Il corallo del mare ha potuto presto essere utilizzato in osso che innesta le procedure

Il corallo del mare potrebbe presto essere utilizzato più estesamente in osso che innesta grazie di procedure alla nuova ricerca che ha raffinato i beni del materiale e lo ha resi più compatibili con l'osso naturale.

Parzialmente convertendo il calcio carbonato-ha trovato nell'esoscheletro del mare corallo-nel hydroxyapatite corallino (CHA), il materiale raffinato, chiamato carbonato corallino calcio/del hydroxyapatite (CHACC), è stato indicato a “considerevolmente migliorano„ il risultato degli innesti dell'osso in 16 pazienti.

I risultati di piccolo studio clinico, che sono stati pubblicati oggi, il 29 novembre 2013, in materiali biomedici di pubblicazione del giornale dello IOP, hanno indicato che l'osso che guarisce è stato osservato in ciascuno dei pazienti dopo quattro mesi e che il CHACC completamente aveva biodegradato dopo due anni.

CHA derivato dal corallo del mare è stato usato per molti anni come riuscito materiale dell'innesto dell'osso; tuttavia, il suo uso è stato limitato alle ossa specifiche perché completamente non biodegrada.

L'autore corrispondente della ricerca Zhidao Xia dall'università di Swansea ha detto: “I nostri metodi hanno migliorato considerevolmente il risultato degli innesti dell'osso usando la tecnica di conversione parziale, in cui la composizione biodegradabile da corallo naturale è riservata. Funziona in un modo molto simile a CHA disponibile nel commercio per rigenerazione conduttiva dell'osso, ma i migliori beni di biodegradazione sono compatibili con il trattamento naturale di volume d'affari dell'osso del tessuto ospite.

“Quando i biomateriali non biodegradano e non rimangono in tessuto scheletrico, possono causare continuamente i problemi nel host. Nelle circostanze estreme, è possibile che i beni meccanici differenti dell'innesto artificiale dell'osso possano causare una ri-frattura o trasformarsi in in una sorgente per la crescita del batterio nell'infezione.„

CHACC potrebbe trasformarsi in in un'alternativa di promessa ad un autoinnesto, che usa i frammenti di ossa da un'altra parte dell'organismo del paziente per ricrescere il nuovo osso nell'area danneggiata. Oltre soltanto ad avere un'azione limitata, un autoinnesto può causare il disagio, il dolore ed il danno a lungo termine nell'area che l'osso è catturato da.

Nel loro studio, nei ricercatori, dal Regno Unito e dalla Cina, ha raccolto il corallo del mare dal sud della Cina e parzialmente ha convertito il carbonato di calcio in CHA per formare CHACC.

Secondo il documento, la composizione in CHACC, che contiene 15 per cento di CHA in uno strato sottile intorno al carbonato di calcio, ha la forte, struttura porosa che ha reso CHA commercialmente riuscito, ma contiene i beni biodegradanti significativamente migliori per supportare l'osso naturale che guarisce.

Nel loro studio, i ricercatori hanno costruito CHACC ed hanno verificato i sui beni fisici e chimici facendo uso di una serie di tecniche microscopiche e spettroscopiche. Il CHACC era poi misto con le cellule staminali mesenchymal umane ed è stato impiantato sottocute in mouse per 10 settimane. I risultati hanno indicato che la nuova formazione dell'osso era visibile sulla superficie del CHACC.

In uno studio clinico preliminare, 16 pazienti (11 maschii e femmina cinque) con un intervallo di quattro difetti differenti dell'osso sono stati impiantati chirurgicamente con CHACC. I risultati indicati là erano osso clinico che guarisce quattro mesi dopo chirurgia e la maggior parte del CHACC impiantato degradato dopo 18 - 24 mesi in ogni paziente.

L'osso che ricostruisce può essere un trattamento complesso e lento tramite cui il vecchio osso è sostituito continuamente dal nuovo tessuto dell'osso. Nel caso della frattura che guarisce, la fase di ricostruzione completa può catturare fra tre e cinque anni secondo la persona, in modo da un innesto sintetico dell'osso deve biodegradare all'interno di una finestra di tempo che si riferisce all'osso naturale che ricostruisce il ciclo.

I ricercatori riconoscono che c'è un certo modo andare finché il materiale non possa abbinare i vantaggi di un autoinnesto ed essere usato su parecchio milione di persone universalmente chi subiscono l'osso che innesta ogni anno le procedure.

“Sebbene il nostro studio abbia fornito i risultati di promessa, il materiale di CHACC non contiene una matrice organica dell'osso, le celle viventi e la capacità indurre, piuttosto che il comportamento, nuova formazione dell'osso. Di conseguenza, i nostri lavori futuri sono di combinare la consegna di fattore di crescita e la tecnologia controllate della cellula staminale per trovare una soluzione ancora migliore per i materiali dell'innesto dell'osso.„ Xia continuato.