Pazienti con l'artrite reumatoide severa più probabile avere problemi del cuore

La menopausa in anticipo è fattore di rischio, la ricerca presentata all'istituto universitario americano delle manifestazioni di riunione della reumatologia

La gente con l'artrite reumatoide ed altre circostanze infiammatorie croniche sono all'elevato rischio della malattia di cuore. Chi è nella maggior parte del pericolo, perché e quanto il più bene impedire ed individuare le complicazioni cardiovascolari è domande importanti per i medici ed i ricercatori. Gli studi della clinica di Mayo presentati all'istituto universitario americano della riunione annuale della reumatologia fanno il nuovo indicatore luminoso su questa connessione, in parte rivelando i fattori che sembrano mettere alcuni pazienti di artrite reumatoide nel maggior pericolo dei problemi del cuore: menopausa in anticipo, artrite reumatoide ed immunità più severe ad un virus comune, citomegalovirus, tra l'altro.

In uno studio, i ricercatori di Mayo hanno scoperto che i pazienti di cui l'artrite reumatoide è più severa sono più probabili avere problemi del cuore. Che diventerà vero presto dopo che l'artrite reumatoide direzione, rendendo trattamento iniziale dell'artrite reumatoide importante, dice il co-author Eric Matteson, M.D., presidenza della reumatologia alla clinica di Mayo a Rochester, Minnesota.

“Una cosa che abbiamo imparato in particolare in questo studio è che l'alto carico di malattia sulle giunzioni durante il primo anno di malattia già è un preannunciatore molto forte della malattia cardiovascolare successivamente e quello sembra essere col passare del tempo se il carico di malattia può essere diminuito anche,„ il Dott. attenuato Matteson dice.

Nell'altra ricerca, un gruppo di Mayo esaminato un virus comune chiamato citomegalovirus, un errore molta gente ottiene e nemmeno che sa che hanno. Hanno trovato le correlazioni fra la risposta immunitaria dei pazienti di artrite reumatoide al virus e lo sviluppo della malattia del miocardio che.

Se risulta che c'è questa relazione, quindi può essere quel un modo macchiare i pazienti che sono all'elevato rischio per la malattia di cuore sarebbero un profilo immune o biomarcatori relativi al citomegalovirus ed alla sua segnalazione immune associata di attivazione,„ dice il Dott. Matteson, un co-author.

Un altro studio ha trovato che donne con l'artrite reumatoide e la menopausa in anticipo -- menopausa prima dell'età 45 -- egualmente sembri essere all'elevato rischio della malattia di cuore. Circa due terzi dei pazienti con l'artrite reumatoide sono donne ed i ricercatori lungamente hanno studiato le influenze ormonali possibili sullo sviluppo della malattia, il Dott. Matteson dice.

“Questo studio mostra la relazione complessa fra l'artrite reumatoide, ormoni e malattia di cuore,„ dice il Dott. Matteson, l'autore senior. “Egualmente abbiamo trovato i pazienti che hanno avuti bambini multipli, particolarmente sette o più, siamo all'elevato rischio della malattia cardiovascolare rispetto alle donne che hanno menopausa ad un'età normale o hanno meno bambini.„

Altri studi della clinica di Mayo trovati:

  • Un'più alta incidenza del disordine di ritmo del cuore, intervallo prolungato di quarto, nei pazienti di artrite reumatoide, specialmente coloro che ha avuto un'più alta “tariffa di sed„ -- un'analisi del sangue che può rivelare l'attività infiammatoria quando la loro artrite reumatoide è stata diagnosticata.
  • I pazienti di artrite reumatoide sono più probabili sviluppare un livello elevato dell'acido urico, una circostanza chiamata iperuricemia e quello è un preannunciatore significativo della malattia arteriosa periferica, ma non sembra essere uno per la malattia cardiovascolare.

  • I fattori di rischio multipli per la malattia di cuore sono stati macchiati in pazienti quando sono stati diagnosticati con arterite gigante delle cellule, infiammazione del rivestimento delle arterie. Tuttavia, i pazienti giganti di arterite delle cellule non sembrano essere all'elevato rischio della sindrome coronarica acuta, una circostanza di cui i sintomi rispecchiano quelli di un attacco di cuore.