Nanogels per attaccare lupus: un'intervista con Dott. Look e Dott. Fahmy, Yale University

IMMAGINE di Dott. Look e di Dott. Fahmy ARTICLE

Che cosa sono nanogels?

Nanogels è particelle sintetiche che possono essere usate per la consegna della droga. Sono circa 100 nanometro a 200 nanometro di diametro e sono fatte dai materiali sicuri e biocompatibili: un esterno del tipo di gel del lipido ed interno.

Abbiamo progettato queste particelle in modo che potessero essere usati per consegnare i composti terapeutici nell'organismo.

Potete fare prego una breve generalità di lupus?

Il lupus è una malattia autoimmune, in cui il sistema immunitario attacca erroneamente gli organi ed i tessuti dell'organismo.

I sintomi possono variare ampiamente fra i pazienti e possono comprendere i cambiamenti anormali nei globuli, nell'artrite, nelle chiazze cutanee, nella fotosensibilità, nella vasculite, nell'insufficienza renale e nei disordini neurologici.

I che trattamenti sono attualmente disponibili per lupus?

Il trattamento è basato tutta la vita sull'amministrazione delle droghe del immunosoppressore che celle immuni iperattive ed infiammazione “di giro-fuori„.

Le droghe più comunemente usate sono mofetil, ciclofosfoammide e azatioprina di micofenolato, che inibiscono la proliferazione delle cellule immuni.

I corticosteroidi possono anche essere amministrati per trattare l'infiammazione. Più recentemente, “un Benlysta chiamato biologico (belimumab)„ è stato approvato dagli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) nel 2011 per il trattamento di lupus; questo composto funziona inibendo la crescita di un tipo specifico di cella immune sa come “linfocita B.„

Che cosa sono le limitazioni principali dei trattamenti correnti di lupus?

Le terapie corrente applicate non sono efficaci in tutti i pazienti e possono essere tossiche. Inoltre, perché il lupus è una malattia cronica senza la maturazione corrente, i regimi terapeutici sono tutta la vita e possono avere bisogno di di essere costanti (quotidiano) in casi gravi; ciò può piombo alle alte tariffe di non aderenza fra i pazienti.

Malgrado questi problemi, i trattamenti di lupus hanno restato principalmente lo stessi per i 50 anni scorsi negli S.U.A.

Dove ha fatto l'idea di usando i nanogels per attaccare il lupus nascono?

Abbiamo avuti un interesse di lunga durata lo sviluppo in nanoparticelle per il immunotherapeutics e ed esplorare come la nanotecnologia può essere usata per sintonizzare il sistema immunitario per migliorare l'ossequio o impedire le malattie.

L'idea di trattamento del lupus con le nanoparticelle è sorto con le discussioni con il nostri collaboratore, mestiere di Joe, che è capo della reumatologia e professore del Immunobiology come pure Direttore di medicina investigativa, all'Yale University.

Una delle specialità della ricerca di Joe è l'autoimmunità di lupus ed ha presentato le sfide con i trattamenti correnti per lupus e l'esigenza di nuovi approcci terapeutici.

Che vantaggi terapeutici potenziali i nanogels offrono sopra i trattamenti tradizionali?

Crediamo che i nanogels migliorino la consegna dei composti terapeutici attivi a dove sono necessari nell'organismo, che è un tema classico che motiva gran parte dello sviluppo delle tecnologie controllate della versione della droga.

Con la consegna migliorata della droga alle celle immuni che causano il lupus, ci può essere maggior efficacia nel trattamento come pure nei requisiti di dosaggio meno frequenti.

Che cosa la vostra ricerca sui nanogels ha compreso?

I nanogels sono stati caricati con acido micofenolico, un immunosoppressore che è l'intervento concreto della droga clinico-usata, mofetil di micofenolato.

Abbiamo usato questi nanogels per trattare i mouse che hanno avuti una predisposizione genetica per lupus ed abbiamo provato se le particelle erano efficaci e sicure e se ci fosse qualunque vantaggio per drogare l'incapsulamento all'interno della particella.

Egualmente abbiamo caratterizzato come queste nanoparticelle hanno interagito con le celle immuni per raggiungere l'immunosoppressione.

Che cosa la vostra ricerca ha trovato?

Abbiamo trovato che i nanogels hanno fornito i vantaggi molto più lunghi di sopravvivenza che un regime della droga senza particelle.

Le particelle hanno assicurato la protezione da danno interno del rene, che è associato con lupus ed egualmente hanno attenuato l'attività infiammatoria delle celle immuni quali le celle di T CD4 e le celle dentritiche.

