Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: Frequente bedsharing collegato con durata più lunga di allattamento al seno

Frequente bedsharing fra una madre e un infante è stato associato con la durata più lunga di allattamento al seno, ma i ricercatori hanno avvertito del rischio di morte in culla (SIDS) connesso con bedsharing, in uno studio da Yi Huang, Ph.D., dell'università del Maryland, di Baltimora e dei colleghi.

Gli autori scrivono che mentre alcuni esperti e ordini professionali sostengono bedsharing da promuovere allattare, altri si pronunciano contro di diminuire il rischio di SIDS. L'accademia americana della pediatria raccomanda un separato, ma vicino, area di sonno per gli infanti, secondo i precedenti di studio.

I ricercatori hanno usato i dati dallo studio infantile II di pratiche alimentari, che ha iscritto le donne incinte e le ha seguite con il primo anno del loro infante di vita.

In media, la durata di allattamento al seno era più lunga nel gruppo spesso bedsharing, intermedia nel gruppo bedsharing moderato e più breve nel gruppo raro e non-bedsharing, secondo i risultati. I risultati indicano che la durata d'allattamento al seno era più lunga fra le donne che erano più istruite, bianco, precedentemente avevano allattato, pianificazione allattare e non era ritornato a lavoro durante il primo anno dopo che ha un bambino.

“Questo studio fornisce la prova ben fondata che bedsharing promuove allattare aumentando la durata di allattamento al seno, il più grande effetto trovato fra i frequenti bedsharers. Tuttavia, questi vantaggi devono essere temperati dai rischi conosciuti della sicurezza connessi con il infante-genitore che bedsharing,„ lo studio conclude.

Source:

University of Maryland