Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Fortifichi le scienze biologiche per presentare i dati di prova del DecisionDx-Melanoma alla riunione dell'accademia dell'estate dell'ADD

Castle Biosciences Inc. ha annunciato che i dati dagli studi sulla sua prova del DecisionDx-Melanoma stanno presentandi oggi alla riunione dell'accademia dell'estate dell'accademia americana della dermatologia (ADD). I dati di convalida confermano gli studi precedenti che indicano che la prova di profilo di espressione genica è un forte preannunciatore indipendente per la classificazione del quale le fasi I o II pazienti cutanei non metastatici del melanoma probabilmente ricorreranno. I risultati sono stati presentati da Pedram Gerami, M.D., il professore associato della dermatologia, Direttore della ricerca all'istituto nordoccidentale del Cancro di interfaccia, Northwestern University del melanoma.

“Fino a un terzo dei pazienti del melanoma della fase II e 10% dei pazienti della fase I, sono a rischio della malattia metastatica futura di sviluppo,„ il Dott. commentato Gerami. “La sfida per i dermatologi è stata esattamente nell'identificazione che i pazienti del melanoma della fase precedente sono ad ad alto rischio e richiedono gli approcci più aggressivi a cura di seguito. La disponibilità di uno strumento che le guide predicono che il comportamento futuro del cancro ha basato sulla biologia del tumore, indipendente di e dell'additivo ai metodi correnti dell'organizzazione, è un avanzamento accolto favorevolmente che aiuterà i medici della guida nella prescrizione dei la maggior parte cura appropriata ed il trattamento per i loro pazienti.„

Circa 60.000 pazienti sono diagnosticati annualmente negli Stati Uniti con le fasi I o II melanoma cutaneo (non metastatico, melanoma negativo dell'interfaccia di linfa-vertice che può sembrare essiccato con rimozione del tumore). Di questi, circa 8.500 vederanno il loro rendimento di malattia entro 5 anni, riproducentesi per metastasi ad una posizione distante nell'interfaccia, nel cervello o nei polmoni. Ci sono limitazioni per la metastasi di predizione facendo uso del sistema tradizionale dell'organizzazione di AJCC, in base alla profondità di Breslow (spessore del tumore), alla tariffa mitotica ed all'ulcerazione.

La prova del DecisionDx-Melanoma è destinata per predire la metastasi misurando i livelli di espressione di 31 gene nel tumore del paziente. La nuova prova stratifica i pazienti come classe 1 (a basso rischio della metastasi), o la classe 2 (ad alto rischio della metastasi), in base a cui i geni del tumore sono girati in funzione e a riposo. Fin qui, la prova ha analizzato i campioni archivati del tumore più di 400 dalle fasi I ed II pazienti del melanoma negli studi futuro progettati. Più informazioni sulla prova e sulla malattia possono essere trovate a www.skinmelanoma.com.

Risultati di studio
Lo studio multi-istituzionale di convalida ha incluso i tumori archivati 78 dalle fasi I ed II pazienti del melanoma. I profili di espressione genica sono stati misurati dalle biopsie formalina-fisse e paraffina-incassate o dalle ampie asportazioni dei tumori primari del melanoma.

L'analisi di Kaplan-Meier per i tassi di sopravvivenza liberi della metastasi di cinque anni era 98% per classi 1 (a basso rischio) e 37% per classe 2 (ad alto rischio) [P<0.0001]. Accuratezza = 85%, sensibilità = 86%. L'analisi di più variabili proporzionale di Cox ha trovato la prova per essere indipendente da Breslow, dalla mitosi e dall'ulcerazione come pure dalla fase di AJCC (p<0.01). Questi dati confermano i risultati degli studi precedenti che dimostrano che la prova di profilo di espressione genica stratifica esattamente il rischio metastatico nelle fasi I ed II pazienti del melanoma.

“I nostri studi che comprendono più di 400 mettono in scena la I ed i pazienti del melanoma della fase II dimostrano che il DecisionDx-Melanoma esegue bene dove è necessario più-in pazienti non metastatici di cui il rischio per la ricorrenza è poco chiaro o sconosciuto,„ ha detto Derek Maetzold, presidente e direttore generale delle scienze biologiche del castello. “La visione dei geni di un tumore, congiuntamente ai metodi tradizionali dell'organizzazione, a medici di elasticità ed ai pazienti la capacità di individualizzare la cura di seguito quella abbina il rischio metastatico con la programmazione del trattamento.„

Source:

Castle Biosciences Inc.