Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le cellule epiteliali possono migrare sopra le regioni prive di supporto dalla matrice extracellulare

Lo studio dell'innovazione dall'università nazionale di Singapore fa luce su migrazione della cellula epiteliale nel trattamento curativo della ferita

Un gruppo dei ricercatori dall'università nazionale di Singapore (NUS) ha scoperto che le cellule epiteliali esterne possono unirsi al modulo sospeso “getta un ponte su„ durante la guarigione della ferita. I risultati nuovi apriranno la strada per assistenza tecnica del tessuto, quale la progettazione di interfaccia artificiale ed il migliore trattamento della ferita.

Piombo dal professor Lim Chwee Teck dall'istituto di Mechanobiology (MBI) a NUS ed ai dipartimenti di assistenza tecnica biomedica e di ingegneria meccanica alla facoltà di NUS di assistenza tecnica e dal professor Benoit Ladoux da MBI e Institut Jacques Monod, gli scienziati scoperti come le cellule epiteliali possono migrare sopra le regioni prive di supporto dalla matrice extracellulare, che sono proteine strutturali a cui permetta che le celle aderiscano. Questi risultati della ricerca in primo luogo sono stati pubblicati online nei materiali principali della natura del giornale scientifico il 2 dicembre 2013.

Come le cellule epiteliali esterne umane formano sospesi multicellulari “i ponti„

Facendo uso della tecnologia microfabricated, il gruppo ha trovato che i livelli di cellule epiteliali esterne umane, conosciuti come i keratinocytes, possono formare “i ponti„ multicellulari sospesi sopra le regioni prive della gestione di matrici extracellulare. I keratinocytes di migrazione possono muoversi in avanti come collezione unita ed omogenea di celle per formare una barriera protettiva sopra un'area ferita. Finalmente, queste celle vengono insieme al modulo sospeso “getta un ponte su„ sopra le regioni che non sono tendenti per aderenza delle cellule. Precedentemente non è stato capito come questo trattamento curativo, conosciuto come “ri--epithelialization„, potrebbe accadere sopra un letto della ferita che non ha fornito un rivestimento omogeneo della matrice extracellulare affinchè le celle migrasse sopra.

I ricercatori egualmente hanno scoperto che la lamiera sottile sospesa delle cellule è creata con l'accumulazione di tensione su grande scala attivata da actomiosina, un genere di proteina del motore che può causare la contrazione in celle. Hanno trovato la lamiera sottile delle cellule per essere del tipo di elastica nel comportamento, che ha spiegato parzialmente la sua capacità di formare i ponti multicellulari.  Ciò non è veduta in altri tipi delle cellule che tendono ad essere più del tipo di fluida. 

Punti seguenti nella ricerca di mechanobiology del tessuto

Commentando il loro studio, prof. Lim ha detto, “dobbiamo intraprendere gli studi approfonditi di vari fattori che regolamentano la ferita che guariamo in moda da poterci capire meglio noi il trattamento della riparazione e della rigenerazione del tessuto. Il nostro studio eventualmente aprirà la strada per la progettazione delle alternative migliori che possono sormontare le limitazioni correnti nel campo di assistenza tecnica del tessuto dell'interfaccia e promuovere la rigenerazione soddisfacente dell'interfaccia.  Alcune applicazioni potenziali includono il trattamento delle ferite dell'ustione dell'interfaccia come pure la caratterizzazione dei beni meccanici delle lamiere sottili delle cellule.„

Muovendosi in avanti, il gruppo continuerà a spingere il limite della ricerca di mechanobiology del tessuto studiando i beni fisici e meccanici delle cellule epiteliali. Questa ricerca permetterà agli scienziati di avere una migliore comprensione dei cambiamenti connessi con determinate malattie della pelle come le malattie di vescica e quelle che si presentano nel corso di invecchiamento.

Source:

National University of Singapore