Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

GSK riceve l'approvazione di FDA per la combinazione di Mekinist con Tafinlar per il trattamento del melanoma

Plc di GlaxoSmithKline [LSE/NYSE: GSK] annunciato oggi che gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) hanno approvato Mekinist® (trametinib) per uso congiuntamente a Tafinlar® (dabrafenib) per il trattamento dei pazienti con il melanoma unresectable (melanoma che non può essere eliminato da chirurgia) o il melanoma metastatico (melanoma che si è sparso ad altre parti del corpo) con le mutazioni di BRAF V600E o di V600K. Queste mutazioni devono essere individuate da una prova approvata dalla FDA.1 Tafinlar non è indicato per il trattamento dei pazienti con il melanoma selvaggio tipo di BRAF.

L'approvazione della combinazione è basata sulla dimostrazione del tasso di risposta e sulla durata mediana della risposta in uno studio di fase I/II. Il miglioramento nei sintomi in relazione con la malattia o nella sopravvivenza globale non è stato dimostrato per Mekinist congiuntamente alla combinazione  di Tafinlar.The era approvato con il programma accelerato dell'approvazione di FDA ed è stato esaminato nell'ambito di una designazione di esame di priorità.  Questa approvazione accelerata è dipende dai risultati della prova in corso di fase III (citata come MEK115306 o Combi-D), che è destinata per valutare il vantaggio clinico della combinazione in questa popolazione paziente.

“Marchi d'omologazione questo un altro momento chiave in che cosa continua ad essere un'evoluzione rapida del paesaggio del trattamento per i pazienti metastatici del melanoma. Combinando gli agenti che mirano ai meccanismi differenti che regolamentano la crescita delle cellule tumorali è una delle aree di promessa nella ricerca sul cancro,„ ha detto il Dott. Paolo Paoletti, Presidente dell'oncologia, GSK. “Siamo fieri che la prima combinazione approvata di terapie mirate a nel melanoma metastatico è Mekinist e Tafinlar e la nostra speranza è che si trasformerà in in parte di nuovo livello di cura per i pazienti appropriati con il melanoma metastatico mutazione-positivo di BRAF V600E o di V600K.„ 

I risultati dalla parte ripartita con scelta casuale di fase II dello studio del aperto contrassegno di fase I/II, che ha valutato la combinazione di trametinib e di dabrafenib alla dose raccomandata (150/2mg) >1, erano come segue:

  • Il tasso di risposta globale ricercatore-valutato (ORR) (punto finale principale di efficacia) era 76% (ci di 95%, 62, 87) per i pazienti curati con la combinazione e 54% (ci di 95%, 40, 67) per i pazienti ha trattato con il dabrafenib dell'unico agente. La durata mediana della risposta era di 10,5 mesi (ci di 95%, 7, 15) per i pazienti curati con la combinazione e di 5,6 mesi (ci di 95%, 5, 7) per i pazienti ha trattato con il dabrafenib dell'unico agente.
  • Le analisi di dati del comitato di revisione radiologico indipendente accecato (IRRC) hanno supportato i risultati del ricercatore. Il ORR IRRC-valutato era 57% (ci di 95%, 43, 71) per i pazienti curati con la combinazione e 46% (ci di 95%, 33, 60) per i pazienti che ricevono il dabrafenib dell'unico agente. La durata mediana della risposta come valutata dal IRRC era di 7,6 mesi (ci di 95%, 7, NR) per i pazienti curati con la combinazione e 7,6 mesi (ci di 95%, 6, NR) per i pazienti hanno trattato con il dabrafenib dell'unico agente.

Trametinib congiuntamente a dabrafenib può causare gli effetti secondari seri, alcuni di cui possono essere pericolosi, includere: nuove malignità cutanee primarie (nuovi cancri di interfaccia); promozione del tumore nel melanoma selvaggio tipo di BRAF; eventi emorragici (spurgo sintomatico in una zona critica o in un organo); eventi thromboembolic venosi (coaguli di sangue); cardiomiopatia (problemi del cuore, compreso infarto);  tossicità (in relazione con l'occhio) oculari; affezione polmonare interstiziale (ILD); reazioni febbrili serie della droga (febbri severe); tossicità seria dell'interfaccia (eruzione); iperglicemia (problemi dello zucchero di sangue); anemia emolitica in pazienti con la carenza della deidrogenasi (G6PD) di glucose-6-phosphate; e tossicità embryofoetal (danno potenziale al bambino futuro in donne incinte).1,2

Il più delle volte accadendo gli effetti collaterali negativi raccomandati alla dose di trametinib 2mg una volta giornalmente congiuntamente a dabrafenib 150mg (tutti i gradi in più di 20% dei pazienti) ripartito con scelta casuale due volte al giorno nella parte dello studio di fase I/II incluso: la febbre (febbre) (71%), freddi (58%), fatica (53%), eruzione (45%), nausea (44%), vomitante (40%), diarrea (36%), dolore addominale (33%), unità periferica dell'edema (gonfiamento dei tessuti, solitamente negli arti inferiori) (31%), tosse (29%), emicrania (29%), artralgia (27%), notte suda (24%), appetito in diminuzione (22%), costipazione (22%) e mialgia (dolore muscolare) (22%). Eventi avversi dei gradi 3 o 4 (i >2% più comuni) osservati nel gruppo di combinazione in questo studio erano: insufficienza renale (7%), febbre (5%), dolore alla schiena (5%), emorragia (5%), fatica (4%), freddi (2%), nausea (2%), vomitare (2%), diarrea (2%), dolore addominale (2%), mialgia (2%) ed infezione di apparato urinario (2%).

Dettagli dietro i dati clinici di combinazione di Dabrafenib e di Trametinib
La sicurezza di trametinib (2mg una volta giornalmente) congiuntamente a dabrafenib (150mg due volte al giorno) è stata valutata in 202 pazienti con melanoma unresectable di BRAF V600E o di V600K o metastatico mutazione-positivo iscritto ad uno studio di fase I/II. L'approvazione di FDA della terapia di combinazione è stata basata sulla dimostrazione del tasso di risposta e la durata mediana della risposta in uno studio multicentrico, aperto contrassegno, ha ripartito le probabilità su, parte controllata a attivo e digamma dei pazienti d'iscrizione di studio di fase I/II con le fasi istologico-confermata IIIC o IV melanoma determinato per essere BRAF V600E o V600K mutazione-positivo. Non non più di una regime e/o interleuchina 2 priori della chemioterapia sono stati permessi. I pazienti con l'esposizione priore agli inibitori di BRAF o agli inibitori di MEK erano ineleggibili. La misura principale di risultato di efficacia era tasso di risposta globale ricercatore-valutato (ORR). Le misure supplementari di risultato di efficacia erano la durata ricercatore-valutata della risposta, ORR IRRC-valutati e la durata IRRC-valutata della risposta.1

Trametinib in-è stato conceduto una licenza a da GSK nel 2006. GSK tiene i diritti esclusivi mondiali di sviluppare, fabbricare e commercializzare Mekinist, mentre Japan Tobacco mantiene le destre di co-promozione nel Giappone.

 

Source:

GlaxoSmithKline