Inoltre, non ematologico, fegato, o le tossicità renali sono stati osservati con i nanogels.

Sono ci pianificazioni per verificare il sistema del nanogel in esseri umani?

Vorremmo vedere che come questi nanogels potrebbero trattare la malattia umana. Prima che possiamo fare quello, dovremo verificare la sicurezza di queste particelle in esseri umani con gli studi clinici appropriati.

Pensate i nanogels potreste essere usati per trattare altre malattie autoimmuni?

Sì, è la nostra speranza che queste particelle potrebbero essere usate più largamente per trattare altre malattie autoimmuni e per fornire l'immunosoppressione in altri contesti clinici, come le allergie o impedire il rifiuto del trapianto di organi.

Come questa ricerca è stata costituita un fondo per?

Questa ricerca soprattutto è stata costituita un fondo per dall'istituto di ricerca di lupus, un'organizzazione basata su New York che è dedicata alla ricerca novella nel lupus.

Egualmente abbiamo ricevuto il supporto dal Wallace H. Coulter Foundation per lo sviluppo di terapeutica di traduzione per lupus.

Avete pianificazioni per ulteriore ricerca sui nanogels e sul lupus?

Stiamo continuando lo sviluppo di questi nanotherapies. Fra i viali della ricerca stiamo esplorando, stiamo valutando come questi nanogels possono ulteriormente essere ottimizzati per lupus e se altre malattie autoimmuni potessero essere trattate in modo simile.

Dove possono i lettori trovare più informazioni?

Questa opera è pubblicata nel giornale di ricerca clinica (il primo 1° marzo 2013 online), con il titolo dell'articolo, “alla la consegna basata Nanogel di acido micofenolico migliora il lupus eritematoso sistemico in mouse.„ (doi: 10.1172/JCI65907) È disponibile al sito Web del giornale: http://www.jci.org/articles/view/65907

Circa Dott. Look e Dott. Fahmy

IMMAGINE di Dott. Look e di Dott. Fahmy BIGLo sguardo di Michael è corrente un socio postdottorale all'Yale University, dove ha ricevuto il suo Ph.D. nell'assistenza tecnica biomedica ed era un collega del programma di ricerca del laureato del National Science Foundation degli Stati Uniti e della scienza della difesa nazionale del dipartimento della difesa e del programma laureato di assistenza tecnica.

Tarek Fahmy è un professore associato di assistenza tecnica biomedica all'Yale University, con le nomine unite nell'assistenza tecnica e nel Immunobiology chimici ed ambientali. Gli interessi della ricerca del Dott. Fahmy si trovano nello sviluppo e nell'applicazione dei biomateriali per il immunotherapeutics ed i sistemi diagnostici.

April Cashin-Garbutt

Written by

April Cashin-Garbutt

April graduated with a first-class honours degree in Natural Sciences from Pembroke College, University of Cambridge. During her time as Editor-in-Chief, News-Medical (2012-2017), she kickstarted the content production process and helped to grow the website readership to over 60 million visitors per year. Through interviewing global thought leaders in medicine and life sciences, including Nobel laureates, April developed a passion for neuroscience and now works at the Sainsbury Wellcome Centre for Neural Circuits and Behaviour, located within UCL.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cashin-Garbutt, April. (2018, August 23). Nanogels per attaccare lupus: un'intervista con Dott. Look e Dott. Fahmy, Yale University. News-Medical. Retrieved on February 25, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20130424/Nanogels-to-attack-lupus-an-interview-with-Dr-Look-and-Dr-Fahmy-Yale-University.aspx.

  • MLA

    Cashin-Garbutt, April. "Nanogels per attaccare lupus: un'intervista con Dott. Look e Dott. Fahmy, Yale University". News-Medical. 25 February 2020. <https://www.news-medical.net/news/20130424/Nanogels-to-attack-lupus-an-interview-with-Dr-Look-and-Dr-Fahmy-Yale-University.aspx>.

  • Chicago

    Cashin-Garbutt, April. "Nanogels per attaccare lupus: un'intervista con Dott. Look e Dott. Fahmy, Yale University". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20130424/Nanogels-to-attack-lupus-an-interview-with-Dr-Look-and-Dr-Fahmy-Yale-University.aspx. (accessed February 25, 2020).

  • Harvard

    Cashin-Garbutt, April. 2018. Nanogels per attaccare lupus: un'intervista con Dott. Look e Dott. Fahmy, Yale University. News-Medical, viewed 25 February 2020, https://www.news-medical.net/news/20130424/Nanogels-to-attack-lupus-an-interview-with-Dr-Look-and-Dr-Fahmy-Yale-University.aspx.