Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La perdita dell'udito a breve termine durante l'infanzia può piombo ai deficit persistenti di audizione

La perdita dell'udito a breve termine durante l'infanzia può piombo ai deficit persistenti di audizione, lunghi dopo che la sensibilità uditiva di base ha ritornato al normale. Il trattamento del suono nel cervello è modellato da esperienza iniziale. La nuova ricerca dall'occhio e dall'orecchio di Massachusetts ha identificato un avvenimento di due periodi critici poco tempo dopo che inizio di udito che regolamenta come i suoni da ogni orecchio sono fusi in una rappresentazione coerente nel cervello. La loro ricerca è descritta nelle comunicazioni della natura.

Scienziato Daniel Polley di audizione, Ph.D., un ricercatore all'occhio di Massachusetts ed orecchio/laboratori del Eaton-Peabody facoltà di medicina di Harvard della fisiologia uditiva e dei collaboratori trovati inducendo un riassunto, perdita dell'udito reversibile alle pietre miliari chiave nello sviluppo corticale, hanno identificato due periodi critici che accadono dopo l'udito dell'inizio che regolamentano la maturazione delle rappresentazioni coordinate del suono biauricolare. Il loro lavoro potrebbe finalmente piombo ad una migliore comprensione di cui i periodi in uno sviluppo del bambino sono più cruciali da mantenere l'audizione.

L'esperienza sensitiva degradata durante i periodi critici di sviluppo di infanzia può avere effetti nocivi sul cervello e sul comportamento. Nell'esempio classico, una circostanza chiamata ambliopia (anche conosciuta come l'occhio pigro) può sorgere quando i segnali visivi equilibrati non sono trasmessi da ogni occhio al cervello durante il periodo critico per lo sviluppo della corteccia visiva. In questo studio, i ricercatori precisano per determinare come la rottura temporanea dell'audizione ai tempi precisi nell'influenza dello sviluppo la capacità affinchè il cervello senta una volta l'udito è riparata.

“Lo scopo di questo studio era di imitare il moderato, perdita dell'udito a breve termine che può accompagnare le otiti in infanti umani e poi studiare come e quando la codifica dei segnali uditivi è stata interrotta nei cervelli dei mouse di sviluppo.„

Tanto come cominciare su un computer, il cervello “inizializza„ stesso durante lo sviluppo a cominciare dai firmware di base e culminare con gli elementi di più alto livello del software. A differenza di un computer, il cervello conta su esperienza dall'ambiente sensoriale circostante per realizzare il suo trattamento di avvio. Se l'esperienza sensitiva è degradata durante questi periodi critici nella vita in anticipo, come si presenterebbe con una cataratta o un'ipoacusia visiva che possono accompagnare un'otite, la rappresentazione del cervello del mondo sensoriale può essere distorta in uno specifico ed il modo duraturo, anche dopo il deficit fisico nell'occhio o nell'orecchio è stato corretto. In questo studio, i ricercatori hanno trovato che quello creare una perdita dell'udito temporanea l'un giorno dopo l'udito cominciato ha interrotto l'allineamento di base di selettività sana di frequenza nella corteccia del mouse, mentre la stessa manipolazione iniziata appena alcuni giorni più successivamente ha interferito con il calcolo neurale delle differenze della sonorità fra le orecchie.

“Questi risultati dimostrano che i periodi del riassunto di perdita dell'udito asimmetrica durante i punti molto specifici nello sviluppo postnatale possono avere un effetto durevole sui circuiti del cervello che confrontano ed integrano le onde sonore che entrano in ogni orecchio,„ hanno detto il Dott. Polly. “Secondo gli studi pediatrici dell'audiologia e gli ultimi dati censuali degli Stati Uniti, circa 12% dei bambini (o 2,6 milione bambini negli Stati Uniti da solo) avvertirà almeno un periodo dell'otite media abbastanza severa per causare un riassunto, ipoacusia delicata prima del raggiungimento dei cinque anni. Sebbene i nostri studi siano intrapresi in un modello animale, questi dati supportano un organismo di lavoro crescente che sottolinea l'importanza di minimizzazione la perdita dell'udito o di eccessivo disturbo ambientale per lo sviluppo infantile sano del cervello.„