Il ritardo del trattamento di artrite reumatoide ha potuto notevolmente aumentare la probabilità di danno unito

Il ritardo del trattamento per l'artrite reumatoide potrebbe notevolmente aumentare la probabilità che i pazienti soffriranno il danno e l'inabilità uniti di esperienza due anni fuori, secondo un nuovo studio da Vivian Bykerk, M.D. all'ospedale per ambulatorio speciale. La ricerca sarà presentata alla riunione annuale dell'istituto universitario americano della reumatologia/associazione dei professionisti del settore medico-sanitario della reumatologia il 28 ottobre 2013 a San Diego.

“Dobbiamo istruire la gente diagnosticata con l'artrite reumatoide circa questa. Alcuni vogliono ritardare il trattamento perché sono impaurite. Non hanno avvolto le loro teste intorno al fatto che hanno questa malattia, o sono riluttanti a cominciare catturare il farmaco. Una certa località di soggiorno agli approcci non medicinali, molti di cui hanno limitato l'effetto,„ ha detto il Dott. Bykerk, principale inquirente e un reumatologo all'ospedale per ambulatorio speciale in New York.

“Purtroppo, ho veduto che troppe approcci ed essi del trattamento di mora della gente efficaci ritornano un anno più successivamente molto deludente, spesso con danno unito che potrebbe essere impedito. Più lungamente avete infiammazione nelle giunzioni, più probabile siete di avere danno unito e sta andando urtarlo come funzionate giù la strada,„ ha detto.

L'artrite reumatoide (RA) è una malattia autoimmune sistematica che pricipalmente pregiudica le giunzioni. Il livello corrente della terapia iniziale è uso a breve termine delle droghe antirheumatic, che sono state efficace provato a diminuire l'infiammazione in relazione con il Ra. Finora, le medicine alternative e le terapie più deboli non sono risultato essere efficaci per la malattia ai nei test clinici controllati a placebo ben progettati.

Il nuovo studio ha identificato i pazienti con RA in anticipo e classificato loro successivamente sei mesi come essendo raggiungendo “l'attività bassa di malattia,„ oppure no. L'attività bassa di malattia, lo scopo presto nel corso della malattia, significa che il dolore unito, il gonfiamento ed altri indicatori di infiammazione contrassegnato sono diminuiti. Nel confrontare i pazienti a due anni, i ricercatori hanno osservato che quelli di cui il RA aveva raggiunto uno stato di attività bassa di malattia entro sei mesi hanno avuti abilità molto meglio funzionale a due anni. In uno studio relativo da questo gruppo, la funzione è stata trovata per essere ancora migliore a due anni in pazienti che avevano raggiunto la remissione completa.

Gli studi sono stati intrapresi facendo uso dei dati dal gruppo in anticipo di artrite del canadese (CATTURA). Il Dott. Bykerk è presidenza e Direttore della CATTURA, un progetto di ricerca multicentrato in corso nel Canada che sta raccogliendo le informazioni sui pazienti con l'artrite infiammatoria iniziale. I dati pazienti sono stati raccolti a 19 siti clinici attraverso il Canada, entrambi che insegnano ed in ospedali a livello comunitario come pure alle cliniche. Finora, il progetto ha raccolto i dati su 1.800 pazienti.

Il Dott. Bykerk ed il Dott. Pooneh Akhavan, con il loro gruppo di ricerca, hanno usato il database per identificare 833 pazienti con RA in anticipo che era stato seguito per due anni. Il RA in anticipo è stato definito come avendo sintomi per un anno o di meno.

I ricercatori hanno valutato l'impatto di attività bassa di malattia (LDA) a sei mesi al livello di inabilità a due anni, facendo uso dell'indice analitico di inabilità del questionario (HAQ) di valutazione di salubrità. Il HAQ è un'indagine auto-riferita che si è trasformata in in uno strumento dominante utilizzato nella valutazione del RA. Misura la difficoltà che un paziente ha nell'esecuzione delle attività di base, compreso la camminata, il bagno, il cibo e vestirsi.

Nell'analizzare l'impatto di raggiungimento dell'attività bassa iniziale di malattia, il regolato dei ricercatori per i fattori di confusione di potenziale quali la funzione del riferimento ed attività di malattia come pure età, sesso ed uso di malattia-modificazione le droghe antirheumatic (DMARDS), gli steroidi e del biologics. Più di 90% dei pazienti ha ricevuto DMARDs. I ricercatori anche gestiti per i livelli di fattore reumatoide (gli autoanticorpo più relativi all'artrite reumatoide) e di velocità di eritrosedimentazione (una misura di infiammazione). Un'analisi esplorativa esaminata se lo stato socioeconomico, il dolore e la fibromialgia hanno avuti un impatto sull'inabilità.

I ricercatori hanno trovato che quello raggiungere LDA a sei mesi era un preannunciatore significativo e indipendente dell'inabilità più bassa a due anni; 56% dei pazienti ha raggiunto un LDA a sei mesi. “Risulta quello a due anni nello studio, pazienti che hanno ottenuto la loro malattia sotto controllo più presto hanno avuti migliore funzione che quelle che non abbiano fatto,„ ha detto il Dott. Bykerk. Come sospettato, l'età e sesso pazienti erano egualmente premonitori dell'inabilità (donne hanno generalmente RA peggiore che gli uomini) ed i pazienti con la fibromialgia al riferimento egualmente hanno avuti più inabilità.

“Crediamo che ci sia una finestra in cui la gente ha una probabilità molto migliore di ottenere l'artrite reumatoide sotto il buon controllo, spesso con la terapia meno intensa e la finestra ha luogo entro i primi tre mesi di sviluppare l'infiammazione unita,„ ha detto il Dott. Bykerk. I nuovi risultati di studio, ha detto, dovrebbero spingere medici ad avvertire i pazienti circa i rischi di ritardo della terapia e seguire più spesso i pazienti nelle fasi iniziali di trattamento.

“Credo che i pazienti dovrebbero incontrare spesso i loro specialisti di artrite nelle fasi in anticipo di RA in moda da poterli valutare essi come i loro pazienti stanno reagendo al trattamento,„ il Dott. Bykerk abbiano detto. “I pazienti più lunghi aspettano, più probabile è che avrà bisogno della terapia più intensa di raggiungere lo stesso controllo di infiammazione unita.„

Precedentemente, gli studi hanno indicato che il migliore controllo di malattie durante il primo anno ha predetto meno inabilità futura. Questo studio accorcia lo spazio.