Gli antideprimente possono aumentare il rischio di infezione difficile del C. in pazienti depressi

Gli adulti con la depressione e chi ricevono determinati tipi di antideprimente hanno un rischio aumentato di sviluppare il clostridio difficile, un'infezione ospedale-associata costosa e seria, secondo un nuovo esame del sistema di salubrità dell'università del Michigan.

Gli Americani più anziani che erano vedovi e coloro che ha vissuto da solo erano egualmente più probabile sviluppare il C. difficile, un batterio che causa un numero crescente delle infezioni serie negli ospedali degli Stati Uniti e nelle case di cura ed è responsabili di più di 7.000 morti all'anno nel paese. I sintomi variano da diarrea ad infiammazione pericolosa del colon.

I risultati compaiono nella medicina del giornale BMC dell'accesso aperto della centrale di Biomed.

“Lungamente abbiamo saputo che la depressione è associata con i cambiamenti nel sistema gastrointestinale. Nella nostra ricerca, abbiamo indicato che gli adulti con la depressione sono più probabili sviluppare l'infezione difficile del clostridio - un'infezione potenzialmente interna. Ogni anno negli Stati Uniti, ci sono più di 300.000 tali infezioni in ospedali da solo,„ dice l'autore principale Maria Rogers, Ph.D., M.S., assistente universitario di ricerca nella medicina interna alla facoltà di medicina dell'università del Michigan e direttore di ricerca del programma paziente di potenziamento di sicurezza al sistema di salubrità di U-M ed al sistema sanitario di VA Ann Arbor.

“Questi risultati ci aiuteranno meglio ad identificare quelli a rischio dell'infezione difficile del C. ed eventualmente ad incoraggiare la prospezione delle interazioni di fondo fra il cervello e l'intestino.„

In un campione nazionalmente rappresentativo degli Americani più anziani, Rogers ed i suoi colleghi hanno trovato che le persone con la depressione principale erano 36 per cento più probabili da sviluppare l'infezione difficile del C. che quelle senza depressione. Gli adulti che erano vedovi hanno avuti un rischio maggior 54 per cento di quanto i pari sposati mentre coloro che ha vissuto con altri hanno fatti confrontare un rischio in diminuzione 25 per cento a coloro che ha vissuto da solo.

“Sappiamo che quella gente più anziana che vive da solo è più probabile avvertire la depressione in modo da è possibile che il collegamento fra l'infezione del C. e la vedovanza difficile rifletta la relazione fra la depressione e questo tipo di infezione,„ dice Rogers, che è egualmente un membro dell'istituto di U-M per polizza e l'innovazione di sanità.

Gli autori egualmente hanno trovato che i pazienti che hanno ricevuto gli antideprimente comuni Remeron (mirtazapine) e Prozac (fluoxetina) erano due volte probabili verificare il positivo a C. difficile. Entrambe le droghe precedentemente sono state collegate agli effetti secondari gastrointestinali. Nel frattempo, la maggior parte dei tipi di antideprimente non hanno pregiudicato il rischio di infezione.

È poco chiaro se l'aumento nel rischio di infezione è dovuto i cambiamenti microbici nell'intestino durante la depressione o ai farmaci connessi con la depressione, nota degli autori.

“Questa relazione fra gli antideprimente specifici ed il C. difficile è nuova e deve essere studiata più ulteriormente,„ Rogers dice. “La gente con queste prescrizioni non dovrebbe smettere di catturarle a meno che consigliato altrimenti dal loro medico.„

Il gruppo dei ricercatori di U-M è una parte dei centri di ricerca cooperativi della rete d'investigazione della ricerca di Enterics costituiti un fondo per dagli istituti della sanità nazionali.