Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le nuove specie di adenovirus possono spargersi dalla scimmia all'essere umano, dicono i ricercatori

Gli adenovirus infettano comunemente gli esseri umani, causanti i freddo, i sintomi del tipo di influenza ed a volte anche la morte, ma ora i ricercatori di Uc San Francisco hanno scoperto che le nuove specie di adenovirus possono spargersi dal primate al primate e potenzialmente dalla scimmia all'essere umano.

I ricercatori di UCSF precedentemente hanno identificato un nuovo adenovirus nelle nuove scimmie di titi del mondo che hanno ucciso la maggior parte delle scimmie infettate durante lo scoppio in una colonia chiusa della scimmia nella California nel 2009.  Quando, un ricercatore che ha lavorato molto attentamente con le scimmie e un membro della famiglia, entrambi i quali è stato trovato per avere anticorpi al virus, egualmente è diventato l'Illinois.

In un nuovo studio, che compare 24 luglio nel giornale online PLOS uno, gli scienziati di UCSF hanno esposto tre scimmie dell'uistitì allo stesso virus. Tutti e tre le hanno sviluppato una malattia respiratoria delicata e “del tipo di fredda„ e una risposta dell'anticorpo all'infezione, ma potevano eliminare il virus nei dodici giorni.

I risultati dimostrano conclusivamente che il nuovo virus è capace di infezione e di causare della malattia attraverso le specie del primate, secondo Charles Chiu, il MD, il PhD, Direttore dei sistemi diagnostici di UCSF-Abbott e del centro virali di scoperta e lo scienziato del cavo di nuovo studio.

“Questo studio suscita più inquietudini circa il potenziale dei virus sconosciuti alla diffusione dagli animali agli esseri umani,„ ha detto Chiu, che è un assistente universitario di medicina a UCSF. “Ancora non capiamo le dimensioni complete dei virus che esistono nel mondo e nel loro potenziale causare gli scoppi in popolazioni umane.„

L'anno scorso, Chiu ed i colleghi egualmente hanno identificato un altro nuovo adenovirus, nominato adenovirus scimmiesco C, che ha nauseato quattro di nove babbuini prigionieri ed ha ucciso due di loro ad una funzione del primate nel 1997. Parecchio personale alla funzione egualmente si è lamentato dei sintomi respiratori superiori ai tempi dello scoppio.  Riesaminando i campioni molti anni più successivamente, Chiu ed i suoi colleghi ha trovato gli anticorpi mirati a all'adenovirus scimmiesco C nei campioni umani.

Chiu ha concluso che il personale era stato esposto al nuovo virus e che il virus può saltare dal babbuino all'essere umano, un'idea anche di supporto da seguito sperimenta in quali sforzi del laboratorio dell'adenovirus scimmiesco C efficientemente ha infettato sia le celle del babbuino che dell'essere umano.

“Gli adenovirus fin qui non sono stati collegati generalmente alle infezioni di inter-specie fra le scimmie ed esseri umani,„ Chiu ha detto.

Alla luce di questi risultati, tuttavia, ha detto che la vigilanza normale nel tenere la carreggiata i virus animali che potrebbero anche infettare esseri umani dovrebbe estendere oltre influenza e coronaviruses per includere gli adenovirus. Chiu sta lavorando alle nuove tecniche di calcolo a più rapido identifica il romanzo, malattia-causante i virus.

I virus con i geni del RNA, compreso i virus dell'influenza, fanno molti errori nella replica del loro materiale genetico e sono quindi probabili generare i nuovi, moduli mutati che alterano la loro natura patogena, permettente li occasionalmente di infettare i nuovi host.

Al contrario, virus che usano il DNA mentre il loro materiale genetico, quali gli adenovirus, è pensato per avere meno probabilità di diffusione fra le specie perché ripiegano con meno mutazioni che potrebbero servire da base per i cambiamenti dimiglioramento.

Tuttavia, oltre la mutazione durante la replica, la mescolanza dei geni sebbene la ricombinazione delle specie o dei ceppi distinti del virus anche possa provocare i nuovi virus che sono più patogeni o che infetta attraverso le speci di mammiferi. Ciò si applica ai virus a DNA come pure ai virus a RNA, secondo Chiu.

Nel 2009, gli scienziati hanno dimostrato che uno sforzo più virulento dell'adenovirus umano è risultato dalla ricombinazione con altri sforzi distinti degli adenovirus umani più delicati.

“Crediamo che è simile che cosa è accaduto con lo scoppio scimmiesco dell'adenovirus C nel Texas,„ a Chiu ha detto. “Questo nuovo virus probabilmente formato quando un adenovirus attuale ha ricombinato con un altro, generando un nuovo sforzo che era altamente virulento ai babbuini.„

Source:

UC San Francisco