L'individuazione di Ricerca ha potuto piombo al trattamento potenziale per il lymphedema

La molecola interleukin-7 (IL-7) è una proteina immune importante del messaggero che assicura che un numero sufficiente delle celle di T sia presente nel nostro organismo per difese immunitarie. I Ricercatori da ETH Zurigo ora hanno dimostrato che IL-7 ha altra funzione importante: migliora la funzione di grenaggio dei vasi linfatici, che raccolgono il liquido che ha colato dai vasi sanguigni nel tessuto dell'organismo e lo restituiscono alla circolazione sanguigna. In futuro, questo che trova potrebbe diventare utile per i pazienti di lymphedema, di cui la rete fognaria linfatica non funziona correttamente, con conseguente gonfiamento fluido del tessuto e di capitalizzazione.

La predisposizione per sviluppare il lymphedema può, da una parte, essere ereditaria. D'altra parte, il lymphedema si presenta spesso in seguito ad un ambulatorio del tumore. Quando i tumori primari sono asportati chirurgicamente, tumore-vuotanti i linfonodi sono rimossi spesso pure, poichè possono contenere le metastasi della cellula tumorale. Nel corso di tali interventi chirurgici, il tessuto linfatico è danneggiato. Di conseguenza, il liquido intercellulare può spesso più non essere vuotato correttamente, piombo all'avvenimento del lymphedema in 20 - 30 per cento dei pazienti.

Nessun trattamento della droga ancora

Corrente, le sole opzioni del trattamento per i pazienti di lymphedema stanno indossando gli indumenti di compressione e stanno subendo il grenaggio manuale della linfa da un terapista di massaggio terapeutico. “in IL-7, abbiamo scoperto una molecola e un meccanismo per il miglioramento del grenaggio linfatico in grado di potenzialmente essere utile per la terapia di lymphedema,„ dice la testa dello studio Cornelia Halin, Assistente Universitario delle Tecnologie di Scoperta della Droga.

Nel loro studio, i ricercatori hanno trovato che IL-7 è prodotto dalle cosiddette celle endoteliali, che formano la parete del vaso linfatico. Queste celle egualmente esprimono i ricevitori che specificamente riconoscono IL-7 basato per principio di blocco-e-tasto. “Sebbene non lo abbiamo provato formalmente finora, supponiamo che le celle endoteliali linfatiche producono il messaggero che la sostanza in moda da poterla pregiudicare direttamente la loro propria funzione,„ dice Halin. Finora, IL-7 è uno soltanto su poche molecole che sono state identificate per supportare il grenaggio linfatico. Alcuni anni fa, altri ricercatori hanno scoperto che il fattore di crescita endogeno VEGF-C potrebbe anche essere una molecola interessante in questo senso.

Comprensioni da un modello animale

Halin ed i suoi colleghi hanno dimostrato la funzione grenaggio-supportante di IL-7 eseguendo gli esperimenti di grenaggio in mouse in cui hanno iniettato un blu, tintura dell'albumina-associazione nell'interfaccia dell'orecchio dei mouse. Considerevolmente, l'albumina è una proteina endogena, che può essere trasportata soltanto dal tessuto tramite vasi linfatici. Quantificando la tintura che è rimanere nel tessuto dell'un giorno dopo l'iniezione, i ricercatori potevano determinare come il grenaggio linfatico lavorato in questi animali da laboratorio.

Nell'eseguire questo esperimento in mouse che mancano di un ricevitore di funzionamento IL-7, hanno osservato che questi mouse potevano soltanto rimuovere la metà di tanta tintura dalla loro interfaccia dell'orecchio in confronto ai mouse che possiedono un ricevitore funzionale IL-7. Al Contrario, hanno osservato un considerevole aumento nel grenaggio linfatico in mouse con produzione aumentata IL-7. Per Concludere, in un terzo esperimento, hanno amministrato la proteina IL-7 ai mouse invariati e sani ed hanno osservato che questo trattamento terapeutico piombo ad un miglioramento della funzione linfatica di grenaggio.

Già provato in pazienti

Gli scienziati ora pianificazione eseguire similmente i simili esperimenti in mouse in cui i vasi linfatici si sono distrutti chirurgicamente, alla situazione trovata in pazienti dopo la chirurgia del cancro. Qui, i ricercatori vorrebbero provare se il trattamento con IL-7 potrebbe contribuire ad impedire il lymphedema o se IL-7 potrebbe anche essere amministrato per diminuire il lymphedema attuale.

Lo scopo a lungo termine è di esplorare il potenziale di un farmaco di IL-7-based per il lymphedema. Considerevolmente, IL-7 già sta provando nei test clinici, anche se ad indicazioni differenti: a causa della sua attività immune-stimolatore sulle celle di T, IL-7 corrente sta provando in pazienti con le malattie di immunodeficienza, quali il HIV, o le infezioni di epatite, o chi hanno subito i trapianti del midollo osseo.

Sorgente: ETH Zurigo