Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La ricerca controllata prova come i trattamenti differenti possono essere integrati nella depressione

Questo studio dimostra che cominciare con la psicoterapia può essere preferibile dentro pazienti esterni leggermente e moderatamente depressi. Per i pazienti che ricevono PDT o gli antideprimente, la terapia combinata dopo mancanza di risposta iniziale sembra essere utile. Tuttavia, questa strategia sequenziale non è preferita sempre dai pazienti.

Una ricerca controllata che è pubblicata nella questione attuale di psicoterapia e di Psychosomatics ha provato come i trattamenti differenti possono essere integrati nella depressione.

La risposta insufficiente al monotreatment per la depressione è un fenomeno comune nella pratica clinica.
Nondimeno, la prova che indica come continuare in tali casi è rada. Questo studio esamina la seconda fase di algoritmo sequenziale del trattamento, in cui 103 pazienti esterni con la depressione moderatamente severa inizialmente sono stati ripartiti con scelta casuale alla terapia psychodynamic complementare a breve termine (PDT) o agli antideprimente.

I pazienti che hanno riferito più di meno miglioramento di sintomo di di 30% dopo 8 settimane sono stati offerti il trattamento combinato. Le misure di risultato erano la scala di valutazione della depressione di Hamilton (HAM-D), l'impressione globale clinica della severità e del miglioramento, il subscale della depressione SCL-90 ed il questionario di EuroQOL. Malgrado essere nonresponsive, circa 40% dei pazienti ha preferito continuare con monoterapia. Alla chiusura del trattamento, i pazienti inizialmente ripartiti con scelta casuale a PDT avevano migliorato più di quelli inizialmente che ricevono gli antideprimente, come indicato dal HAM-D e dal EuroQOL, indipendentemente da se l'aggiunta era accettata oppure no. Cominciando con la psicoterapia può essere preferibile dentro pazienti esterni leggermente e moderatamente depressi. Per i pazienti che ricevono PDT o gli antideprimente, la terapia combinata dopo mancanza di risposta iniziale sembra essere utile. Tuttavia, questa strategia sequenziale non è preferita sempre dai pazienti.

Source:

Psychotherapy and Psychosomatics