Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio esamina l'uso aumentato delle nuove tecnologie per il trattamento di carcinoma della prostata

L'uso delle tecnologie avanzate del trattamento per carcinoma della prostata, quali la radioterapia intensità-modulata ed il prostatectomy robot, è aumentato fra gli uomini con la malattia a basso rischio, ad alto rischio della mortalità noncancer, o di entrambe, una popolazione dei pazienti che sono improbabili da trarre giovamento da questi trattamenti, secondo uno studio nell'emissione del 26 giugno del JAMA.

“Il carcinoma della prostata è una malattia comune e costosa negli Stati Uniti. In parte a causa della morbosità spiacevole di radiazione tradizionale e delle terapie chirurgiche, gli avanzamenti nel trattamento della malattia localizzata si sono evoluti negli ultimi dieci anni. Il capo fra questi è lo sviluppo della radioterapia intensità-modulata (IMRT) e prostatectomy robot,„ secondo informazioni di base nell'articolo. “Durante il periodo di aumento delle tariffe basate sulla popolazione del trattamento di carcinoma della prostata, entrambe tecnologie avanzate del trattamento hanno diffuso rapido. Tuttavia, la crescita rapida di IMRT e del prostatectomy robot può accadere fra gli uomini con un a basso rischio della morte da carcinoma della prostata. Riconoscendo il decorso clinico prolungato per la maggior parte di questi cancri, le linee guida cliniche raccomandano il trattamento locale soltanto per gli uomini con almeno una speranza di vita di dieci anni.„

“La vendita aggressiva e gli incentivi del diretto--consumatore connessi con il pagamento di onorario per servizio possono promuovere l'uso di queste tecnologie avanzate del trattamento,„ gli autori scrivono. “Le dimensioni a cui queste tecnologie avanzate del trattamento hanno diffuso fra i pazienti ad a basso rischio della morte dal carcinoma della prostata sono incerte.„ Aggiungono quello reticoli di comprensione di uso di nuova tecnologia in questa popolazione sono specialmente importante dato le preoccupazioni crescenti circa il overtreatment.

Bruce L. Jacobs, M.D., M.P.H., dell'università del Michigan, Ann Arbor e colleghi ha intrapreso gli studi per valutare l'uso delle tecnologie avanzate del trattamento, rispetto agli standard priori (cioè, trattamento radioattivo esterno tradizionale del raggio [EBRT] ed aprire il prostatectomy radicale) ed osservazione, fra gli uomini con un a basso rischio di morte dal carcinoma della prostata. Facendo uso di sorveglianza, dell'epidemiologia e dei risultati finali (SGOMBRO) - dati di Assistenza sanitaria statale, i ricercatori hanno identificato un gruppo retrospettivo di uomini diagnosticati con carcinoma della prostata fra 2004 e 2009 chi ha subito IMRT (N = 23.633), EBRT (N = 3.926), prostatectomy robot (N = 5.881), apre il prostatectomy radicale (N = 6.123), o l'osservazione (N = 16.384). I dati di seguito erano fino a dicembre 2010 disponibili. La malattia a basso rischio è stata definita come la fase clinica ≤T2a, il punteggio ≤6 di Gleason di biopsia e livello prostata-specifico ≤10 ng/mL dell'antigene. Ad alto rischio della mortalità noncancer è stato definito come la probabilità di morte preveduta in 10 anni in assenza di una diagnosi del cancro.

I ricercatori hanno trovato che l'uso delle tecnologie avanzate del trattamento era comune fra gli uomini con la malattia a basso rischio (un aumento da 32 per cento nel 2004 a 44 per cento nel 2009), quelli con un ad alto rischio della mortalità noncancer (da 36 per cento nel 2004 a 57 per cento nel 2009) e quelli con sia la malattia a basso rischio che un ad alto rischio della mortalità noncancer (da 25 per cento nel 2004 a 34 per cento nel 2009).

Fra tutti i pazienti diagnosticati con carcinoma della prostata in SGOMBRO, l'uso delle tecnologie avanzate del trattamento per gli uomini improbabili morire di carcinoma della prostata è aumentato da 13 per cento nel 2004 a 24 per cento nel 2009, un aumento relativo di 85 per cento. “Cioè valuta di IMRT e di uso robot del prostatectomy aumentati da 129,2 per 1.000 pazienti nel 2004 a 244,2 per 1.000 pazienti diagnosticati con carcinoma della prostata nel 2009. Allo stesso tempo, l'uso dei trattamenti standard priori per gli uomini il più minimo probabilmente al vantaggio è diminuito da 11 per cento nel 2004 a 3 per cento nel 2009,„ gli autori scrive.

“L'uso aumentante sia di IMRT che del prostatectomy robot in popolazioni improbabili trarre giovamento dal trattamento in gran parte è stato spiegato dalla loro sostituzione per i trattamenti che mirano a sostituire, vale a dire EBRT ed aprire il prostatectomy radicale.„

I ricercatori suggeriscono che la grandezza assoluta dell'uso delle tecnologie avanzate del trattamento in queste popolazioni abbia due implicazioni importanti. “In primo luogo, entrambi i trattamenti sono considerevolmente più costosi degli standard priori. I costi iniziali per entrambi si avvicinano a $2 milioni. Più ulteriormente, IMRT è associato con gli più alti pagamenti totali di episodio, che traducono in $1,4 miliardo supplementare nello spendere annualmente. Quindi, le implicazioni di tutto il overtreatment potenziale con queste tecnologie avanzate del trattamento sono ampliate nei termini finanziari.„

“In secondo luogo e forse più importante, l'entrata in vigore di queste tecnologie in popolazioni improbabili trarre giovamento dal trattamento si è presentata durante il momento di consapevolezza aumentante circa la natura indolente di alcuni carcinoma della prostata e del dialogo crescente circa la limitazione del trattamento in questi pazienti. I nostri risultati suggeriscono quello persino durante questo periodo di amministrazione migliorata, incentivi che favoriscono la diffusione di queste tecnologie hanno superato quelli in peso relativi ad applicare una strategia di gestione più conservatrice.„

“Ha continuato gli sforzi per differenziare indolente dalla malattia aggressiva e migliorare la previsione di speranza di vita paziente può contribuire a diminuire l'uso delle tecnologie avanzate del trattamento in questa popolazione paziente,„ gli autori conclude.

Source:

The JAMA Network