Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'Ereditarietà della malattia mentale severa può essere sottovalutata

Da Joanna Lyford, Reporter Senior dei medwireNews

Intorno uno in tre bambini dei genitori con una malattia mentale severa (SMI) - schizofrenia, disordine bipolare, o disordine depressivo principale - svilupperà un tal disordine stessi dall'età adulta iniziale, una meta-analisi ha trovato.

Mentre i bambini erano più probabili da sviluppare la stessa circostanza sofferta dal loro genitore, la trasmissione familiare era soltanto parzialmente diagnosi-specifica.

“Di conseguenza, il rischio totale di SMI e tutta la malattia mentale in prole dei genitori con i disordini di umore psicotici o importanti sono superiori a precedentemente hanno pensato,„ scrivono Rudolf Uher (Università di Dalhousie, Halifax, Nuova Scozia, Canada) e co-author. “Questo dovrebbe essere riflesso nel consiglio e nelle informazioni genetici forniti dai clinici.„

I ricercatori hanno identificato 33 studi che fanno partecipare 3863 bambini dei genitori con uno SMI (bambini ad alto rischio) e 3158 bambini dei genitori senza uno SMI (comandi).

In Generale, 55% dei bambini ad alto rischio ha sofferto da un disordine diagnosticato di salute mentale. La Meta-analisi ha trovato che i bambini ad alto rischio erano 2,5 volte più probabili da sviluppare uno SMI nella loro vita rispetto ai bambini di controllo.

I bambini Ad Alto Rischio hanno avuti una probabilità di 18% di sviluppare uno SMI fra l'età di 10 e 19 anni e di una probabilità di 32% una volta che fossero invecchiati 20 anni e sopra.

C'era prova della specificità parziale della trasmissione familiare, nota Uher ed altri, tali che i bambini che hanno sviluppato uno SMI erano più probabili da avere la stessa diagnosi del loro genitore (rapporto di rischio [RR] =3.59).

Tuttavia, c'era egualmente prova del rischio familiare generale, significante che i bambini ad alto rischio erano al rischio aumentato per sviluppare c'è ne dei disordini studiati (RR=1.92).

Uher ed altri dicono che la loro analisi suggerisce che la cifra ampiamente citata di una in 10 per il rischio per la trasmissione familiare degli SMI sia una sottostima e che la cifra reale è intorno una in tre.

Tuttavia, avvertono che i loro risultati dovrebbero essere considerati preliminare e concludere: “la ricerca Inter-Diagnostica può essere necessaria avanzare la conoscenza dell'eziologia e pianificazione gli interventi preventivi efficaci.„

Lo studio è pubblicato nel Bollettino della Schizofrenia.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.