Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono come l'agente patogeno tifoide riesce ad eludere il sistema immunitario di ospite

La febbre tifoide di malattia pericolosa deriva dalla battaglia in corso fra la salmonella batterica dell'agente patogeno e le celle immuni dell'organismo. Il gruppo di ricerca di prof. Dirk Bumann al Biozentrum dell'università di Basilea ora ha scoperto come l'agente patogeno tifoide riesce ripetutamente ad eludere il sistema immunitario di ospite. I loro risultati sono pubblicati nel giornale scientifico “host & microbo delle cellule„.

La febbre tifoide è un'infezione batterica causata dalla salmonella dell'agente patogeno. Il sistema immunitario di ospite infettato individua la salmonella ed attiva le celle immuni quali i neutrofili ed i monociti. Queste celle si infiltrano nel tessuto infettato ed uniscono l'infezione per formare un ascesso. Sebbene la maggior parte dei batteri della salmonella siano uccisi prontamente da questa reazione immune, il gruppo di Dirk Bumann ha dimostrato che una certa fuga dall'ascesso e così assicura la loro sopravvivenza.

La salmonella usa le celle immuni

Una volta fuori dell'ascesso, i batteri della salmonella sono attaccati da altre celle immuni, i cosiddetti macrofagi che producono una risposta immunitaria meno efficace. “La salmonella ha sviluppato un intervallo delle strategie della difesa per resistere agli attacchi del macrofago. Molto la salmonella può così sopravvivere a e perfino ripiegare in macrofagi,„ spiega Neil Burton, uno dei due primi autori. Con tempo, gli ascessi si formano intorno ai nuovi fuochi di infezione ma alcuni batteri della salmonella possono riuscire ancora a sfuggire a. “Questo determina l'intero trattamento di infezione più ulteriormente e rende la febbre tifoide particolarmente insidiosa,„ dice Nura Schürmann, anche un primo autore della pubblicazione.

Una battaglia su molte parti anteriori

L'intero trattamento di malattia è una corsa fra la salmonella ed il sistema immunitario dell'organismo infettato, in cui la battaglia è combattuta su molte parti anteriori. In questo trattamento molti batteri della salmonella sono uccisi ed altri sopravvivono a per spargere l'infezione. È il bilanciamento netto dei risultati dei questi salmonella determinata e la cella immune incontra che alla fine determina il corso della malattia.

La febbre tifoide è un'infezione pericolosa in paesi con l'igiene difficile. Ogni anno, più di 20 milione di persone sono infettati con questa malattia. La malattia è trasmessa ingerendo l'alimento o l'acqua contaminata con questo batterio. Una volta dentro l'intestino, la salmonella attraversa le mucose dell'intestino e si sparge ad altri organi quali la milza ed il fegato. La resistenza a antibiotici crescente rende questa malattia sempre più difficile fare maturare.

La comprensione che fattori permettono alla salmonella di estrarre dei molti incontri con le cellule ospiti potrebbe fornire le nuove strategie nel trattamento di febbre tifoide. I simili incontri eterogenei probabilmente determinano le lotte fra il host e molti altri agenti patogeni. I risultati di questo studio possono così essere pertinenti per una vasta gamma di malattie infettive.

Source:

University of Basel