ASN raccomanda vivamente tutti gli adulti per subire la selezione sistematica per la malattia renale cronica

La Società Americana della Nefrologia raccomanda vivamente che tutti gli adulti subiscano la selezione sistematica per la malattia renale cronica (CKD), l'ottava causa della morte principale negli STATI UNITI. Ciò contraddice le linee guida della selezione recentemente rilasciate dall'Istituto Universitario Americano dei Medici (ASP).

“Se individuato presto nella sua progressione, malattia renale può essere rallentato e la transizione a dialisi essere ritardato. Questo a fatto basato a prova è perché la selezione regolare e l'intervento iniziale di un nefrologo è così importanti a staccare l'epidemia dal gambo della malattia renale negli Stati Uniti e perché ASN lo raccomanda vivamente,„ ha detto Presidente Bruce A. Molitoris, il MD, FASN di ASN.

La Selezione, il Video ed il Trattamento clinici della linea guida di pratica di ASP delle Fasi 1 - Malattia Renale Cronica 3 hanno fatto parecchie raccomandazioni, alcune di cui riflettono la pratica clinica in vigore.

Tuttavia, ASP pronunciato contro selezione per il CKD in adulti asintomatici senza fattori di rischio. Poiché il CKD è in gran parte asintomatico nelle sue fasi iniziali, l'individuazione tempestiva e l'intervento possono rallentare la progressione della malattia ed i pazienti di guida mantengono la funzione e la qualità di vita vitali del rene.

“L'individuazione tempestiva È il tasto ad impedire ai pazienti di diventare contare sulla dialisi da restare vivo,„ ha detto il Direttore Esecutivo Tod Ibrahim di ASN. “ASN ed i sui quasi 15.000 membro-tutti di chi sono esperti in rene malattia-sono delusi dalla raccomandazione irresponsabile dell'ASP.„

“La Fase 1-3 CKD aumenta il rischio per sviluppare la lesione acuta del rene (AKI) dai farmaci nephrotoxic, dalla sepsi, dalla chirurgia, o dalle tinture di contrasto per imaging biomedico. AKI, che si presenta in 23% dei pazienti ospedalizzati, accelera il CKD alla malattia renale di stadio finale,„ ha detto Presidente Molitoris di ASN. “Questo circolo vizioso deve essere interrotto.„

L'ASP egualmente ha raccomandato di non esaminare gli adulti con o senza il diabete che è trattato con i farmaci antipertensivi che includono un inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina o uno stampo del ricevitore dell'angiotensina per proteinuria, un indicatore della funzione del rene. L'Ipertensione ed il diabete sono i due fattori di rischio principali principali per sviluppare il CKD. Il Centri Per Il Controllo E La Prevenzione Delle Malattie stima che più di 20% degli adulti in 20 anni con ipertensione abbiano CKD e più di 25 milione di persone negli Stati Uniti hanno diabete, quasi 180.000 di chi stanno vivendo con l'insufficienza renale di conseguenza. Dato la relazione fra ipertensione o il diabete e malattia renale, ASN sottolinea l'importanza di verificare la salubrità del rene degli adulti che sono trattati con i farmaci antipertensivi a proteinuria.

Mentre riconosce l'esigenza di ricerca clinica di ulteriore e più grande disgaggio sul CKD e come la malattia progredisce nelle sue fasi iniziali, ASN crede che la prova corrente supporti forte il valore di individuazione tempestiva di e la selezione per, la malattia renale cronica.

Sorgente: Società Americana di Nefrologia

Advertisement