Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Robot animali per il trattamento di demenza: un'intervista con il professor Wendy Moyle, università di Griffith

IMMAGINE dell

Dove l'idea di utilizzare i robot animali nel trattamento di demenza è nato?

Un capone robot in primo luogo trialled negli Stati Uniti all'inizio del 2004 come animale domestico del tambuccio per la gente con demenza. Una serie di case di cura hanno il giocattolo del `' o animali robot che utilizzano come spettacolo per i residenti come pure la gente più anziani con demenza.

Sebbene disponibile facilmente per uso ci sia stato la ricerca limitata condotta sul per mezzo dei robot animali ed in particolare nel utilizzarli in un modo terapeutico o emozionale con la gente che vive con la demenza. Ancora, gli studi precedenti come quelli condotti dal rivelatore di Paro sono stati limitati dalle limitazioni di progettazione come pure del campione.

Che vantaggi gli animali robot presentano sopra animali del giocattolo tradizionale del `'?

Ciò è qualcosa che egualmente siamo interessati dentro quanto alla data che la ricerca non ha esaminato un confronto fra del ` giocattolo (del non robot)' gli animali e gli animali robot. Tuttavia, la nostra ricerca preliminare ha trovato che le funzionalità robot di Paro assistono la persona con demenza per impegnarsi.

Il professor Takanori è in Australia dal Giappone per incontrare il professor Wendy Moyle per parlare dei robot per demenza. Al villaggio di pensione della sosta di Sinnamon. L alla R Wendy Moyle, Nancy Greenless, il professor Takanori con il robot della guarnizione

Il professor Takanori è in Australia dal Giappone per incontrare il professor Wendy Moyle per parlare dei robot per demenza. Al villaggio di pensione della sosta di Sinnamon.

Per esempio, quando i giri di Paro quando chiamato e risponde positivamente al tocco che egualmente osserviamo la persona con demenza che connette con il robot per incoraggiare il Paro a rispondere ancora con loro.

Perché pensate là siete stati la ricerca limitata sul utilizzare i robot animali in un modo terapeutico?

Sembra che alcuni membri della società non siano entusiasta vedere che i robot utilizzati nella cura sociale e di salubrità e questo probabilmente abbia avuto un'influenza sulle opportunità, compreso accesso ai fondi ricercare il loro uso.

Per esempio, quando in primo luogo cerca i fondi per la nostra ricerca siamo stati sfidati da parecchi professionisti del settore medico-sanitario che hanno espresso i timori che ci hanno ritenuti stavano provando a sostituire il ruolo della personale che dispensa le cure con i robot. Ciò era malgrado i nostri rapporti ed il protocollo che ha dimostrato il robot doveva essere usato come aggiunta al ruolo di personale che dispensa le cure.

Inoltre finché la gente non vedi le funzionalità robot di alcuni dei nostri animali robot immaginano che siano giocattoli farciti ed esprimono le preoccupazioni circa dare i giocattoli alla gente più anziana.

Questo tipo di ricerca richiede i considerevoli fondi di costituire un fondo per non solo l'approvvigionamento del Paro ma anche della prova della ricerca. Quando i fondi non sono disponibili questo diminuirà così naturalmente il numero delle prove condotte.

Prego potete fare ad una breve introduzione “a Paro„ la guarnizione robot?

Paro è stato sviluppato da Takanori Shibata, un ricercatore all'istituto nazionale del Giappone di scienza e tecnologia industriale avanzata. Paro è un robot terapeutico e animale tipo in seguito all'apparizione di una foca della Groenlandia del bambino.

Paro

Paro ha sensori tattili e muove la sue coda ed alette e risponderà aprendo i sui occhi ed avanzando la sua fronte di taglio verso il suono della voce. I sensori di Paro riflettono il suono, l'indicatore luminoso, la temperatura ed il tocco e Paro hanno risposto giustamente, come risposta al suo nome e che è segnata.

Paro può mostrare le varie emozioni compreso la sorpresa, la felicità e la rabbia e Paro griderà se non sta ricevendo l'attenzione sufficiente.

Perché una guarnizione è stata sviluppata sopra un animale domestico più tradizionale quali un cane o un capone?

