Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio fa luce sul fenomeno dell'anestesia generale

Uno studio dall'emissione di giugno di anestesiologia ha trovato che il feedback dalla regione fronta del cervello è una particella elementare cruciale per la coscienza e che la sua rottura è associata con inconsapevolezza quando la ketamina, il propofol o il sevoflurane degli anestetici sono amministrati.

I centri del cervello ed i meccanismi della coscienza non sono stati capiti bene, con conseguente esigenza di migliori videi della coscienza durante l'anestesia. Inoltre, come gli anestetici con differenti strutture e beni farmacologici possono generare l'inconsapevolezza è stata una domanda persistente in anestesiologia dall'inizio del campo nella metà del XIX secolo.

Un gruppo dei ricercatori dall'università del Michigan, da Ann Arbor, da Mich. e dal centro medico di Asan, Seoul, Corea del Sud, ha intrapreso gli studi delle onde cerebrali (electroencephalographic, o elettroencefalogramma) della parte anteriore e delle regioni arretrate del cervello in 30 pazienti chirurgici che hanno ricevuto la ketamina endovenosa. Hanno confrontato i risultati di questo studio ai dati di elettroencefalogramma raccolti da 18 pazienti chirurgici che hanno ricevuto qualsiasi propofol endovenoso o hanno inalato il sevoflurane in uno studio precedente. Questi tre anestetici, conosciuti per agire sulle parti differenti del cervello e per produrre i reticoli differenti di elettroencefalogramma, hanno avuti lo stesso effetto di interruzione della comunicazione nel cervello.

“Capire una comunanza fra gli atti di queste diverse droghe potrebbe piombo ad una teoria più completa di come gli anestetici generali inducono l'inconsapevolezza,„ ha detto lo studio George Mashour autore, M.D., Ph.D., assistente universitario e la presidenza per gli affari della facoltà, dipartimento del socio di anestesiologia, università del Michigan. “La nostra ricerca mostra che quello studiare l'anestesia generale dal punto di vista della coscienza può essere un approccio fruttuoso e creare i nuovi viali per indagine successiva dei meccanismi anestetici e di video.„

Un editoriale accompagnante da Jamie W. Sleigh, M.D., professore dell'anestesiologia e della terapia intensiva, dipartimento dell'anestesia, università di Auckland, Hamilton, Nuova Zelanda, ha supportato la capacità dello studio di capire meglio la neurobiologia della coscienza.

“Se i risultati dello studio sono confermati tramite lavoro successivo, il documento raggiungerà lo stato del punto di riferimento,„ ha detto il Dott. Sleigh. “Lo studio non solo fa luce sul fenomeno dell'anestesia generale, ma anche come è necessario per determinate regioni del cervello da comunicare esattamente tra loro affinchè la coscienza emerga.„

Inoltre, il Dott. Sleigh ha riconosciuto il potenziale dello studio di piombo allo sviluppo di migliori videi dell'profondità-de-anestesia che funzionano per tutti gli anestetici generali.

Source:

American Society of Anesthesiologists