Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono l'approccio nuovo di promessa per trattamento del cancro colorettale

Gli scienziati ed i chirurghi a principessa Margaret Cancer Centre hanno scoperto un approccio nuovo di promessa a trattare il cancro colorettale disarmando il gene che determina il auto-rinnovo in cellule staminali che sono la causa di origine della malattia, la resistenza al trattamento e ricaduta. Il cancro colorettale è la terza causa principale della morte in relazione con il Cancro nel mondo occidentale.

“Questo è il primo punto verso clinicamente l'applicazione dei principi di biologia di cellula staminale del cancro per gestire la crescita del cancro ed avanzare lo sviluppo delle maturazioni del bene durevole,„ dice che il Dott. John Dick del ricercatore principale circa i risultati ha pubblicato l'oggi online nella medicina della natura.

Parla della ricerca in questo video - clicchi il collegamento per guardare: https://www.youtube.com/watch?v=QK7JquljkBc.

Il Dott. Dick ha aperto la strada al giacimento della cellula staminale del cancro dalle prime cellule staminali d'identificazione di leucemia (1994) e dalle cellule staminali del tumore del colon (2007). È egualmente rinomato per l'isolazione della cellula staminale di sangue umano nel suo modulo più puro - come singola cellula staminale capace di rigenerazione del sistema intero di sangue - aprire la strada per uso clinico (2011). Il Dott. Dick tiene una presidenza della ricerca del Canada nella biologia di cellula staminale ed è uno scienziato senior alla principessa Margaret Cancer Centre della rete di salubrità dell'università ed al centro di McEwen per medicina a ricupero. È egualmente un professore nel dipartimento della genetica molecolare, dell'università di Toronto e di Direttore del programma della cellula staminale del Cancro all'istituto di Ontario per ricerca sul cancro.

Negli esperimenti preclinici, il gruppo di ricerca ha ripiegato il tumore del colon umano in mouse per determinare se specificamente mirare alle cellule staminali fosse clinicamente pertinente. In primo luogo, i ricercatori hanno identificato che il gene BMI-1, già implicato in cellule staminali di mantenimento in altri cancri, è il regolatore chiave delle cellule staminali di tumore del colon e determina il ciclo della sopravvivenza di auto-rinnovo, di proliferazione e delle cellule. Dopo, il gruppo ha usato un inibitore attuale della piccolo-molecola per bloccare con successo BMI-1, così dimostrando la pertinenza clinica di questo approccio.

Il Dott. Antonija Kreso dell'autore principale scrive: “Inibire un regolatore riconosciuto del auto-rinnovo è un efficace approccio alla crescita del tumore di controllo, fornente la prova ben fondata per la pertinenza clinica del auto-rinnovo come trattamento biologico per l'ottimizzazione terapeutica.„

Il Dott. Dick spiega: “Quando abbiamo bloccato la via BMI-1, le cellule staminali non potevano auto-rinnovare, che hanno provocato il danno a lungo termine ed irreversibile della crescita del tumore. Cioè il cancro permanentemente è stato interrotto.„

il Dott. Catherine O'Brien dello Chirurgo-scienziato, co-author senior dello studio dice: “Il potenziale clinico di questa ricerca è emozionante perché mappa un modo possibile sviluppare il trattamento mirato a per i pazienti di tumore del colon. Già è conosciuto che circa 65% hanno il biomarcatore BMI-1. Con l'obiettivo identificato e un modo provato affrontarlo, questa conoscenza ha potuto tradurre prontamente in prove primo in umane per fornire la medicina più personale del cancro.„