Qualche gente ha un timore dei caponi o dei cani per esempio, mentre Paro è un animale neutrale e certamente non uno che la gente tende ad avere timori di. La forma e la dimensione di Paro è approssimativamente la dimensione di un bambino neonato in modo da troviamo questo egualmente permette che la persona tenga Paro e collochi Paro sulla loro spalla o rivestimento appena mentre con un bambino neonato.

Fin qui troviamo che la gente coinvolgere nella nostra ricerca tende ad esaminare Paro con la sorpresa ed a cercare di capire che cosa è. Non abbiamo avuti chiunque che fosse stato spaventoso di Paro. Nel utilizzare gli animali robot in una situazione del gruppo troviamo che qualche gente preferirà un capone ma fin qui non abbiamo confrontato le reazioni al nostro assortimento degli animali robot.

Che sintomi di demenza Paro tratta?

La nostra ricerca preliminare ha indicato che Paro stimola ed impegna la gente con demenza e con alcune persone questo le ha aiutate per comunicare le loro emozioni. Ancora, abbiamo trovato che Paro diminuisce l'ansia e migliora gli stati dell'umore.

Come pensate Paro producete questi effetti?

Paro impegna una risposta emozionale mentre reagisce alla gente che risponde a. Per esempio, risponderà una volta chiamato e reagisce pacificamente quando una persona le mostra l'attenzione. Il segno del Paro può essere lenitivo ma la funzionalità che sembra ritirare la gente a Paro è i sui occhi; lampeggia i sui cigli lunghi e guarda direttamente nella fronte di taglio della persona che ha parlato.

Il professor Takanori è in Australia dal Giappone per incontrare il professor Wendy Moyle per parlare dei robot per demenza. Al villaggio di pensione della sosta di Sinnamon. L alla R Wendy Moyle, Nancy Greenless, il professor Takanori con il robot della guarnizione

Tuttavia, è non solo la gente con demenza che trova che Paro induce una risposta di rilassamento. Per esempio, sono stato nelle situazioni nella mia università ed alle conferenze dove i academics prenderanno il Paro e parleranno con come se fosse un modulo umano. Proprio mentre adulti che godiamo del gioco e Paro offre questa opportunità in un modo di conforto.

Come pianificazione valutare i vantaggi di Paro?

Pianificazione costruire sulla nostra ricerca con un più grande campione dei partecipanti e considerare l'effetto delle funzionalità robot e sul contributo del robot alla comunicazione ed all'interazione del sociale.

La nostra ricerca userà un approccio misto di metodo che catturerà gli effetti facendo uso di entrambi i risultati quantitativi ed osservazioni ed interviste qualitative.

Potete descrivere prego i trattamenti correnti di demenza? Come questo robot animale confronta a loro?

La gente in metà di a demenza della fase recente presenterà spesso con i comportamenti relativi alla loro demenza che sforzo di causa per la persona e coloro che si preoccupa per loro. Per esempio, può video la apatia, l'ansia, aggressione e l'agitazione e questa le colloca a rischio dell'uso regolare supplementare del farmaco antipsicotico. Ciò è il trattamento molto costoso ed egualmente aumenta il rischio di colpo, di confusione, di cadute e di mortalità.

Fin qui non ha stato studi comparativi che esaminano l'effetto di Paro sui trattamenti farmacologici. La nostra ricerca egualmente intraprenderà un'analisi comparativa di costo di Paro ad uso farmacologico.

È lo scopo per utilizzare i robot animali oltre a cura tradizionale di demenza o invece di?

Lo scopo è di usare Paro (ed altri animali robot) inoltre piuttosto che invece di altri trattamenti. Lo scopo egualmente è per un approccio individualizzato a usando Paro ed affinchè un protocollo sia diventato che aiuterà la personale che dispensa le cure a presentare ed usare Paro.

Il professor Takanori è in Australia dal Giappone per incontrare il professor Wendy Moyle per parlare dei robot per demenza. Al villaggio di pensione della sosta di Sinnamon. L alla R Wendy Moyle, Nancy Greenless, il professor Takanori con il robot della guarnizione

Quanto Paro costa? Pensate questo costo diminuirete a tempo?

Costi di Paro intorno ai $5.000 Stati Uniti. Il costo dei componenti elettronici sta diminuendo fuori orario e quindi è probabile che il costo di Paro può fuori orario anche essere diminuito, in particolare se altri simili robot vengono sul servizio.

Dove è Paro attualmente disponibile?

