Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di NUS sviluppano il modello 3-D altamente realistico del tumore per tenere la carreggiata il progresso della terapia farmacologica

Un gruppo dei ricercatori di NUS dai dipartimenti della bioingegneria e dell'ortopedia ha sviluppato un modello (3-D) tridimensionale altamente realistico del tumore. Poichè ripiega i termini nell'organismo, può da tenere la carreggiata l'efficacia ed il progresso della terapia farmacologica. Il loro modello ha il potenziale di essere un metodo più efficace per lo studio dei tumori che in vitro e perfino metodi in vivo.

Il gruppo ha compreso il professor James Goh, il professore associato Toh Siew Lok ed il Dott. Pamela Tan dal dipartimento della bioingegneria alla facoltà di NUS di assistenza tecnica ed il professore associato Saminathan Suresh Nathan dal dipartimento di ortopedia alla scuola di medicina di Lin del gabinetto di NUS Yong, che ha effettuato il loro studio facendo uso di osteosarcoma, che è il modulo più prevalente del cancro di osso primario pediatrico.

La ricostruzione dei tumori in laboratorio è stata un tema di attualità per la ricerca poichè i metodi correnti di prove non sono stati sufficienti per dare i risultati concreti.

Il Dott. Tan, che sta ricercando sul modello 3-D per la sua tesi di PhD, ha detto: “Malgrado il bisogno urgente di sviluppare la terapeutica del cancro, pochi progressi sono stati realizzati dovuto la mancanza di buoni modelli preclinici di prova della droga. I metodi di collaudo correnti della droga del laboratorio danno i risultati che differiscono in gran parte da sperimentazione animale a causa dell'uso dei 2-D sistemi della coltura cellulare che non possono ripiegare i beni 3-D del tessuto tumorale.„

In prova in vitro, i sistemi della coltura cellulare sono in gran parte 2-D, quindi, manchi delle funzionalità strutturali del microenvironment 3-D. D'altra parte, non è fattibile da effettuare la ricerca su grande scala di biologia molecolare facendo uso degli esperimenti in vivo. Ancora, la società è stato sempre più interessata circa l'uso degli animali nella sperimentazione.

Prof. Goh ha detto che l'assistenza tecnica del tessuto, un fuoco importante dello studio al dipartimento della bioingegneria, può contribuire a colmare queste lacune, quindi stabilenti un modello in vitro 3-D più fisiologico. Il gruppo ha usato le tecniche da assistenza tecnica del tessuto per da costruzione il modello 3-D del tumore ed ha ricostruito il tessuto tumorale nei fattori e la cella digita per formare un tumore clinicamente pertinente.

Il gruppo ha deciso di usare la seta per da costruzione le impalcature su cui le celle di osteosarcoma si sono sviluppate perché è stato dimostrato per avere beni eccellenti per il collegamento e la crescita delle cellule.

La loro costruzione 3-D del tumore fornisce risultati che sono molto più vicino a quelli ottenuti dagli studi in vivo, rispetto ai 2-D studi in vitro. Quando le droghe chemioterapeutiche (che mirano alle celle aggressivamente crescenti) sono state provate sulle costruzioni 3-D del tumore, la loro efficacia in cellule tumorali di uccisione notevolmente è stata diminuita, confrontato a provare le stesse droghe facendo uso del 2-D sistema standard. Inoltre, le dosi terapeutiche trovate facendo uso delle costruzioni 3-D del tumore erano all'interno di quelle misurate in mouse, indicanti che le costruzioni hanno il potenziale di contribuire a colmare la lacuna fra il laboratorio e la sperimentazione animale, per migliorare il rendimento e la qualità della selezione chemioterapeutica della droga.

Ciò è la prima volta egualmente che un tumore 3-D realistico è stato costruito in un laboratorio facendo uso delle impalcature di seta in un bioreattore pressurizzato. Il loro modello 3-D del tumore del bioreattore poteva esprimere gli indicatori che indicano l'abilità di un tumore alla crescita iniziata del vaso sanguigno ai livelli quasi identici a quello del modello del mouse. Le costruzioni del tumore egualmente hanno risposto alle droghe che impediscono la formazione del vaso sanguigno in un modo simile a quello osservato clinicamente.

“Il nostro modello egualmente permette di studiare come le cellule tumorali interagiscono con le celle del tessuto circostante, che provoca il comportamento più aggressivo del tumore,„ il Dott. aggiunto Tan.

Il gruppo sta sviluppando il concetto del microenvironment del tumore come determinante importante di comportamento del tumore durante gli ultimi 10 anni.

Prof. detto Nathan di Assoc, “contributo recente del Dott. Tan ha sparso la comprensione notevole nei meccanismi dell'angiogenesi che precedentemente sono stati catturati per accordato e può ora dovere essere rivolto di nuovo. Questo avrà clinicamente significativo riguardante altre droghe pure.„

“In futuro amplieremo i nostri risultati ad altri cancri e comprendendo altri aspetti del microenvironment del tumore come i livelli dell'ossigeno all'interno del sistema infine per creare una piattaforma per le prove che potrebbero salvare molto nelle applicazioni a valle delle droghe sperimentali,„ ha aggiunto.

Source:

NUS Yong Loo Lin School of Medicine