Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Notre Dame, partner di Loyola per fornire supporto diretto per nuova ricerca sul cancro rivoluzionaria

Due centrali elettriche della ricerca, l'università Chicago di Loyola e l'università di Notre Dame, stanno unendo le forze in una collaborazione pluridisciplinare di ricerca sul cancro.

Lo scopo dell'alleanza è di fornire al supporto diretto per nuova ricerca sul cancro rivoluzionaria, l'ultimo obiettivo di rendere a cancro un più trattabile e potenzialmente curabile, malattia.

“Con questa collaborazione attingeremo la larghezza della nostra competenza scientifica, riunendo il lavoro clinico e di traduzione facciamo a Loyola con il forte, programma di ricerca di avanguardia di scienza a Notre Dame,„ ha detto lo Stiff di Patrick, il MD, Direttore del centro del Cancro di Bernardin del cardinale di Loyola. “Il nostro scopo è di stimolare la scoperta e lo sviluppo di nuove terapie innovarici.„

“Questo permetterà ai ricercatori di livello internazionale e clinici dalle discipline differenti da smerigliatrice dentro sui campi chiave di ricerca sul cancro,„ ha detto M. Sharon Stack, PhD, l'Ann F. Dunne ed Elizabeth M. Riley Direttore dell'istituto di ricerca sul cancro di Harper all'università di Notre Dame. “La ricerca che effettuiamo oggi sta andando fissare lo standard per il trattamento futuro dei malati di cancro.„

Il centro medico regionale di San Giuseppe (SJRMC), situato in Indiana centrale del nord, era strumentale nel riunire Loyola e Notre Dame. Riconosciuto come forti partner della comunità, SJRMC e Notre Dame lungamente hanno collaborato alle aree multiple. I sistemi di salubrità di Loyola e di SJRMC, entrambi i membri di salubrità della trinità di CHE, egualmente dividono un'affiliazione accademica.

“Oltre ad avere programmi robusti di ricerca sul cancro, tutte queste organizzazioni egualmente dividono un'eredità cattolica fondamentale,„ ha detto Albert Gutierrez, presidente e direttore generale di SJRMC. “Siamo onorati per associarci con altri istituti che sono determinati dai loro valori e da una missione per servire.„

Complessivamente quattro $50.000 concessioni costituiranno un fondo per il progetto di ricerca di Dame di Loyola-Notre. La salubrità del centro, dell'università di istituto di ricerca sul cancro di Harper di Notre Dame e di CHE della trinità del Cancro di Bernardin del cardinale di Loyola sta costituendo un fondo per tre delle concessioni. Una quarta concessione è costituita un fondo per dai donatori Michael ed Estella Cronk di Oak Brook, Ill.

Le concessioni forniranno il finanziamento iniziale per quattro progetti di ricerca uniti:

Nuova arma contro cancro ovarico. Il cancro ovarico è silenzioso durante le fasi iniziali e spesso non è individuato finché non sia in una fase avanzata. Soltanto 20 per cento delle donne diagnosticate con il cancro ovarico della tardi-fase sopravvivono a per cinque anni. Il cancro ovarico è associato con una sovrabbondanza delle molecole del ricevitore sulla superficie delle celle del tumore. La speranza dei ricercatori una droga di bloccare la produzione di uno di questi ricevitori può infine migliorare la sopravvivenza in malati di cancro ovarici. Questa concessione è costituita un fondo per da Michael e da Estella Cronk.

Ricercatori principali: Maureen Drakes, PhD (Loyola) e M. Sharon Stack, PhD (Notre Dame).

Aiutando il sistema immunitario a combattere cancro. Le varie terapie amplificano il sistema immunitario per uccidere le cellule tumorali. I ricercatori hanno identificato un'interazione fra le proteine cellulari che purtroppo indebolisce questa risposta immunitaria. Impedendo le proteine l'interazione è una strategia possibile per il miglioramento dell'immunoterapia del cancro.

Ricercatori principali: Brian M. Baker, PhD, (Notre Dame) e Stephanie K. Watkins, PhD, (Loyola).

Un migliore modello per studiare leucemia. Segnali molecolari che derivano dalla guida del midollo osseo per proteggere le celle leucemiche dagli effetti letali delle droghe chemioterapeutiche. Ciò provoca la farmacoresistenza e notevolmente ostacola il ripristino dei pazienti. Tale segnalazione anche attira le cellule tumorali verso il midollo osseo, piombo alla diffusione di cancro. Tuttavia, le funzionalità molecolari dettagliate di questa segnalazione sono difficili e che richiede tempo studiare con i metodi correnti. Così i ricercatori stanno sviluppando un nuovo e modello sperimentale più efficiente per studiare questa via molecolare importante di segnalazione.

Ricercatori principali: Diane Wagner, PhD (Notre Dame); e MD di Jiwang Zhang, PhD e Paul Kuo, MD (Loyola).

Un approccio del cavallo di Troia al melanoma combattente. Una droga del anti-melanoma che è efficace una volta applicata attuale è inefficace una volta iniettata, perché le celle possono purgare la droga. Per rendere non valido questo meccanismo di difesa, i ricercatori pianificazione un approccio del cavallo di Troia. Imballeranno la droga dentro le nanoparticelle in modo che la droga raggiunga un sito dentro la cella in cui può esercitare il suo effetto tossico.

Ricercatori principali: Caroline Le Poole, PhD (Loyola) e Basar Bilgicer, PhD (Notre Dame).

Le concessioni di un anno sono intese come fondi di seme affinchè i ricercatori realizzino i progetti di collaborazione che raccolgono i dati preliminari stati necessari per un'applicazione non Xerox ad una sorgente di finanziamento esterna importante.

Source:

Loyola University Health System