La combinazione di microsfere di NGF ed i condotti del chitosan esibiscono i migliori effetti nella riparazione della lesione del nervo facciale

La molecola del chitosan può promuovere l'aderenza e la crescita delle cellule nervose lungo la superficie del materiale. Può migliorare l'aderenza e l'afflusso delle cellule di Schwann, così incoraggiando la crescita degli assoni. Tuttavia, l'orientamento fisico del nervo da un condotto del nervo non può essere sufficiente per promuovere il ripristino ottimale. Il Dott. Huawei Liu e colleghi dall'istituto della stomatologia, policlinico cinese di PLA in Cina ha preparato le microsfere che contengono il fattore di crescita del nervo per la versione continua con un metodo composto ed impiantato loro nei condotti del chitosan per riparare i difetti di 10 millimetri sui giusti rami orali del nervo facciale in conigli. I ricercatori hanno trovato che la versione in vitro continua del fattore di crescita attivo del nervo è durato almeno i 90 giorni.

L'atrofia muscolare indotta dai difetti del nervo facciale è stata attenuata e la velocità e l'ampiezza della conduzione del nervo sono state aumentate significativamente. Inoltre, le microsfere per la versione continua del fattore di crescita del nervo congiuntamente ai condotti del chitosan hanno migliorato la rigenerazione della guaina di mielina e dell'assone del nervo facciale danneggiato. Questi risultati, pubblicati nella ricerca neurale di rigenerazione (volume 8, no. 33, 2013), indicano che la combinazione di microsfere dirilascio della crescita del nervo e di effetti superiori delle mostre dei condotti del chitosan nella riparazione della lesione del nervo facciale ha paragonato al fattore di crescita del nervo da solo.