Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il Pretrattamento con prasugrel aumenta il rischio di spurgo senza diminuire il rischio di eventi ischemici

In pazienti con la sindrome coronarica acuta di non ST elevazione (NSTE- ACS), il pretrattamento con il prasugrel dell'antagonista P2Y12 prima di cateterizzazione, aumenta significativamente il rischio di spurgo pericoloso senza diminuire il rischio di eventi ischemici importanti, secondo i risultati della prova di ACCOAST (Un Confronto di Prasugrel al PCI o Periodo della Diagnosi di Infarto Miocardico Di Elevazione Non ST).

I risultati indicano “uno spostamento di paradigma„ a partire da pretrattamento in tali pazienti che non solo saranno “difficili da credere e destabilizzanti per molti cardiologi, ma possono anche essere difficili da applicare poiché l'uso sistematico di pretrattamento è stato ancorato per tanto tempo,„ hanno detto il principale inquirente Gilles Montalescot dello studio, dal gruppo di studio di ATTO al Institut de Cardiologie, il Centro Hospitalier Universitaire Piti--Salp-triėre, a Parigi, la Francia.

Le linee guida Correnti di ACCF/AHA e di ESC raccomandano che il pretrattamento con gli inibitori P2Y12 dovrebbe aggiungersi appena possibile all'aspirina prima di cateterizzazione ed essere mantenuto oltre 12 mesi, a meno che ci siano controindicazioni quale l'eccessivo rischio di spurgo, il Dott. spiegato Montalescot.

Questa strategia è stata accettato per anni basata sui risultati di d'osservazione, del sottogruppo e delle analisi non ripartite le probabilità su eseguiti con il più vecchio clopidogrel della droga,

Ma i più nuovi antagonisti del ricevitore P2Y12 quale prasugrel sono più potenti ed hanno un inizio più veloce di atto, che fa queste droghe ben-adattate al PCI.

“Con l'inizio rapido di atto degli inibitori orali ed endovenosi P2Y12 e l'era moderna delle more di scarsità fra il ricovero ospedaliero e la cateterizzazione, il rischio di complicazione ischemica prima che la cateterizzazione fosse estremamente - bassa, suggerendo che ci non fosse più una necessità per pretrattamento nei pazienti di NSTE-ACS di impedire le complicazioni ischemiche mentre aspetti la cateterizzazione,„ ha detto. “Inoltre, non c'è egualmente vantaggio di pretrattamento sulle complicazioni peri-PCI. Insieme, i nostri risultati suggeriscono che l'uso di prasugrel dovrebbe essere considerato solo dopo che l'anatomia coronaria è stata definita.„

L'Iscrizione per ACCOAST è stata sospesa da un comitato di monitoraggio indipendente di dati il 16 novembre 2012 quando un'analisi provvisoria prevista ha indicato che il pretrattamento con prasugrel è stato associato con un rischio aumentato di spurgo principale e pericoloso, sebbene nessuna tariffa aumentata di mortalità.

Le fasi 3, ripartite con scelta casuale, capanno mimetico del doppio, studi determinati dagli eventi intrapresi in 171 centro e 19 paesi Europa, in Canada, in Israele e Turchia, ripartita con scelta casuale 4033 pazienti a pretrattamento con prasugrel o a placebo ai tempi dei diagnosis>Patients di NTSE-ACS dovevano essere prevedute per subire angiography/PCI coronario in 48 ore da casualizzazione.

I Pazienti Nel braccio di pretrattamento hanno ricevuto una dose iniziale di mg 30 (LD) prasugrel ai tempi di casualizzazione e, se il PCI fosse indicato, di 30 mg supplementare ai tempi del PCI, mentre i pazienti nel nessun braccio di pretrattamento hanno ottenuto una dose del placebo a casualizzazione e, se il PCI fosse indicato, di 60 mg LD di prasugrel ai tempi del PCI.

Infine, il PCI è stato eseguito in 68,7% degli oggetti, mentre in ambulatorio di esclusione di arteria coronaria di post-casualizzazione dei 7 giorni (CABG) è stato scelto per 6,2% e la gestione medica per 25,1%.

Per il punto finale primario, un composito della morte cardiovascolare, un infarto miocardico, il colpo, il maggiore urgente o il prestito di GPIIb/IIIa ad una post-casualizzazione dei 7 e 30 giorni, non c'era differenza significativa fra il pretrattamento e nessun gruppi di pretrattamento (10,0% contro 9,8%, P = 0,812 e 10,8 contro 10,8, P = 0,976, rispettivamente).

Tuttavia, la tariffa di tutto lo spurgo principale, secondo Thrombolysis nei criteri di Infarto Miocardico (TIMI) Era quasi doppia in gruppo di pretrattamento ad entrambi i 7 giorni (2,6% contro 1,4%, P = 0,006) e 30 giorni (2,9% contro 1,5%, P = 0,002).

Ai 7 giorni, TIMI importanti e pericolosi che sanguinano relativo alle procedure di CABG sono stati aumentati rispettivamente da triplo e da sestuplo (1,33% contro 0,45%, P = 0,003; e 0,83% contro 0,15%, P = 0,002).

C'era tuttavia, nessun eccesso di emorragia interna o intracranica con pretrattamento.

ACCOAST è lo studio in primo luogo ripartito con scelta casuale su pretrattamento contro nessun pretrattamento in NSTE ACS prima di cateterizzazione preveduta, ha detto il Dott. Montalescot. Mentre lo studio ha osservato specificamente prasugrel, i risultati, una volta considerato accanto ad un altro studio recente su pretrattamento con clopidogrel (JAMA. 2013; 309(14): 1461) è potenzialmente applicabile al concetto globale di pretrattamento con un inibitore P2Y12.

Sorgente: Società Europea di Cardiologia