Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio suggerisce che malati di cancro del polmone con le mutazioni HER2 possa trarre giovamento dalle droghe anti-HER2

I nuovi risultati dagli studi retrospettivi intrapresi in Europa indicano che i trattamenti anti-HER2, come il trastuzumab ampiamente usato dell'agente del cancro al seno (Herceptin), hanno effetti anticancro in un piccolo sottoinsieme dei pazienti con il non piccolo cancro polmonare avanzato delle cellule (NSCLC) che harboring le mutazioni specifiche della proteina HER2. Sebbene i cambiamenti genetici inducano le celle del tumore a fare troppo della proteina HER2 in fino a 20% dei cancri polmonari, le mutazioni nel gene HER2 si presentano in soltanto 1-2% dei cancri polmonari. Tali mutazioni nel gene HER2 piombo all'attivazione continua della proteina, che tiene le celle del tumore vive e stimola la loro crescita. Ciò è il più grande studio fin qui per esplorare l'effetto delle droghe anti-HER2 fra i pazienti con queste mutazioni rare che già avevano completato la chemioterapia iniziale standard. I risultati, pubblicati il 22 aprile nel giornale dell'oncologia clinica, suggeriscono che test HER2 per identificare i pazienti che potrebbero trarre giovamento da tali trattamenti può essere proficuo.

“Il nostro studio suggerisce che molti pazienti con le mutazioni HER2 possano trarre giovamento dalle droghe anti-HER2,„ ha detto lo studio l'autore Julien Mazières, il MD, il PhD, professore del cavo della pneumologia all'ospedale di Larrey a Tolosa, Francia. “Mentre questo vantaggio ancora deve essere confermato in un test clinico futuro, speriamo che, in base a questo e ad altro studi, stato HER2 saremo considerati quando prendono le decisioni di trattamento.„

Il cancro polmonare è la causa principale della morte in relazione con il Cancro universalmente, con soltanto una in sette pazienti che sopravvivono per cinque anni dopo la diagnosi. Negli ultimi anni, la conoscenza crescente circa la base molecolare del cancro polmonare ha lanciato un'era di medicina personale, che offre la promessa di migliori risultati pazienti adeguando ai trattamenti le mutazioni genetiche chiave nel tumore di ogni paziente. Queste mutazioni chiave sono conosciute come “mutazioni del driver,„ perché avviano e riforniscono la crescita di combustibile del tumore.

HER2 è un obiettivo di promessa del trattamento perché una serie di anti-HER2 droghe (per esempio, trastuzumab, pertuzumab, lapatinib) già sono approvate per trattare altri tipi di cancri. Gli studi iniziali in pazienti con i tumori del polmone che fanno gli importi anormali di HER2 (dovuto le copie extra del gene HER2) hanno mostrato il vantaggio minimo dal trattamento anti-HER2. Ma c'è stato poca ricerca sul vantaggio di tali trattamenti in pazienti con le mutazioni HER2 esplorate in questo studio. In questo studio, le mutazioni HER2 sono state individuate in 65 su 3.800 (pazienti di 1,7 per cento) con NSCLC diagnosticati in Francia, in Spagna ed in Svizzera. Tutti e 65 i pazienti con le mutazioni hanno avuti il modulo dell'adenocarcinoma del cancro polmonare, più (45 su 65) erano le donne ed approssimativamente a metà erano mai-fumatori (34 su 65). Circa 50 per cento di quei pazienti hanno avuti malattia di stadio IV.

Sedici pazienti (tutti con il cancro polmonare di stadio IV e la terapia priore che consistono al del doppietto basato a platino con o senza il bevacizumab) sono stati curati con una o più anti-HER2 droghe - afatinib, trastuzumab, il lapatinib (Tykerb) e masatinib. Trastuzumab è stato usato sempre congiuntamente alla chemioterapia (carboplatino, paclitaxel, vinorelbin, o docetaxel), mentre gli altri tre agenti anti-HER2 sono stati dati come monoterapia.

In generale, nove su 16 pazienti hanno avvertito un certo restringimento del tumore dopo un giro del trattamento con trastuzumab ed i due pazienti supplementari hanno avvertito il restringimento dopo un secondo giro del trattamento (uno con trastuzumab, uno con afatinib). Stabilizzazione con esperienza di malattia di tre pazienti supplementari (crescita del tumore sospesa). Fra quei pazienti che hanno tratto giovamento dai trattamenti anti-HER2, la malattia che peggiora è stata ritardata circa due volte da una media di 5,1 mesi (sopravvivenza senza progressione), tanto come veduto tipicamente in pazienti che subiscono due o tre giri della chemioterapia convenzionale. Due pazienti hanno ricevuto il lapatinib ed un masatinib, ma quei trattamenti non hanno impedito la malattia che peggiora. FDA ancora non ha approvato il afatanib e il masatinib. A gennaio il afatinib è stato accordato l'esame di priorità per il trattamento dei pazienti con NSCLC avanzato che harboring le mutazioni in EGFR (HER1), una proteina relativa a HER2.

Il Dott. Mazières aggetta quello durante circa uno o due anno che i dati da più pazienti saranno a disposizione per convalidare l'uso delle droghe anti-HER2 in questa popolazione paziente.

Source:

Journal of Clinical Oncology