capone sarà più attivo e socievole,„ lui ha aggiunto.

Troncy ed i colleghi hanno identificato 39 caponi con OA e sei senza basato sugli esami radiografici ed ortopedici. Questi animali poi sono stati osservati su un periodo di tre settimane per misurare la loro andatura, i loro livelli di radioattività e la loro sensibilità per toccare, mentre catturavano una droga del placebo.

Come pubblicato Nel Giornale Veterinario, il gruppo di ricerca ha trovato che, il camice, caponi con OA sensibilmente più è stato influenzato nell'analisi al suolo verticale di punta della forza di reazione (PVF) (un'indicazione di danno dell'arto) che le loro controparti senza la malattia.

Gli animali di OA egualmente hanno avuti una soglia significativamente più bassa per il tocco dall'nell'analisi indotta anesthesiometer di ritiro della zampa di von Frey che quelli senza la circostanza.

Ciò che trova suggerisce che “la sensibilizzazione centrale (indotta da input nociceptive continuo ed intensivo dalla giuntura di OA) sia un meccanismo di fondo di dolore nei caponi di OA come già è pensato in esseri umani,„ dice i ricercatori.

Gli Animali poi sono stati definiti a caso a continuano a ricevere il placebo, o catturare il meloxicam ad una dose di 0,025, 0,040, o 0,050 mg/kg per 3 settimane.

Mentre c'era effetto significativo non globale del trattamento nelle analisi di PVF per l'arto il severamente commovente dei caponi, c'era un importante crescita in PVF per il 0,025 e 0,050 mg/kg meloxicam-hanno trattato i caponi durante la notte (17:00 al 06:58) rispetto al periodo del placebo.

I Caponi che hanno ricevuto queste due dosi di meloxicam egualmente hanno avuti più alta ad un'intensità basata a accelerometro di attività motoria (che indica i livelli di radioattività) durante il periodo di notte rispetto durante alla fase del placebo dello studio.

Nessuno delle dosi del trattamento hanno pregiudicato dai i risultati dei test indotti anesthesiometer di ritiro della zampa di von Frey, rapporto Troncy et al.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.