Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La promessa di FDA “ripartire„ le norme antibiotiche dello sviluppo all'aumento di combattimento nella resistenza è a corto

L'aumento di resistenza a antibiotici fra le infezioni ospedale-acquistate è maggior del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) trovato nella sua analisi 2008, secondo un articolo della avanti-de-stampa in giornale, agenti antimicrobici e chemioterapia.

L'articolo egualmente trova che la promessa (FDA) di Food and Drug Administration “ripartire„ lo sviluppo antibiotico regola un anno fa per combattere l'aumento nella resistenza ha stato a corto.

Il commento, di cui gli autori includono il chiodino a testa laterale Spellberg, MD, un istituto di ricerca biomedico di Los Angeles il Porto-UCLA allo specialista della malattia infettiva del centro medico (LA Biomed), i dati privatamente riuniti analizzati e la resistenza a antibiotici conclusiva fra le infezioni ospedale-acquistate è “ai livelli di crisi.„ L'impegno “della ripartenza„ di FDA per incoraggiare lo sviluppo di nuovi antibiotici a combattere questa resistenza “non può venire troppo presto„ ma “non sia abbastanza,„ gli autori concludono.

“Con i microbi resistenti agli antibiotici che infettano più di 2 milione Americani ogni anno e che uccidono annualmente più di 100.000, dobbiamo agire per trovare le nuove armi nella battaglia globale contro i Superbugs micidiali,„ ha detto il Dott. Spellberg, M.D., che ha creato “la peste aumentante,„ un libro su resistenza a antibiotici. “La nostra analisi ha trovato che l'aumento nella resistenza a antibiotici fra tre moduli comuni delle infezioni ospedale-acquistate è molto maggior precedentemente del riferito di dal CDC basato sui più vecchi dati, piombo concludere che più di FDA “ripartenza„ è necessario. Per incoraggiare lo sviluppo antibiotico, l'industria farmaceutica deve vedere che c'è un percorso per un rendimento sul suo investimento nello sviluppo antibiotico.„

Gli autori hanno trovato “gli aspetti molto positivi„ nell'orientamento più recente di FDA per le terapie antibatteriche per i pazienti con i bisogni medici insoddisfatti. Ma hanno detto l'approccio di FDA allo sviluppo degli antibatterici nelle indicazioni tradizionali, quale polmonite ed infezioni di apparato urinario, “è stato misto.„

I loro risultati sull'aumento su resistenza a antibiotici fra le infezioni ospedale-acquistate includono:

  • La resistenza per l'acinetobatterio (baumannii del A.) ai carbapenemici è più di 50%. Il CDC la ha trovata per essere 11%. I carbapenemici sono fra gli ultimi antibiotici disponibili. Se non funzionano, solo altra una o due droga è lasciata per combattere queste infezioni. Nessuno è molto efficace ed uno è altamente tossico.
  • La resistenza fra Escherichia coli alle cefalosporine della terza generazione (classe A di antibiotici) era 8-11%. Il CDC la ha trovata per essere 5%.

  • La resistenza alla klebsiella (polmonite del K.) alle cefalosporine della terza generazione era 20-27%. Il CDC la ha trovata per essere 15%. La resistenza ai carbapenemici fra questi isolati è ora fra 7 e 11%.

  • I carbapenemici sono già obsoleti per un'infezione comune dell'unità di cure intensive, baumannii dell'acinetobatterio. “Questo sostiene per sia terapia intensiva che pazienti non intensivi di cura e per le infezioni urinarie e non urinarie,„ il commento dice.

“Nessuno degli antibiotici in sviluppo oggi possono indirizzare tutte queste infezioni resistenti agli antibiotici,„ ha detto il Dott. Spellberg. “Una revisione completa degli approcci alla resistenza, alla malattia ed alla prevenzione ha potuto cambiare la traiettoria ascendente continua delle infezioni resistenti agli antibiotici. Per fare qualche cosa più di meno invita un futuro brullo dell'post-antibiotico, in cui le malattie infettive ancora una volta regnano supremo.„

Il commento comparirà in un'emissione imminente degli agenti antimicrobici e della chemioterapia.