I pazienti con RA oggi hanno tempo più facile con la vita quotidiana che i pazienti diagnosticati due decadi fa

La nuova ricerca rivela che i pazienti con l'artrite reumatoide (RA) oggi si divertono con la vita quotidiana che i pazienti diagnosticati due decadi fa. Secondo i risultati dello studio pubblicato nella cura & nella ricerca di artrite, un giornale dell'istituto universitario americano della reumatologia (ACR), l'ansia, l'umore depresso e l'inabilità fisica sono stati tagliati a metà durante gli ultimi 20 anni. I ricercatori ritengono che una riduzione dell'attività di malattia sia parzialmente responsabile di questo cambiamento positivo.

L'organizzazione mondiale della sanità (WHO) stima che fino a un per cento del dolore di esperienza della popolazione mondiale e del gonfiamento delle giunzioni causate da RA, una malattia autoimmune sistematica. Col passare del tempo, il RA può alterare la funzione quotidiana e piombo all'inabilità significativa, con gli studi che mostrano la malattia è una minaccia contro la funzione fisica ed il benessere psicologico. Tuttavia, le opzioni migliori del trattamento compreso intervento iniziale di terapia, uso del biologics e la terapia più intensiva hanno contribuito a diminuire l'attività di malattia.

“La diagnosi precoce, interventi più intensivi con le raccomandazioni vivere una vita completa ed essere fisicamente attiva può contribuire a migliorare il quotidiano che vive per quelli con il RA,„ spiega l'autore principale, C-cile L. Overman, un candidato di Ph.D. con il dipartimento della psicologia di salubrità e clinica, università di Utrecht nei Paesi Bassi. “Il nostro studio esaminato se l'emergenza psicologica e l'inabilità fisica nei pazienti del RA diminuissero durante le ultime due decadi.„

Per lo studio presente, i ricercatori hanno reclutato 1151 con RA recentemente diagnosticato fra 1990 e 2011. I partecipanti erano 17 - 86 anni con 68% che è femminile. Ogni partecipante è stato valutato ai tempi della diagnosi ed è stato riflesso per i seguenti tre - cinque anni.

Risultato indicano che dopo i primi quattro anni di trattamento 20 anni fa, 23% dei pazienti del RA ha riferito l'ansia, di umore diminuito 25% e 53% ha fatto confrontare l'inabilità fisica a 12%, a 14% e a 31%, rispettivamente, oggi. La diminuzione nell'inabilità fisica è rimanere significativa anche dopo registrare per ottenere l'attività diminuita di malattia. I risultati indicano che la tendenza verso il basso nell'inabilità fisica, nell'ansia e nell'umore depresso può essere dovuta in parte ad attività diminuita di malattia.

“Il nostro studio ha determinato corrente quello, 1 su 4 pazienti recentemente diagnosticati del RA è reso non valido dopo i primi quattro anni di trattamento; mentre 20 anni fa, quella cifra era più elevata a 2 su 4 pazienti,„ conclude sig.ra Overman. “Oggi, i pazienti del RA hanno una migliore opportunità di vivere una vita stimata che i pazienti diagnosticati con questa malattia autoimmune due decadi fa.„

Source: