Nanodiamonds ha potuto essere usato per promuovere la crescita dell'osso e la durevolezza degli innesti dentari

I ricercatori del UCLA hanno scoperto che i diamanti su un molto, molto su scala ridotta che quelli utilizzati in gioielli potrebbero essere usati per promuovere la crescita dell'osso e la durevolezza degli innesti dentari.

Nanodiamonds, che sono create come sottoprodotti delle operazioni convenzionali di raffinamento e di estrazione mineraria, è circa quattro - cinque nanometri di diametro ed è a forma di come i palloni da calcio minuscoli. Gli Scienziati dal Banco del UCLA dell'Odontoiatria, del Dipartimento del UCLA della Bioingegneria e della Northwestern University, con i collaboratori all'Istituto Di Ricerca Di NanoCarbon nel Giappone, possono trovare un modo usarli per migliorare l'osteonecrosi della crescita e di combattimento dell'osso, una malattia potenzialmente debilitante in cui le ossa ripartono dovuto flusso sanguigno diminuito.

Quando l'osteonecrosi pregiudica la mascella, può impedire alla gente di mangiare e di parlare; quando si presenta vicino alle giunture, può limitare o precludere il movimento. La perdita dell'Osso egualmente si presenta accanto agli innesti quali le giunture o denti prostetici, che piombo agli innesti che diventano liberamente - o venire a mancare.

Gli errori dell'Innesto necessitano le procedure supplementari, che possono essere dolorose e costose e possono compromettere la funzione che il paziente aveva guadagnato con un innesto. Queste sfide sono esacerbate quando la malattia si presenta nella bocca, in cui c'è un'offerta limitata dell'osso locale che può essere usata per garantire il dente prostetico, una considerazione chiave per sia le ragioni funzionali che estetiche.

Lo studio, piombo dal Dott. Decano Ho, il professor di biologia e di medicina orali e co-direttore della Jane e del Jerry Weintraub Concentra per Biotecnologia Ricostruttiva al Banco del UCLA dell'Odontoiatria, compare online nel Giornale pari-esaminato della Ricerca Dentaria.

Durante le operazioni della riparazione dell'osso, che sono in genere costose e che richiede tempo, medici infilano una spugna in intervento di alta chirurgia localmente per amministrare le proteine che promuovono la crescita dell'osso, quale la proteina morfogenetica dell'osso.

Ho il gruppo ha scoperto che quello facendo uso dei nanodiamonds consegnare queste proteine ha il potenziale di essere più efficace degli approcci convenzionali. Lo studio ha trovato che nanodiamonds, che sono rapido invisibili all'occhio umano, legatura sia alla proteina morfogenetica dell'osso che al fattore di crescita del fibroblasto, dimostranti che le proteine possono essere consegnate simultaneamente facendo uso di un veicolo. La superficie unica dei diamanti permette le proteine siano consegnate più lentamente, che possono permettere che l'area commovente sia trattata per un periodo più lungo. Ancora, i nanodiamonds possono essere amministrati non invadente, quali vicino un'iniezione o un risciacquo orale.

“Abbiamo intrapreso parecchi studi completi, sia nelle celle che nei modelli dell'animale, esaminanti la sicurezza delle particelle del nanodiamond,„ ha detto Laura Moore, il primo autore dello studio e un M.D. - Studente di Ph.D. alla Northwestern University nell'ambito del mentoring di Dott. Ho. “Gli studi di Iniziale indicano che sono tollerati bene, che accrescimenti più ulteriori il loro potenziale nelle applicazioni dell'osso e dentarie di riparazione.„

“Nanodiamonds è piattaforme versatili,„ ha detto Uff, che è egualmente il professor della bioingegneria e un membro del Centro Completo del Cancro di Jonsson e l'Istituto della California NanoSystems. “Poiché sono utili per la consegna delle tali una vasta gamma terapie, i nanodiamonds hanno il potenziale di urtare parecchie altre sfaccettature di ambulatorio orale, maxillofacial ed ortopedico come pure di medicina a ricupero.„

Ho il gruppo precedentemente ha indicato che i nanodiamonds nei modelli preclinici erano efficaci a trattare i moduli multipli di cancro. Poiché l'osteonecrosi può essere un effetto secondario della chemioterapia, il gruppo ha deciso di esaminare se i nanodiamonds potrebbero contribuire a trattare la perdita dell'osso pure. I Risultati dal nuovo studio hanno potuto aprire la porta affinchè questo materiale versatile siano usati per indirizzare le sfide multiple nella consegna della droga, nella medicina a ricupero ed in altri campi.

“Questa scoperta servisce da fondamenta per il futuro di nanotecnologia in odontoiatria, ortopedia ed altri domini nella medicina,„ ha detto il Dott. NO--Hee Park, decano del Banco dell'Odontoiatria. “Il Dott. Ho ed il suo gruppo ha dimostrato il potenziale enorme dei nanodiamonds verso il miglioramento della cura paziente. È un pioniere nel suo campo.„

Sorgente: Università di California - Los Angeles