Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La privazione di Sonno può avere conseguenze vascolari

Da Sara Freeman, Reporter dei medwireNews

La privazione di Sonno ingrandice i vasi sanguigni e diminuisce la conformità vascolare, secondo la ricerca pubblicata nel Sonno.

I risultati potrebbero avere implicazioni importanti per i risultati dei metodi neurali della rappresentazione che contano sulla misurazione il flusso sanguigno o (CBF) del volume cerebrale (CBV), quali imaging a risonanza magnetica e tomografia a emissione di positroni funzionali.

“La restrizione di sonno o la privazione Cronica di sonno potrebbe spingere il sistema vascolare nei livelli critici, limitanti la consegna di sangue,„ la Torre "phillips" (Washington State University, Pullman, U.S.A.) della nota ed i colleghe. Ciò potrebbe piombo “ai deficit metabolici con il potenziale per il trauma neurale,„ aggiunge. Il gruppo trovato, tuttavia, che l'attività neurale basale più bassa durante il sonno di ripristino potrebbe permettere che la conformità del vaso sanguigno recuperi.

In uno studio che comprende sette ratti della femmina adulta, "phillips" ed i colleghi usati chirurgicamente hanno impiantato gli elettrodi corticali per misurare le risposte uditive evocate su un periodo di 72 ore. Le risposte uditive sono state istigate da una serie di 65 clic periodici di decibel. Le risposte Emodinamiche sono state misurate simultaneamente usando la spettrofotometria di vicino infrarosso a tre lunghezze d'onda differenti per determinare i cambiamenti in emoglobina ossigenata e deoxygenated durante gli stati varianti della privazione di sonno.

I ricercatori riferiscono la riduzione significativa delle ampiezze emodinamiche evocate nei ratti dopo 8 o 10 ore della privazione di sonno confrontate senza la privazione di sonno. Inoltre, c'era un aumento nei livelli del oxyhemogobin dello stato di stabilità durante la privazione e questo è stato mantenuto per fino a 9 ore prima del ritorno al riferimento.

Lo studio “ha rivelato che la vasodilatazione è più grande per i periodi estesi del risveglio e può piombo alle risposte emodinamiche smussate durante il sonno iniziale di ripristino,„ il commento Steffen Krieger (Monash University, Melbourne, Port Victoria, Australia) e Gary Egan (Max Planck Institute per Scienza Umana di Cervello e Conoscitiva, Lipsia, Germania) in un editoriale. Notano che è non sorprendente, forse, che la privazione di sonno provoca le risposte diminuite o rallentate di motore e conoscitive.

“Questo ha conseguenze importanti per il comportamento degli studi neuroimaging funzionali,„ Krieger e Egan scrive. “Il livello di deficit di sonno quando un esperimento è eseguito può avere un'influenza significativa sui risultati funzionali di attivazione.„

Gli editorialisti concludono: “Gli studi Futuri sono necessari quantificare gli effetti della privazione di sonno in esseri umani sulle risposte emodinamiche e sui diversi parametri fisiologici, quali CBF o CBV.„ Suggeriscono che i ricercatori dovrebbero anche esaminare gli effetti della privazione di sonno sui ritmi circadiani.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.