Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori identificano l'approccio novello per migliorare la riparazione del tessuto e la rigenerazione dell'organo

Poiché la maggior parte dei tessuti umani non rigenerano spontaneamente, gli avanzamenti nella riparazione del tessuto e nella rigenerazione dell'organo potrebbero avvantaggiare molti pazienti con un'ampia varietà di condizioni mediche.

Ora un gruppo di ricerca piombo dai ricercatori al centro medico di Beth Israele Deaconess (BIDMC) ed a Dana-Farber/al Cancro bambini di Boston ed al centro di disordini di sangue ha identificato un assolutamente nuovo approccio per migliorare la crescita normale del tessuto, un'individuazione che potrebbe avere applicazioni terapeutiche diffuse.

I loro risultati sono stati pubblicati online questa settimana negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze (PNAS).

La rigenerazione del tessuto è un trattamento che completamente non è capito, ma la ricerca precedente ha dimostrato quel le celle endoteliali che allineano gli interni di piccoli vasi sanguigni per svolgere un ruolo chiave nella crescita del tessuto. Egualmente è conosciuto che queste celle endoteliali generano i messaggeri chimici chiamati acidi epoxyeicosatrienoic (EETs), che stimolano la formazione del vaso sanguigno in risposta alla lesione del tessuto.

In questa nuova ricerca, primo Dipak Panigrahy autore, MD, un ricercatore nel centro di BIDMC per la ricerca vascolare di biologia ed i suoi colleghi ha voluto scoprire come EETs potrebbe partecipare alla rigenerazione del tessuto e dell'organo. Per rispondere a questo problema, hanno creato sette modelli differenti del mouse. I modelli hanno messo a fuoco su rigenerazione del fegato, del rene e del polmone; guarigione della ferita; vascularization corneale; e vascularization retinico.

“Abbiamo usato strumenti genetici e farmacologici per manipolare i livelli di EET negli animali alla manifestazione che gioco di EETs un ruolo critico nella crescita accelerante del tessuto, fornente la prima in vivo dimostrazione che la modulazione farmacologica di EETs può pregiudicare la rigenerazione dell'organo,„ spieghiamo Panigrahy, un istruttore in patologia alla facoltà di medicina di Harvard. L'amministrazione del EETs sintetico ha stimolato la crescita del tessuto nei modelli della ricerca; per contro, abbassando i livelli di EET - dai geni di manipolazione o dalle droghe di amministrazione - rigenerazione in ritardo del tessuto.

Il gruppo egualmente ha dimostrato che le proteine hanno chiamato gli inibitori solubili dell'idrolasi (sEH) dell'epossido, conosciuti per elevare i livelli di EET, il fegato promosso e la rigenerazione del polmone. (è l'enzima di metabolismo principale di EETs.)

“I nostri risultati offrono una spiegazione razionale meccanicistica per che valuta lei inibitori come terapeutica novella per una serie di malattie umane quale insufficienza epatica dopo il danno di fegato e malattie caratterizzate da sviluppo acerbo del polmone, quale displasia broncopolmonare,„ dice Panigrahy, aggiungente che l'uso di attuale lei inibitori sull'interfaccia potrebbe anche essere utile per l'accelerazione di guarigione della ferita.

I ricercatori hanno sospettato che EETs stava stimolando la rigenerazione del tessuto mediante formazione del vaso sanguigno, specificamente producendo il fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF) per promuovere la crescita dell'imbarcazione. Come preveduto, quando i ricercatori hanno vuotato VEGF nei mouse, gli effetti di EETs su rigenerazione dell'organo sono scomparso.

“Scoprire il ruolo di EETs potrebbe essere di importanza critica da contribuire a gestire la riparazione di fegato, polmoni e reni,„ dice che il segno di autore senior Kieran, il MD, PhD, della divisione dell'oncologia pediatrica ai disordini di Dana-Farber/del Cancro e di sangue bambini di Boston concentra. “Poiché le malattie di questi organi sono una causa importante della morbosità e la mortalità nella popolazione nordamericana, l'opportunità di modulare la rigenerazione del tessuto sano potrebbe avere implicazioni terapeutiche significative per molti pazienti.„ Questi risultati possono anche applicarsi alle circostanze o ai difetti di fisico medica che piombo alla perdita di celle specializzate in altri sistemi dell'organo, quali il sistema nervoso ed il sistema immunitario.

I ricercatori sollecitano che sarà importante determinare se influenza di EETs altri fattori, oltre a VEGF, nell'influenza della riparazione del tessuto. Ulteriormente, aggiungono, gli effetti benefici di EETs dovranno essere pesati con attenzione contro loro trovare quello che l'amministrazione diretta di EETs può stimolare la crescita del cancro nei modelli animali. Parecchi test clinici che corrente stanno verificando il potenziale della lei inibitori a scopi all'infuori della riparazione di rigenerazione o della ferita dell'organo potrebbero offrire le comprensioni apprezzate nella sicurezza di elevamento dei livelli di EET in pazienti.

“Sebbene il nostro lavoro suggerisca EETs sintetico promuoverebbe la ferita che guarisce dopo la chirurgia, più test clinici è necessario valutare i vantaggi potenziali e rischi possibili di questi lipidi novelli,„ aggiunge l'autore Darryl co-corrispondente Zeldin, il MD, Direttore scientifico per l'istituto nazionale delle scienze di salute ambientale, parte degli istituti della sanità nazionali.

Oltre a stendere il fondamento per la ricerca futura, i ricercatori precisano che questo studio evidenzia i vantaggi degli esperti dalle discipline e dalle organizzazioni varianti che lavorano insieme, notanti che i co-author lavorano nei dipartimenti che variano dall'oncologia all'oftalmologia e dalla farmacoterapia al trapianto. Hanno incluso i ricercatori dall'ospedale pediatrico di Boston; l'istituto per biologia di sistemi; l'università di California, Davis; l'istituto nazionale di scienza di salute ambientale agli istituti della sanità nazionali; l'università di North Carolina a Chapel Hill; il centro medico della clinica di Lahey; il centro medico sudoccidentale dell'università del Texas; il centro di ricerca sul cancro di Fred Hutchinson; ed istituto di ricerca dell'occhio di Schepens/occhio ed orecchio di Massachusetts.