Paro può essere approvvigionato dal sistema intelligente Co., srl http://paro.jp/?page_id=357

Sono ci pianificazioni per sviluppare altri robot animali per il trattamento di demenza?

Abbiamo una serie di robot animali differenti nel nostro centro di ricerca che trialling e speriamo in futuro che la nostra ricerca egualmente aiuterà i rivelatori degli animali robot ad avanzare il loro sviluppo delle funzionalità che troviamo per essere utili.

Pensate i robot animali sareste utile per il trattamento delle altre circostanze?

Sì, la comodità che Paro per esempio porta alla gente più anziana senza dubbio sarà utile per i bambini piccoli ed in particolare può essere utile quando i bambini sono esposti ai fattori di sforzo che li inducono a fare soffrire.

Dove possono i lettori trovare più informazioni?

http://www.griffith.edu.au/health/centre-health-practice-innovation/news-events

http://www.griffith.edu.au/health/centre-health-practice-innovation/staff/professor-wendy-moyle

Circa il professor Wendy Moyle

GRANDE IMMAGINE di Wendy MoyleIl professor Wendy Moyle è il Direttore del centro per l'innovazione di pratica di salubrità (HPI), un programma di ricerca nell'istituto di salubrità di Griffith all'università di Griffith, Brisbane, Australia.

È un partner e una guida della ricerca in un centro di ricerca di collaborazione di demenza nazionale - consumatori e personale che dispensa le cure, dove il fuoco del suo lavoro è sull'impatto dell'impegno sociale e della qualità di vita per la gente con demenza, le famiglie e la personale che dispensa le cure.

La ricerca di Wendy si è evoluta intorno alle emissioni professionali di pratica che mettono a fuoco su prova per pratica nelle aree di cura ed in particolare di salute mentale e di demenza invecchiate. Più recentemente il suo fuoco della ricerca è stato sull'individuazione della prova per riuscire sintomi comportamentistici e psicologici di demenza (BPSD) facendo uso delle prove controllate a verificare gli interventi delle tecnologie, della medicina psicosociale e complementare ed alternativa.

È un membro del gruppo di consultazione dell'organizzazione mondiale della sanità sulla classificazione di comportamentistico ed i sintomi psicologici nei disordini di Neurocognitive per ICD-11 e nel co-presidente dello Psychogeriatric internazionale (IPA) cura' il gruppo di interesse speciale, in cui recentemente guidata co una revisione del IPA cura' la guida per BPSD.

April Cashin-Garbutt

Written by

April Cashin-Garbutt

April graduated with a first-class honours degree in Natural Sciences from Pembroke College, University of Cambridge. During her time as Editor-in-Chief, News-Medical (2012-2017), she kickstarted the content production process and helped to grow the website readership to over 60 million visitors per year. Through interviewing global thought leaders in medicine and life sciences, including Nobel laureates, April developed a passion for neuroscience and now works at the Sainsbury Wellcome Centre for Neural Circuits and Behaviour, located within UCL.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cashin-Garbutt, April. (2018, August 23). Robot animali per il trattamento di demenza: un'intervista con il professor Wendy Moyle, università di Griffith. News-Medical. Retrieved on June 04, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20130405/Animal-robots-for-dementia-treatment-an-interview-with-Professor-Wendy-Moyle-Griffith-University.aspx.

  • MLA

    Cashin-Garbutt, April. "Robot animali per il trattamento di demenza: un'intervista con il professor Wendy Moyle, università di Griffith". News-Medical. 04 June 2020. <https://www.news-medical.net/news/20130405/Animal-robots-for-dementia-treatment-an-interview-with-Professor-Wendy-Moyle-Griffith-University.aspx>.

  • Chicago

    Cashin-Garbutt, April. "Robot animali per il trattamento di demenza: un'intervista con il professor Wendy Moyle, università di Griffith". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20130405/Animal-robots-for-dementia-treatment-an-interview-with-Professor-Wendy-Moyle-Griffith-University.aspx. (accessed June 04, 2020).

  • Harvard

    Cashin-Garbutt, April. 2018. Robot animali per il trattamento di demenza: un'intervista con il professor Wendy Moyle, università di Griffith. News-Medical, viewed 04 June 2020, https://www.news-medical.net/news/20130405/Animal-robots-for-dementia-treatment-an-interview-with-Professor-Wendy-Moyle-Griffith-University.aspx.