L'ATTO annuncia il test clinico europeo di fase I per la malattia di Stargardt facendo uso delle celle epiteliali del pigmento retinico

Cell Technology, Inc. avanzata (“ATTO„; OTCBB: ACTC), una guida nel campo di medicina a ricupero, trattamento oggi annunciato del primo paziente nel terzo gruppo di dosaggio e settimo camice paziente, nel suo test clinico europeo di fase I per la distrofia maculare di Stargardt (SMD) facendo uso delle celle epiteliali del pigmento (RPE) retinico derivate dalle cellule staminali embrionali umane (hESCs). Il paziente è stato iniettato con 150.000 celle hESC-derivate di RPE, rispetto alla dose di 100.000 cellule utilizzata in pazienti del secondo gruppo. L'ambulatorio è stato eseguito venerdì 19 aprile, senza alcune complicazioni ed il paziente sta recuperando non movimentato.

“Stiamo prevedendo ardentemente l'avanzamento verso il gruppo definitivo in tutte e tre le prove.„

“Europa rappresenta un mercato potenziale enorme per noi, il mondo più grande dopo gli Stati Uniti, in modo da siamo soddisfatti specialmente ora di essere dopo il punto a metà strada in tutti e tre le dei nostri test clinici su entrambi i continenti,„ Gary commentata Rabin, presidente e CEO dell'ATTO. “SMD pregiudica l'altrettanto come 100.000 pazienti negli Stati Uniti e l'Europa. Inoltre, come precedentemente annunciato, il comitato (EMA) dell'Agenzia europea per i medicinali per i prodotti medicinali orfani (comp.) ufficialmente ha accordato alle nostre celle hESC-derivate di RPE l'orfano designazione del prodotto medicinale per il trattamento di SMD. Prevediamo che questo fornisca una serie di vantaggi una volta che il nostro trattamento di SMD ha fatto la transizione dalla clinica al lato del letto, compreso le tasse diminuite e la protezione da concorrenza.„

La prova di fase 1/2 è destinata per determinare la sicurezza e la tollerabilità delle celle hESC-derivate di RPE che seguono il trapianto sotto-retinico in pazienti con SMD a 12 mesi, il punto finale primario dello studio. Farà partecipare complessivamente 12 pazienti, con i gruppi di tre pazienti ciascuno in un formato ascendente di dosaggio.

“Siamo soddisfatti ora di entrare nella secondo metà di tutti i nostri test clinici per degenerazione maculare senile,„ ha detto Robert Lanza, M.D., ufficiale scientifico principale. “Stiamo prevedendo ardentemente l'avanzamento verso il gruppo definitivo in tutte e tre le prove.„

Source:

Advanced Cell Technology