Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Promedior inizia il test clinico di fase 2 per valutare PRM-151 in pazienti con mielofibrosi

Promedior, Inc., una società di biotecnologia clinica della fase che sviluppa terapeutica biologica novella per il trattamento di fibrosi, annunciato oggi che ha iniziato un test clinico di fase 2 per valutare PRM-151, il suo candidato del prodotto del cavo, in pazienti con mielofibrosi. Promedior sta avanzando PRM-151, un modulo recombinante di una proteina umana endogena che offre il potenziale di impedire e la fibrosi potenzialmente inversa. Lo studio clinico di fase 2 di PRM-151 in pazienti con mielofibrosi, che si pensa che completi nel 2014, amplia il fuoco clinico di Promedior oltre IPF a mielofibrosi, un altro serio, vita limitante la malattia orfana con bisogno medico insoddisfatto significativo.

“Avanzando lo sviluppo clinico di PRM-151, il nostro candidato del prodotto del cavo, negli studi clinici nei pazienti della mielofibrosi è una pietra miliare significativa per Promedior,„ ha detto Elizabeth G. Trehu, il MD, FACP, il capo ispettore sanitario di Promedior. “Siamo ottimisti che i dati da questo studiano, combinato con i dati incoraggianti in IPF, dimostreranno che il meccanismo novello di PRM-151 di atto è applicabile a una vasta gamma di malattie fibrotiche.„

Il programma di sviluppo clinico di Promedior nella mielofibrosi con le configurazioni PRM-151 sopra ad uno studio clinico ripartito le probabilità su e controllato a placebo in pazienti con IPF, in cui PRM-151 era generalmente ‐ sicuro e buono tollerato e provocato un miglioramento medio nella capacità vitale forzata (FVC) a 8 settimane dopo il dosaggio per soltanto due settimane, mentre i pazienti che ricevono il placebo hanno avuti un declino in FVC. Inoltre, PRM-151 ha dimostrato la vasta attività anti-fibrotica nei modelli preclinici dello standard industriale multiplo della malattia fibrotica, compresi fibrosi polmonare, la nefropatia acuta e cronica, fibrosi del fegato e degenerazione maculare senile relativa all'età.

“Malgrado il successo degli inibitori di JAK, c'è ancora un'esigenza critica di nuovi approcci terapeutici per i pazienti con mielofibrosi. Con il suo meccanismo unico di atto che offre il potenziale di impedire ed invertire la fibrosi, il PRM-151 di Promedior ha il potenziale di trasformarsi in in un trattamento dimodificazione classe prima per questa malattia debilitante,„ ha detto Srdan Verstovsek, il capo di MD, di PhD, di professore e di sezione per i neoplasma di Myeloproliferative, il dipartimento della leucemia, la divisione della medicina del Cancro, il centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas ed il ricercatore principale per lo studio.

Questo test clinico è uno studio multicentrato, a due fasi, adattabile di fase di progettazione 2 per determinare l'efficacia e la sicurezza di PRM-151 come singolo agente o aggiunto ad una dose stabile di ruxolitinib in pazienti con mielofibrosi primaria (PMF), una Post-Policitemia Vera il MF (post-PV MF), o un Thrombocythemia Post-Essenziale MF (post-ET MF). Il punto finale primario è tasso di risposta secondo i criteri internazionali della ricerca e del trattamento di neoplasma di Myeloproliferative del gruppo di lavoro, uno strumento completo di valutazione destinato da un gruppo di esperti internazionale per misurare obiettivamente l'efficacia dei trattamenti per il ¹ di MF. Circa 24 pazienti si pensano che si iscrivano alla prima fase dello studio, con fino a 80 pazienti supplementari nella seconda tappa. Per i dettagli supplementari circa questo test clinico, visualizzi prego www.clinicaltrials.gov.

Source:

Promedior Inc.,